Header image

Author Archives: civicovenezze

Tragico incidente ieri 17 agosto, in tarda serata, a Tribano (Padova) in via Olmo. Una Opel Astra station wagon è uscita di strada da sola, senza coinvolgimento di alcun altro veicolo, rovesciandosi più volte. L’auto è rotolata a lungo nei campi. Il conducente, Loris Giavara, 36 anni, residente a San Martino di Venezze, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Monselice-Schiavonia, ma è deceduto poco dopo per le gravissime ferite riportate nella paurosa carambola.
Le cause della fuoruscita autonoma di strada sono in corso di accertamento.
Grande il cordoglio in paese per la scomparsa del giovane meccanico.

 

fonte: civicovenezze

 

 

 

 

A Pettorazza Papafava (Pettorazzetta) quest’anno ricorre il cinquecentesimo anniversario dell’immagine della Beata Vergine Maria delle Grazie venerata nel Santuario della Parrocchia Santuario  Natività di Maria Santissima, ricadente sotto la diocesi di Chioggia
In occasione di questa ricorrenza storica così particolare è stato allestito un Museo Parrocchiale con Mostra Fotografica visitabile fino alla fine di settembre. con i seguenti orari di visita:
Martedì, Mercoledì e Sabato dalle ore 10,00 alle ore 12.,00 e dalle 15,30 alle 16.30.
Domenica dalle 16,00 alle 17.30.
Le visite sono sospese quando sono in corso celebrazioni.
Si entra dall’ingresso della canonica. Ingresso libero.
Per altri orari o visite di gruppo contattare il parroco don Lorenzo al n. 0426500189.

Il museo parrocchiale, raccoglie al suo interno oltre agli storici stemmi dei Papafava e la fotografia dei cippi di confine, anche numerosi vasi sacri, oggetti e arredi, messali e paramenti liturgici che vanno dal 1600 ad oggi. Essi sono solo una parte. Altri di particolare valore sono conservati nel Museo Diocesano. L’insieme testimonia la storia e la fede di una comunità che lungo i secoli ha dimostrato e vissuto la sua devozione alla Madonna delle Grazie, ricorrendo a Lei con fiducia.
I TESTI DI CULTURA
Numerosi sono anche i testi di cultura che sono conservati in museo e che vanno dal 1600 ad oggi.
Segno eloquente che attorno a una vita liturgica si è sviluppata anche una sensibilità culturale grazie al costante impegno dei pastori che si sono succeduti. Di particolare interesse un’opera in quattro volumi del Tito Livio del 1700. Sono visibili anche due timbri in piombo del 1800 dei Grimani e dei Papafava.
LA DEVOZIONE AI SANTI
Numerosissime sono le reliquie dei Santi conservate in museo, testimonianza della pietà cristiana vissuta dalla comunità e che
andava di pari passo con la devozione alla Madre del Signore. Numerose di queste reliquie sono molto antiche, risalenti al tardo 1700 e prima metà del 1800. Altre più recenti. Di particolare interesse sono quattro di esse, visibili per la grandezza delle ossa, che venivano esposte alla venerazione dei fedeli nella festa di Tutti i Santi, in appositi contenitori di vetro non più esistenti e chiuse al vertice con quattro appositi tappi in legno massiccio dorato.
All’ingresso del Museo si può anche visitare la mostra fotografica realizzata con numerose foto d’epoca e altre recenti.
Di seguito il link con il volantino della Parrocchia:santuario derplian museo

 

 

fonte: civicovenezze

La società Acquevenete invita i propri utenti a prestare particolare attenzione per difendersi dalle truffe, che negli ultimi mesi sono state tentate utilizzando indebitamente il nome del gestore idrico.
Spesso si tratta di falsi addetti, che si presentano come tecnici dell’azienda del servizio idrico integrato: sostengono di dover entrare in casa o chiedono di fissare un appuntamento per un controllo sulla presenza di inquinanti nell’acqua, o con altri pretesti. In altri casi, i truffatori possono richiedere dei pagamenti, anche presentando documentazione fasulla.
Il personale di acquevenete non chiederà mai di entrare nelle abitazioni per effettuare analisi dell’acqua, raccogliere dati sensibili degli utenti o chiedere pagamenti di persona.

Per altre necessità tecniche è possibile che il personale di acquevenete debba contattare gli utenti: in questo caso, è sempre munito di un cartellino identificativo.
Inoltre, acquevenete invita gli utenti a diffidare delle offerte di aziende che propongono analisi dell’acqua a domicilio: l’acqua erogata dal gestore idrico è sempre potabile e i dati relativi alla qualità dell’acqua del proprio rubinetto si possono consultare al sito www.acquevenete.it alla voce “Qualità dell’acqua”, oppure scaricando l’App gratuita acquevenete per il proprio smartphone.
Per qualsiasi dubbio, si consiglia di telefonare al numero verde gratuito del Servizio Clienti di acquevenete 800 99 15 44.
Inoltre, è opportuno segnalare eventuali comportamenti sospetti alle Forze dell’Ordine.

 

 

 

fonte: civicovenezze

Giovedì 15 agosto 2019 alle ore 18, con la messa celebrata dal Vescovo S.E. MONS. PIERANTONIO PAVANELLO e concelebrata dal parroco Don Giuliano Zattarin, la Chiesa dedicata a Santa Maria Assunta viene restituita alla comunità dei fedeli dopo il periodo di restauro conservativo iniziato a marzo del 2019.
La cerimonia organizzata dal Comitato per la Chiesa di Beverare prevede il seguente programma: ore 18 Santa Messa, ore 19,30 buffet di rinfresco.
La Chiesa, la cui edificazione ebbe inizio nel Maggio 1903 e terminò nell’agosto del 1909 con l’inaugurazione e la celebrazione della prima messa da parte del Vescovo Mons. Boggiani, nonostante alcuni interventi relativamente recenti, necessitava di un restauro conservativo molto importante; a tale scopo è stato redatto un apposito progetto del costo complessivo di euro 350mila che ha ottenuto l’approvazione degli enti preposti ed il finanziamento da parte della C.E.I. e della Fondazione Cassa di Risparmio per un complessivo ammontare di euro 330mila, necessitando pertanto dell’aiuto della comunità per coprire il costo residuale. La comunità potrà partecipare alla spesa in forma libera o mediantem donazioni direttamentte in chiesa, o mediante bollettini di conto corrente postale appositamente predisposti o mediante versamenti al conto corrente bancario della parrocchia di Beverare.
A tal proposito riportiamo di seguito le parole del parroco DON GIULIANO ZATTARIN: “Come Parroco e come animatore della Parrocchia di Santa Maria Assunta,in Beverare, vi ricordo quanto sia importante sentirci partecipi consapevoli e responsabili della Chiesa di Dio che vive in Beverare. Un edifico-Chiesa che diventa più bello e più accogliente, ci aiuta a sentirci persone più vive e più desiderose di crescere insieme, e di essere nel territorio, segni della presenza di Dio e strumenti di amore e solidarietà verso tutte le persone che incontriamo. Una Chiesa-edificio più bella, ci renda più belli e capaci di accoglienza e stima reciproca”.

Ai link seguenti è possibile scaricare i volantini dell’iniziativa:  beverare_depliant beverare_invito

 

 

 

 

fonte: www.unpastosmb.it

Proprio in centro alla frazione di Beverare in quest’ultima primavera è stata demolita la Corte Carrari, la storica corte situata dirimpetto alla chiesa della frazione. Ciò che però molti si domandano è per quale motivo è stata demolita e soprattutto quale sarà il futuro di questa zona.
Nel 2008 la corte era stata acquistata da un’azienda che fa capo a Mario Altoè ed il programma era quello di demolirla e costruire appartamenti e negozi, ma con la crisi  edilizia rimase tutto fermo. A questo punto nel 2017 fu fatta una perizia per constatare la solidità della struttura, che aveva già visto il crollo dei solai. Venne riscontrato il 70% di possibilità di crollo della struttura e proprio per questo il sindaco Vinicio Piasentini decise di emanare un’ordinanza per la demolizione della struttura.
Dopo il transennamento del lato strada per garantire la sicurezza dei passanti, si e dovuto interrare un cavo enel agganciato al manufatto e che fornisce energia elettrica a tutta Beverare.
A questo punto la corte è stata demolita a partire dal marzo 2019, ma le macerie continuano a rimanere in loco e dovranno essere tolte il prima possibile. È proprio il primo cittadino di San Martino di Venezze, Vinicio Piasentini, che commenta: “Abbiamo fatto tutto quello che serviva per mettere in sicurezza la zona, dato che la corte non poteva continuare a rimanere in quella zona”. Proseguendo: “Adesso le macerie dovranno essere tolte dai proprietari del terreno e si spera che un po’ alla volta si riesca ad ottenere un risultato maggiore per noi e per il nostro territorio”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal 9 al 19 di agosto, ritorna la Fiera di San Rocco , per la 36^ volta, organizzata dall’Associazione Culturale S. Martino presso gli impianti in Piazzale S. Pertini e che si avvale del patrocinio dell’Amministrazione Comunale.
La “novità” di questa edizione è un “ritorno all’antico”, occupando cioè gli spazi che per un paio d’anni aveva visto ridursi a causa dei lavori alla struttura che fungeva da ristorante/pizzeria, ora completamente rinnovata ed inaugurata lo scorso 29 giugno come sala polifunzionale, col nome di Forum San Martino, e che nella funzione ristorazione può contare su circa 270 coperti.
La formula è quella ormai collaudata della compresenza di concerti delle Tribute bands al Palarokko e del ballo liscio con orchestra alla Pista dei sogni, con giochi ed intrattenimenti vari e tombola finale con premio complessivo di 2.000 euro per lunedì 19 agosto a partire dalle 23,30.
– venerdì 9 agosto Shary band e ballo liscio con Denny Della Valle;
– sabato 10 agosto Serata Company Radio e ballo liscio con Claudio Piazzola e Laura;
– domenica 11 agosto Anime in Plexigass e e ballo liscio con Giusy Bovolenta;
– lunedì 12 agosto Yano e e ballo liscio con Patty Fabbri;
– martedì 13 agosto O.I. & B. band e ballo liscio con Rita Gessi;
-mercoledì 14 agosto Timoda’ e ballo liscio con Barbara e Davide;
-giovedì 15 agosto Diapason Band e ballo liscio con Denny Della Valle;
-venerdì 16 agosto Jackson One e ballo liscio con Simone e Cristina;
– sabato 17 agosto Livepaly e ballo liscio con Cristian Dj;
– domenica 18 agosto Voglio Tornare negli anni 90 e ballo liscio con Marcello Live Show;
– lunedì 19 agosto Mamalover e ballo liscio con Denny Della Valle.

 

 

 

fonte : civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: