Header image

Alla presenza dei rappresentanti scolastici, delle società sportive del capoluogo e della Olimpia Skaters di Rovigo, si è tenuta stamane una doppia cerimonia che vedeva lo sport al centro dell’attenzione.
La prima è stata la consegna a Sara Turcato di una targa a riconoscimento dei meriti sportivi ottenuti, a livello nazionale ed internazionale, con la Società Olimpia Skaters di Rovigo; contestualmente anche alla società è stato consegnato analogo riconoscimento.
La seconda riguardava la consegna di quattro defibrillatori al servizio 2 per le scuole e 2 per le palestre.
Il sindaco ha sottolineato l’attenzione di questa amministrazione comunale per le attività sportive che si concretizza sul territorio con una intesa attività delle società che a vario titolo vi operano, tanto da poter dire che tutti gli impianti sportivi sono fittamente frequentati. Ha, inoltre, evidenziato anche la sensibilità dimostrata per la sicurezza attivandosi in maniera efficace per dotarsi dei mezzi necessari.
L’assessore Ilenia Francescon ha manifestato l’orgoglio di aver fra i cittadini persone che con con la loro preparazione e dedizione riescono ad ottenere i risultati ottenuti da Sara Turcato, e si è detta particolarmente lieta di consegnare il dovuto riconoscimento a Lei ed alla squadra in seno alla quale milita.
La maestra Paola Merlo, ricevendo in consegna il defibrillatore, ha sottolineato l’importanza di fare formazione ed educazione sulla sicurezza a tutti i livelli, ed in particolare modo iniziando dalle scuole primarie, ed ha ricordato l’opera svolta a questo proposito da Lei in quanto rappresentante della Protezione Civile del capoluogo.
I rappresentanti delle società sportive si sono detti lieti di poter accogliere tale strumentazione, ed hanno ringraziato l’amministrazione per la sensibilità dimostrata non solo in questo frangente, e si sono offerti anche di aiutare a fare formazione sull’uso dello strumento.

 

 

fonte: civico venezze

 

E’ stata la prima cosa che ho voluto sapere, prima ancora di accenderla, in memoria di chi avrei portato quella luce, quella fiaccola.
Non che fosse importante per la riuscita della fiaccolata in sè, ma mi sembrava giusto essere consapevole  per chi ero li, assieme a più di centoottanta persone; donne, ragazze, uomini e ragazzi.
Con il parroco in testa al corteo, come sua abitudine nelle manifestazioni, questa seconda fiaccolata contro il femminicidio, promossa dall’amministrazione comunale e dalla commissione alle pari opportunità, ha ricevuto molte adesioni. Pìù di cento ottanta erano i convenuti al parcheggio del cimitero, tanto che alcune sono rimaste senza fiaccola (che erano 150), che hanno formato un lungo biscione di fuoco che si è snodato lungo via Borgo Sud, via Roma fino a raggiungere piazza Aldo Moro. Ma la partecipazione non si è limitata a questo, infatti, raccogliendo l’invito del sindaco, in molte case lungo il percorso sono stati esposti dei lumini commemorativi, segno della sensibilità dei cittadini di San Martino.
Dopo alcune poesie commemorative, intervallate dal canto di Jessica Rizzato, e dopo il canto corale dell’inno di Mameli è stata scoperta una targa alla memoria delle donne che hanno perso la vita per mano dei loro amanti, che così recita: “IN MEMORIA DI TUTTE LE DONNE MORTE PER MANO DI CHI DICEVA DI AMARLE, PERCHE’ LE LORO STORIE NON AFFONDINO NEL SILENZIO MA RISVEGLINO COSCIENZA E CIVILTA’. IL COMUNE DI SAN MARTINO DI VENEZZE CONTRO IL FEMMINICIDIO.
Sono state poi accese 25 lanterne cinesi che si sono librate in volo tra gli applausi dei presenti.
La serata è stata “riscaldata” da cioccolate, te e da quant’altro allestito dalla Caritas locale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

Anche per queste prossime festività, l’Amministrazione Comunale e la Commissione per le Pari Opportunità, in collaborazione col gruppo Auser La Solidarietà, organizzano il corso per addobbi natalizi.
Saranno sei lezioni che, a partire da giovedi 26 novembre, si terranno presso la sala Auser di San Martino.
Con la quota di iscrizione di 20 euro, si avrà diritto anche al materiale necessario alla preparazione degli addobbi.

addobbi

fonte: civico venezze

L’Amministrazione Comunale, in applicazione del cd. “Decreto Balduzzi” che prevede l’obbligo dal 20 gennaio 2016 per tutte le società sportive, anche dilettantistiche, di disporre di un defibrillatore semiautomatico (DAE o AED) e di personale adeguatamente formato durante le partite e gli allenamenti,  ha provveduto all’acquisto di n. 4 di questi defibrillatori semiautomatici.
In anticipo, quindi, rispetto alla data di entrata in vigore dell’obbligo, l’amministrazione ha deciso di  posizionare queste macchinette presso le strutture pubbliche di proprietà per garantire la sicurezza delle attività svolte, in particolare: 1 presso la scuola dell’infanzia, 1 presso la scuola primaria e  2 presso le palestre del luogo.
Sabato 28 novembre 2015 alle ore 9,00 presso la sede municipale, sala del Consiglio, avverrà la formale consegna dei defibrillatori alle associazioni sportive ed ai responsabili delle strutture e, contestualmente, saranno concordare le modalità operative per il loro utilizzo.
Espletata la cerimonia di consegna delle macchinette, l’Amministrazione Comunale conferirà una targa per meriti sportivi a Sara Turcato di Beverare, la quale con il Gruppo Sincronizzato Sincrolimpic (della Polisportiva  Olimpica Skaters Rovigo – società pluridecorata) ha raggiunto piazzamenti a livello nazionale ed europeo (4° posto trofeo internazionale di sincrolimpic al 10 trofeo internazionale di Riccione).
olimpica skaters sport

 

 

fonte: civico venezze

Mercoledì 25 novembre è stata individuata dall’Assemblea generale dell’ONU come “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”.
A livello nazionale per commemorare questa giornata è stata attivata l’iniziativa “Posto Occupato”, che consiste nel riservare una sedia vuota in ricordo di tutte le donne vittima di violenza che occupavano “un Posto” a teatro, in tram, nella società, in famiglia, al lavoro prima di essere soppresse da un marito, un ex amante, uno sconosciuto; un posto che ora rimane “vuoto”.
L’Amministrazione Comunale partecipa a questa iniziativa e, tramite l’Assessorato alle Pari Opportunità, in collaborazione con la Commissione alle Pari Opportunità e l’Unità Pastorale di San Martino e Beverare, organizza UNA FIACCOLATA con il seguente programma:
Mercoledì 25 novembre ore 20,30 partenza dal parcheggio del cimitero del capoluogo, dove ai partecipanti verrà consegnata una  fiaccola con nome e foto di una delle 150 donne uccise per mano di chi diceva di amarla; il corteo così formato percorrerà Via Borgo Sud, raggiungerà Piazzetta Gramsci, prenderà per Via Roma per raggiungere Piazza Aldo Moro dove terminerà la fiaccolata davanti al municipio. A conclusione della manifestazione verrà inaugurata una targa commemorativa, che la nostra comunità  dedica a tutte le vittime.
L’Amministrazione invita i residenti lungo il percorso del corteo, ad accendere una candela ed esporla in segno di solidarietà.
In piazza sarà allestito uno stand con bevande calde.

11986426_10204949433121782_2543526098132584551_n 12247089_10204941638166913_6734806340755083854_n

 

 

 

 

 

fonte: civico venezze

 

 

 

Ospitiamo in queste pagine il comunicato pervenuto dal parroco di San Martino e Beverare

L’iniziativa del CAFFE’ LETTERARIO vuole essere una occasione, una opportunità  per stare insieme in modo intelligente e interessante pe aiutarci in questi tempi di AVVENTO 2015, a stare svegli, a guardarci dentro e attorno per darci reciprocamente coraggio e speranza.
stare svegli significa vivere in modo più lucido, senza lasciarci trasportare dalla insensatezza. Essere svegli significa non cadere nello scetticismo e nell’indifferenza di fronte all’andamento del mondo: Non lasciare che il nostro cuore si indurisca. Non fermarci solo a lamentele, critiche e condanne. Far nascere attivamente la speranza, anche se stiamo vivendo momenti difficili.
La poesia e la musica ci possono aiutare e stimolare ad uno sguardo sofferto e pieno di speranza verso la realtà che ci circonda.
Bisogna guardare in avanti.
E’ ora che dobbiamo vivere affrontando il futuro in modo positivo nonostante tutte le contraddizioni di cui è strapieno il nostro tempo.
Incontrarci per imparare insieme a sperare e a sognare un mondo di pace, di fraternità e di solidarietà.
In calendario quattro appuntamenti per declinare quattro temi:
domenica 29 novembre  è di scena LA PROMESSA”. La promessa di quando eravamo bambini, affidata al vento della sera, scritta in un foglio di carta. Bei ricordi dell’infanzia che il tempo ha rapito nel suo inesorabile corso, con PAOLO PIGOZZI e  ALBERTO GREGGIO.
domenica 6 dicembre  tocca a“L’ATTESA” Ogni attesa è un gioco…Il limite è la nostra attesa… Starsene qui, nelle stagioni che mutano, è la norma comune: il dono estremo è l’uscita, con DAVID SCARONI e VANESSA SINIGAGLIA.
domenica 13 dicembre è la volta de “IL COMPIMENTO” Una stanza o una casa, diventa sempre simile a chi vi abita..! Perfino la grandezza di una stanza varia a seconda della grandezza del cuore, con PAOLO TRAVERSI.
domenica 27 dicembre, alle soglie del nuovo anno, si termina con“IL FUTURO” Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.Voglio, avrò… se non qui, in un altro luogo che ancora non so. Niente ho perduto. Tutto sarò, con JESSICA RIZZATO.

Ci sarà, inoltre un appuntamento straordinario dedicato ai bambini, sabato 19 dicembre alle ore 17 , uno spettacolo teatrale dal titolo IL DIARIO DI BABBO NATALE, entrata gratuita per bambini, genitori e nonni.

Gli eventi avranno luogo presso la SALA MENSA della Scuola Primaria di SAN MARTINO DI VENEZZE, via Marconi, con orario di inizio  alle ore 15.
L’adesione per ogni appuntamento deve essere data entro il VENERDI’ precedente l’appuntamento stesso, versando una contribuzione di 5 euro.Saranno serviti CAFFE’, THE, BISCOTTI, DOLCETTI, CIOCCOLATINI, CARAMELLE…
Informazioni e prenotazioni presso la CARTOLIBRERIA “Peter Pan” di San Martino di Venezze, via Roma (tel. 0425 / 99406).

L’attività di questi pomeriggi domenicali serve a sostenere l’operato della CARITAS dell’Unità Pastorale di San Martino di Venezze e Beverare.
Il nostro ringraziamento va  l’Amministrazione Comunale di San Martino di Venezze e all’Associazione Culturale “SAN MARTINO” per la continua collaborazione e disponibilità.

CAFFELETTERF CAFFELETTERr

Don Giuliano Zattarin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: