Header image

SAN MARTINO DI VENEZZE – Stavolta il San Martino 2011-2012 sembra fare sul serio. La società gialloblù del presidente Sattin ha già iniziato la preparazione in vista dell’imminente campionato di Terza categoria agli ordini del riconfermato mister Flavio Pigato. La squadra sanmartinese è stata inserita nel girone rodigino assieme ad altre 15 squadre, pronte a sfidarsi dall’11 settembre. Rispetto alla passata stagione la rosa gialloblù si è rinforzata notevolmente, con diversi innesti di spessore che andranno a completare lo zoccolo duro del collettivo. Oltre ai riconfermati Colombo, capitan Barbierato, Bonvento, Crivellari, Baldon, Lucchin, Giacomello, Sette, Contiero, Rizzato, Lazzarin, Granziero, D’Angelo e Tidon, si sono aggiunti i difensori Neodo e Polo, fermi lo scorso anno per infortunio, più i neo acquisti, a partire dal nuovo numero uno Federico Gusella, ex amatori Piacenza d’Adige e Lendinarese, i difensori Igor Marangotto, ex Stanghella e
Arre e Matteo Pavanello, ex Beverare. A centrocampo Luca Babetto e Federico Montecchio, entrambi provenienti dai cugini del Beverare e in attacco Davide Contato, ex Santa Sofia e Diego Barchi, ex Ca’ Emo. L’obiettivo stagionale, a partire da primo tifoso, ovvero il presidente Sattin e il tecnico gialloblù Pigato, è disputare un campionato di buon livello, puntando alla zona di alta classifica, entro le prime cinque posizioni, ma come ha professato il mister rivierasco: “L’obiettivo è quello, i nomi ci sono, starà poi ai giocatori dimostrare il loro valore in campo”. Sabato scorso la prima uscita stagionale per il San martino in casa contro l’Arre (Seconda categoria padovana), in cui i gialloblù hanno perso di misura 3-2. Altra amichevole in programma sabato prossimo contro il Baricetta.
Questo l’organigramma societario e la rosa del San Martino 2011-2012. Presidente: Ignazio Sattin. Dirigente: Graziano Barbierato. Allenatore: Flavio Pigato. Preparatore dei portieri: Alessandro Franceschi. Portieri: Federico Gusella, Alessandro Colombo. Difensori: Diego Barbierato (capitano), Alberto Bonvento, Igor Marangotto, Diego Neodo, Nicolò Polo, Gabriele Crivellari, Matteo Baldon, Matteo Pavanello. Centrocampisti: Federico Montecchio, Luca Babetto, Paolo Lucchin, Matteo Giacomello, Davide Sette, Enrico Contiero, Mirko Rizzato, Paolo Lazzarin. Attaccanti: Davide Contato, Diego Barchi, Matteo Granziero, Luca D’Angelo, Alberto Tidon. Magazziniere: Pietro Toso.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

Veduta di Palazzo MangilliSAN MARTINO DI VENEZZE – Nuova iniziativa, quella presa dalla Giunta comunale di San Martino volta a promuovere la conoscenza e l’acculturazione delle fasce più deboli e sensibili della comunità sanmartinese. La delibera, approvata venerdì dalla Giunta Piasentini, prevede il patrocinio per i nuovi corsi di informatica che partiranno a settembre, rivolti a disoccupati e inoccupati, disoccupati iscritti in lista di mobilità, extracomunitari disoccupati in possesso di regolare
permesso di soggiorno. I corsi, organizzati dalle società Sinergia sas e Synthesis srl di Padova (società accreditate presso la Regione Veneto che da anni operano nei vari ambiti per la formazione operativa dell’individuo per un eventuale inserimento nel mercato del lavoro), con il contributo di Formatemp, saranno totalmente gratuiti.
Il corso di informatica sarà incentrato sul programma Office per le aziende e avrà una durata di 80 ore. Le lezioni si svolgeranno nell’aula multimediale della scuola primaria “Maria Montessori” di via Marconi, nelle giuornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18. I temi trattati saranno il sistema operativo Windows e le sue più frequenti applicazioni, ovvero il programma Word ed Excel, oltre ad internet e la posta elettronica. Per informazioni e iscrizioni: Ufficio Segreteria Comune di San Martino di Venezze tel. 0425/99053

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

Successo per il tennis a San Martino di Venezze, nei mesi estivi si sono registrare più di 150 presenze di appassionati ed amatori che hanno calcato il campo in sintetico presso gli impianti sportivi del capoluogo di Via Marconi.
L’impianto, oltre che per il tennis, è disponibile anche per incontri di calcio a cinque, sia diurni che notturni essendo dotato di illuminazione artificiale.
La struttura è aperta al pubblico dalle 8 alle 23.30 per tutta la settimana, la tariffa oraria per il gioco del tennis è di 7,20 euro (6 per i soci UISP) diurni, 9,60 (8 peri soci UISP) in notturna;
per il calcetto la tariffa unica è di 20 euro l’ora. Da ricordare inoltre che la struttura è dotata di spogliatoi con docce per gli atleti. Per informazioni rivolgersi nel mese di agosto al sig. Polo Niccolò al numero 3488926682, nel mese di settembre e successivi al sig. Beggio Silvano al numero 3405287188. Buon tennis e sport a tutti!!!

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo

Don Giuliano Zattarin festeggia il suo 40esimo di vita sacerdotale

Don Giuliano ZattarinSAN MARTINO DI VENEZZE – Un cammino lungo quarant’anni per don Giuliano Zattarin. L’ex prete di Pezzoli, ora missionario in Brasile, è giunto al quarantesimo anniversario di sacerdozio e il movimento culturale Libera-mente di San Martino sta preparando una grande festa per celebrare assieme a lui quest’importante passaggio della sua vita, che lo ha visto cominciare il suo cammino sacerdotale come cappellano proprio nella chiesa di San Martino Vescovo nel lontano 1971. Dopo l’esperienza nella parrocchia sanmartinese, don Giuliano ha guidato le parrocchie di Arquà Polesine, Badia Polesine, Sariano e Pezzoli, con una parentesi di un anno in una fabbrica di sedie di Cesuna (Vicenza) come prete-operaio. Negli ultimi anni in Polesine, ha dato vita, a Pezzoli, a un un fulcro di attività ed incontri con personaggi di spicco a livello nazionale, come don Luigi Ciotti, padre Alex Zanotelli, Giancarlo Caselli, Gherardo Colombo, Marco Travaglio, Natalino Balasso, Dario Vergassola e molti altri. Da sei anni a questa parte, ha scelto di dedicare la sua vita come missionario in Brasile nella parrocchia di Condeuba.
L’associazione ‘Teatro 99’ di Pezzoli, in collaborazione con Libera-mente e l’associazione culturale ‘San Martino’, sta organizzando una serie di appuntamenti molto importanti in occasione della seconda edizione di ‘Teatro 99 sotto le stelle’. Saranno infatti il 9 e 10 settembre le date in cui si svolgerà la festa per don Giuliano, con una serie di incontri che si terranno sotto lo stand degli impianti sportivi di via Marconi a San Martino di Venezze. Diversi i nomi degli ospiti invitati che hanno già iniziato a trapelare; personaggi molto noti del panorama politico, teatrale ed ecclesiastico attuale, ma che per ora sono tenuti in gran riserbo per essere svelati prossimamente. Lo scopo della due giorni di incontri e dibattiti, oltre a festeggiare il suo 40esimo sacerdozio, sarà soprattutto la raccolta di fondi per finanziare progetti a sostegno delle comunità brasiliane dove attualmente opera don Giuliano.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

SAN MARTINO DI VENEZZE – Si è conclusa con lo spettacolo pirotecnico la 28esima Sagra di San Rocco di San Martino. Martedì sera, giorno in cui si è festeggiato l’omonimo santo, co-patrono del capoluogo in riva al’Adige (dopo San Martino), è calato il sipario sulla tradizionale kermesse che ogni anno, da ben 28 anni, si svolge dai primi di agosto fino al giorno 16, organizzata dall’associazione culturale ‘San Martino’, con il patrocinio del’amministrazione comunale, della Provincia di Rovigo e della Regione Veneto.
Dodici le serate che hanno accompagnato i numerosi visitatori, sanmartinesi e non solo, attraverso vari intrattenimenti, dal ristorante e pizzeria, alla tombola, dal ballo liscio al palarokko per i giovani. Nella palestra di via Marconi e all’esterno, si è svolta anche la 23esima edizione della mostra del commercio e dell’artigianato del Medio Polesine, che ha fatto da da cornice alla manifestazione fieristica. Numerose le presenze registrate, soprattutto l’ultima sera, in cui, come al solito, in tanti hanno affollato l’area degli impianti sportivi di via Marconi, per concludere con il classico tombolone da 2 mila euro, che ha tenuto gli occhi fissati sulle classiche cartelle, di qualche migliaio di appassionati. Al termine dell’estrazione, spazio allo spettacolo pirotecnico che ha chiuso ufficialmente la 28esima edizione, tra gli applausi del numeroso pubblico e un arrivederci al prossimo anno.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

La Birreria batte la Ferramenta Barin 7-5 e si aggiudica il primo posto

Il Vicesindaco Ilenia Francescon, con capitano Tabià e il presidente Narciso BregolinBEVERARE (San Martino di Venezze) – Si è chiusa con i fuochi pirotecnici la prima edizione della Sprint Cup 2011 di Beverare, la manifestazione sportiva di calcio a 7 organizzata dal Gsd Union Beverare (fusione tra il Beverare calcio a 5 e il Gs Beverare militante in Terza categoria), in collaborazione con la Lega Calcio Uisp di Rovigo e l’amministrazione comunale di San Martino, che per quasi quattro settimane ha visto i riflettori puntati sul “Giuseppe Callegaro” della frazione sanmartinese. Dieci le squadre che hanno preso parte al torneo, sfidandosi in due gironi di qualificazione composti da cinque formazioni per parte, per poi accedere ai quarti e successivamente alle semifinali, fino a disputare la finalissima di venerdì sera, tra la Birreria Tabià di Anguillara Veneta e la Ferramenta Barin & Pizzeria da Luca di Beverare-San Martino. Mercoledì scorso, spazio anche a una simpatica parentesi con la classica partita tra scapoli e ammogliati che
ha coinvolto un po’ tutti, tra organizzatori e appassionati.
Prima della finalissima di venerdì, però, si è giocata la gara valevole per l’assegnazione del terzo e quarto posto, tra l’Antico Caffè Franchin di Rovigo e il Pane e Vin di Beverare-Pettorazza. I ragazzi di casa partono bene con il solito Neodo che dopo 3′ mette a segno addirittura una doppietta, 2-0! Al 16′ il suo compagno Schiorlin cala il tris. Il Caffè Franchin sembra al tappeto, ma al 17′ arriva la risposta di Pegoraro che accorcia. Al 22′ è Cipriani a ridurre nuovamente il divario, 2-3 e squadre a riposo.
La seconda parte di gara però, vede ancora il Pane e Vin padrone del gioco. I locali gonfiano la rete al 9′ con Babetto e al 16′ ancora con Neodo, 5-2. Al 22′ è Visentin a dimezzare il gap, ma al 25′ Babetto chiude il match con la rete che vale il 6-3 e il terzo posto per il Pane e Vin.
Successivamente è stato il momento della tanto attesa finale tra Birreria Tabià e Ferramenta Barin & Pizzeria da Luca. Nemmeno il tempo di un giro di lancette che Zambelli buca subito la rete per l’1-0. La Ferramenta Barin non si scompone e al 5′ gli risponde Brancaleon, 1-1. Gara vivace e ben giocata. Al 10′ Bertipaglia spinge nuovamente i bassopadovani, 2-1, ma manco farlo apposta, 1′ dopo Sette acciuffa il pareggio, 2-2. Al 18′ il botta e risposta tra le due squadre continua, con Zambelli che firma il 3-2, ma al 23′ Bonvento gli risponde per le rime, 3-3 e si va a riposo in perfetta parità.
Secondo tempo che si apre come il primo. Dopo 2′ Zambelli sale sugli scudi mettendo la zampata del 4-3. Il fuoriclasse del Tabià si ripete al 14′, 5-3. Al 24′ Brancaleon riaccende le speranze di rimonta, 4-5, ma vengono subito smorzate al 25′ dalla rete di Gianluca Capuzzo. Finale palpitante in cui Brancaleon e soci non ci stanno e un minuto dopo il bomber rodigino capitalizza nuovamente, 5-6. Ma lo spettacolo non finisce qui e sul finale Capuzzo chiude i conti firmando il 7-5 che consegna la Sprint Cup 2011 nelle mani della Birreria Tabià.
Al termine della finalissima, si sono svolte le premiazioni, in cui le varie compagini hanno ricevuto diversi trofei. Alla presenza del vicesindaco Ilenia Francescon, del presidente del Gsd Union Beverare, Narciso Bregolin e del suo vice Simone Paioro e delle presidenti delle locali sezioni Avis-Aido, Monica Destro e Liliana Bregolin, oltre allo sponsor principale Bar La Svolta di Andrea Conforto, sono stati premiati individualmente come miglior giocatore Enrico Zambelli, come miglior portiere Matteo Biscaro, come miglior cannoniere del torneo Samuele Neodo con i suoi 19 gol e l’Antico Caffè Franchin come squadra più corretta. Sono state premiate le squadre, partendo dalla quarta, ovvero l’Antico Caffè Franchin, a cui è andato un trofeo più una porchetta. Al Pane e vin terzo classificato è andato un trofeo più un buono di 200 euro. Alla
Ferramenta Barin & Pizzeria da Luca, giunta seconda
è andato un trofeo più un buono di 300 euro, infine ai vincitori dell’edizione 2011 della Sprint Cup, ovvero la Birreria Tabià è andato un trofeo più un buono di 500 euro. Alla fine delle premiazioni, per coronare nel migliore dei modi il termine della serata e della kermesse sportiva, c’ è stato uno spettacolo pirotecnico da parte di Andrea Barion, per chiudere in bellezza la Sprint Cup 2011.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: