Header image

Carlo Crivellin srl festeggia cinquant’anni di successi.

Articolo del 10.12.2019 - Scritto da civicovenezze in Eventi | Notizie | Storia

SAN MARTINO DI VENEZZE (RO) – Spegne le candeline il prossimo 12 dicembre, la Carlo Crivellin srl, azienda primaria per la produzione e commercializzazione di pasta fresca e secca nonché di varie specialità di gnocchi. Cinquant’anni di attività che, sinceramente, non si riescono a raccontare in poche righe. Carlo Crivellin mosse i primi passi producendo polenta a livello artigianale per poi venderla alle famiglie. Siamo nel 1969 e con un adeguato paiolo artigianale iniziava a produrre 40 chilogrammi di polenta al giorno. Pochissimi, se pensiamo che il quantitativo giornaliero arriverà nel 1976 a 400 chilogrammi.

All’inizio del 1970 fu formalizzata la costituzione della ditta Carlo Crivellin e già qui preme sottolineare il grande sostegno ed appoggio avuto dalla moglie Fiorella, grande lavoratrice ed ispiratrice. Naturalmente il prodotto finito andava confezionato. Al giorno d’oggi il packaging è una componente decisamente importante per il confezionamento allora, la creatività fu il ferro da stiro. Provate ad immaginare cosa poteva comportare il sigillare ogni singola porzione dal peso di 900 grammi con un ferro da stiro? Comunque…era elettrico.

Nel 1971, dopo numerose prove e sperimentazioni, si inizia a produrre anche gli gnocchi. La soddisfazione si materializza in una produzione di 10/15 chilogrammi giornalieri. Ad oggi lo gnocco costituisce uno dei prodotti di punta della Carlo Crivellin srl. Dai 10/15 si è passati ai 30.000 chilogrammi giornalieri con una distribuzione internazionale. Dal primo laboratorio di via Sabbioni in Anguillara Veneta, l’azienda, in successione, è passata in via Vittorio Veneto e poi in via Olimpiadi per approdare nel 1991 a San Martino di Venezze dove rileva un capannone dismesso. Una scelta molto azzeccata in uno spazio di un migliaio di metri quadri che, viene portato a 1300 nel 2000 e nel 2013 a raggiungere gli attuali 3500 metri quadri.

Carlo Crivellin e Fiorella Fantin decidono di reinventarsi ulteriori scelte. Mantenendo l’affermato marchio e ceduta la produzione della polenta, l’attenzione viene concentrata sopratutto sugli gnocchi e sulla pasta fresca. Quella che era una ditta individuale, nel 1991, si trasforma in Snc nel 1998 e quindi nell’attuale Srl presieduta da Fiorella Fantin, che coordina il controllo produzione; all’amministrazione troviamo i soci Lara e Arianna Crivellin; addetto all’organizzazione della produzione Alessandro Scarparo, marito di Arianna. A sovraintendere il tutto Carlo Crivellin che, seppur pensionato, non ha lasciato il campo conservando ancora lo spirito originario di imprenditore che non riposa certo sui successi sin qui ottenuti. Alla sua direzione fanno riferimento gli attuali venti addetti distribuiti tra amministrazione, produzione e commercializzazione dei prodotti alimentari freschi che sono destinati per un terzo circa al territorio nazionale e per il resto in quasi tutti i paesi europei ed in varie parti del mondo: Australia, Giappone, Cina, Paesi Arabi e Brasile.

Il fiore all’occhiello è attualmente costituito dall’avanzatissimo impianto di produzione pasta e gnocchi senza glutine entrato in funzione nel 2014. Rimane sempre sostenuta la produzione di pasta fresca e secca all’uovo e varie specialità di gnocchi che continuano a mantenere il riconoscimento di prodotti di qualità con certificazioni nazionali ed internazionali. Il successo non preclude ma, aumenta la solidarietà ed una delle occasioni è stata fornita dal terremoto in Emilia che ha visto la ditta Crivellin impegnata a testimoniarla con i fatti.

 

 

 

fonte: RovigoOggi

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: