Header image

Si conclude in maniera positiva per la cittadinanza di San Martino la controversa questione della proposta centrale a biomasse, da realizzarsi nel centro abitato dal paese, avanzata dalla società FRUTTI DEL SOLE SOCIETA’ AGRICOLA S.S rappresentata da Chiara Reato.
Infatti la tanto attesa decisione del Consiglio dei Ministri, al quale era stata demandata la pratica da parte della provincia, è finalmente pervenuta ed è un NO senza appello.
Grande la soddisfazione del primo cittadino Vinicio Piasentini che subito, attaverso i social, ha ringraziato la cittadinanza per il supporto e la fiducia; e grande la soddisfazione del Comitato San Martino in Salute che, dopo essersi tanto spese per raccogliere oltre 1.700 firme, avere organizzato dibattiti ed incontri informativi vede premiati i propri sforzi.
riportiamo di seguito la decisione del Consiglio dei Ministri.

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 118 31 Maggio 2016
Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi, martedì 31 Maggio 2016, alle ore 17:10 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Claudio De Vincenti.
Il Consiglio dei ministri ha deliberato, ai sensi dell’articolo 14 quater, comma 3, della legge 7 agosto 1990, n. 241, in merito al procedimento proposto dalla Provincia di Rovigo per la installazione di un impianto di combustione da 2,99 MW alimentato a biomassa legnosa per produrre acqua calda, sito nel Comune di San Martino di Venezze (RO). La deliberazione assunta non consente la prosecuzione del procedimento, volto all’autorizzazione alla realizzazione del progetto di installazione. In esito ad analogo procedimento proposto dalla Regione Puglia per  la realizzazione di un impianto eolico composto da n. 11 aerogeneratori, rimodulato a 4, e delle relative opere di connessione ed infrastrutture necessarie per la produzione di energia elettrica, sito nel Comune di Biccari (FG), in località “Chiana Comune”, il Consiglio ha deciso di non consentirne la prosecuzione del procedimento .

 

fonte: civicovenezze

COMITATO SAN MARTINO IN SALUTE – COMITATO PROMOTORE DEL SI – LEGAMBIENTE DEL VENETO organizzano per il giorno 30 Marzo 2016, alle ore 21,00 presso la SALA MENSA DELLA SCUOLA PRIMARIA di Via Marconi un incontro pubblico informativo sul tema:REFENDUM DEL 17 APRILE: LE RAGIONI DEL “SI”.
Con il referendum del 17 aprile prossimo viene chiesto agli elettori di abrogare una norma, introdotta lo scorso anno, che consente alle società impegnate nella ricerca e nella produzione di idrocarburi liquidi e gassosi (soprattutto petrolio e metano) nel mare italiano di proseguire la loro attività anche oltre la scadenza della concessione attualmente in atto, e consentono agli impianti già esistenti lo sfruttamento dei giacimenti per un periodo indeterminato. Con il successo del Sì al referendum, dunque, si limiterebbe la durata dell’attività a quanto stabilito dalla concessione originaria. Con il No, al contrario, resterebbero in vigore la norma  attuale, di recente introdotta.
Trattandosi di un referendum abrogativo, per essere valido c’è bisogno del raggiungimento del quorum. quindi di un’ affluenza ai seggi superiore al 50% degli aventi diritto.
Il tema è di grande interesse per il territorio del polesine, sia per motivi ambientali che di natura economica. Non va dimenticato infatti che il territorio a causa delle estrazioni di metano ha già subito in passato danni importanti per l’abbassamento del suolo ed il cuneo salino.
PROMOTORE DELL’INIZIATIVA E MODERATORE DELL’INCONTRO, Vinicio PIASENTINI
INTERVERRANNO:

Michele CASARIN (Presidente Comitato San Martino in Salute)
Giorgia BUSINARO (Direttrice Lega Ambiente Veneto),
Graziano AZZALIN (Componente Comitato Nazionale per il SI)
Cristiano CORAZZARI (Lega Nord)
Ivaldo VERNELLI (Movimento 5 Stelle)

TUTTA LA CITTADINANZA E’ INVITATA

 

fonte: civicovenezze

Per un refuso del sito del Comune di San Martino, la festa degli alberi era stata indicata al 22 marzo anziché al 22 aprile.
Il comune ha corretto il calendario e di questo diamo notizia, difatti la festa degli alberi é programmata per il 22 aprile 2016.
Ci scusiamo per la confusione

 

fonte: civicovenezze

L’attivissima Amministrazione Comunale,   in collaborazione con le Scuole del territorio, organizzano per  Martedì, 22 Marzo 2016 dalle 9:00 -alle  12:00, l’annuale FESTA DEGLI ALBERI.
E’ molto importante questo evento, soprattutto ai giorni nostri quando serve una maggiore attenzione e sensibilizzazione verso i temi ambientali, dato lo stato dei nostri territori.
Domani, quindi, tutti in PIAZZA ALDO MORO, a festeggiare i bambini che festeggiano gli alberi.
fonte civicovenezze

Hai dai 10 ai 100, o più anni?
Hai voglia di sporcarti le mani con la nuda terra?
Vuoi provare a coltivare qualcosa ma non ne hai la possibilità?
Vuoi produrre ciò che mangi?
Vuoi stare un po’ in compagnia?…
Preceduto da queste cinque domande, Martedì 16 febbraio alle ore 21 presso la sala civica M.T. Reato,  il presidente del Comitato SAN MARTINO IN SALUTE, ha presentato il progetto “ORTI ASSIEME”.
Come ha illustrato Michele Casarin, con questo progetto il comitato, coinvolgendo tutte le associazioni presenti sul territorio, si propone di chiedere all’amministrazione comunale l’uso di un terreno nel pieno centro del paese per poterlo suddividere, inizialmente, in quindici piccoli appezzamenti di circa 30mq da coltivare ad orto e darli in concessione a chiunque ne faccia richiesta e sia in possesso dei requisiti che  saranno definiti in apposito regolamento da redigere in collaborazione tra le associazioni e  l’amministrazione comunale concedente.
Attraverso questa iniziativa, si vorrebbero raggiungere diversi risultati: la riqualificazione di un appezzamento in totale abbandono, poter fornire a chi ne ha bisogno una seppur minima fonte di sostentamento, migliorare la socialità favorendo rapporti di interscambio attraverso la solidarietà che si crea fra chi condivide sforzi ed obiettivi, poter essere (perchè no?) una scintilla per altre iniziative riqualificanti e magari fonti di reddito per il nostro territorio (svago, tempo libero, turismo ecc…).
Sono intervenuti a raccontare le esperienze di altre realtà il presidente del  wwf rovigo Eddy Boschetti ed i rappresentanti di una uguale iniziativa vicino ad Adria.
Chi volesse manifestare il proprio interesse a prendere in gestione un piccolo appezzamento può inoltrare richiesta a sanmartinoinsalute@gmail.com, oppure postare la richiesta sul gruppo FB San Martino in Salute.

logoortiassieme

logoortiassieme

fonte: civicovenezze

“E’ stata una giornata bellissima, che ha visto una numerosa partecipazione con anche molti ragazzi”. Questo è stato il principale commento raccolto dai partecipanti alla biciclettata del 27 settembre scorso organizzata dai comitati SAN MARTINO IN SALUTE, CA’ EMO NOSTRA e GAIA di Adria, per sensibilizzare partecipanti e non sui temi per la salvaguardia dell’ambiente e della salute.
In una giornata ventosa, gli oltre 130 partecipanti sono partiti dalla Piazza Aldo Moro di San Martino e si sono snodati in un lungo serpentone per Via Marconi, al termine del quale presa la provinciale hanno preso la direzione del Ceresolo, affiancando la ex discarica; superati i due ponti si sono diretti a Villadose prendendo per Via Zennaro (affiancando la pericolosa discarica denominata Taglietto) per dirigersi alla piazza Corte Barchessa. Da li hanno percorso un anello all’interno di una apatica Villadose, percorrendo anche un tratto di Regionale, per fermarsi al punto di ristoro presso il bar Schiesari, dove sono stati effettuati gli interventi della vice sindaco di Villadose e del presidente del Comitato San Martino in Salute. Terminato il ristoro, via contro vento in direzione Ca’ Emo, dove dopo una breve sosta di fronte alla Coimpo (durante la quale è stato osservato un minuto di silenzio in commemorazione dei caduti di circa un anno fa) è stata raggiunta la piazzetta dove è stata posta la targa commemorativa ai caduti del 22 settembre 2014. Dopo il ristoro con panini e bibita, offerto dal negozio di generi alimentari locale, si è assistito agli interventi di chiusura da parte, rispettivamente, di Don Giuseppe Mazzocco (della parrocchia di Carbonara-Adria), Don Giuliano Zattarin (parroco di San Martino e Beverare), i presidenti dei comitati SAN MARTINO, CA’ EMO e GAIA.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

fonte: civico venezze

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: