Header image

SAN MARTINO – Il comitato “San Martino in salute” torna a farsi sentire. Stasera 21 novembre  il comitato cittadino, sorto a settembre per contrastare l’insediamento della centrale a biomasse da 2,9 megawatt che dovrebbe sorgere in via Marconi, località frutteto, in prossimità del centro cittadino, voluto dalla società “Frutti del sole”,  ha indetto una riunione che si terrà alle 21 nella sala mensa della scuola primaria di via Marconi. Durante la serata l’amministrazione comunale comunicherò alcune importanti novità a riguardo di tale progetto.
L’ultimo tassello della vicenda risale allo scorso 16 ottobre in cui nella sede della Provincia di viale della Pace, si era tenuta la conferenza dei servizi con gli enti interessati (Provincia, Comune e società “Frutti del sole”), in cui era stata inizialmente bocciata la proposta per la mancanza del titolo di disponibilità dell’area sulla quale dovrebbe sorgere il manufatto.
Il comitato informa, inoltre, che sabato alle 9.30 nella sala civica di via Maria Teresa Reato, si terrà un’ulteriore riunione per formalizzare uno statuto e un regolamento, al fine di operare in modo integrato e sinergico con altri comitati ambientali dei territori limitrofi. Intanto, in paese, sono ancora presenti e visibili diversi striscioni che inneggiano alla contrarietà all’insediamento alla centrale a biomasse.

striscione anti centrale biomasse san martino

fonte: la Voce Rovigo

coimpo-ca-emo-incontro-pubblico-barbujani-02Anche i rappresentanti del comitato San Martino in Salute sono andati ieri sera all’incontro che il Sindaco di Adria ha avuto con i cittadini di Ca’ Emo, e col neonato Comitato CA’ EMO NOSTRA, per aggiornarli sullo stato delle cose in merito al grave incidente che alla Coimpo ha causato quattro vittime.

Il Sindaco ha spesso tenuto a precisare che è dalla parte dei cittadini, ma il comitato ha giustamente, sottolineato che questo appoggio non è molto evidente e che molto si sarebbe dovuto fare per cercare di evitare la tragedia, dato che molti segnali “odorosi” potevano far presagire un comportamento non proprio cristallino, e che le segnalazioni dei cittadini non si sono mai fermate. Il sindaco si giustifica trincerandosi dietro lettere inviate “agli enti preposti” e ad  “indagini in corso”, ma offre la propria collaborazione e sostegno al neonato comitato mettendo a disposizione tutta la documentazione in possesso dell’amministrazione e annunciando che in caso di rinvio a processo si costituirà parte civile.

Il comitato ha ribadito che apprezza l’offerta ma che, in quanto  Tutore della salute pubblica avrebbe dovuto seguire l’esempio del collega di San Martino che aveva emesso ordinanza per vietare gli sversamenti nei terreni del comune delle sostanze che la Coimpo forniva ai contadini, dopo aver fatto analizzare tali sostanze.

fonte Civico Venezze

 

Ieri mattina (16 ottobre 2014) una rappresentanza della popolazione di San Martino si è radunata davanti agli uffici provinciali in Viale della Pace, chiamata dal Comitato San Martino in Salute a sostenere l’Amministrazione Comunale nella udienza alla Conferenza dei Servizi prevista per le ore 11, nella quale si doveva dibattere l’approvazione del progetto di Costruzione di una centrale termica a biomasse in pieno centro cittadino.

Il sindaco Piasentini, accompagnato dal tecnico e dal vice sindaco, ha insistito col presidente della Conferenza affinchè il Comitato Cittadino San Martino in Salute potesse essere presente alla seduta, in rappresentanza degli oltre 1.400 firmatari, e potesse esprimere il sentimento della popolazione in merito a tale progetto, oltre a sottolineare le molte criticità ambientali insite nel progetto stesso.
Il Presidente Ing. Ferrari (con tono piuttosto alterato) negava al Comitato l’accesso alla seduta, sostenendo non fosse previsto dalle legge (?).
Il Sindaco ha espresso con fermezza le rimostranze per questo diniego ed ha preteso che fosse messo a verbale il documento redatto dal Comitato San Martino in Salute, nel quale sono contenute tutte le osservazioni ambientali ed etiche a sostegno di una ferma opposizione alla realizzazione del progetto.
Dalla strada, intanto, con cori e slogan anche i partecipanti al raduno facevano sentire la loro giusta e sacrosanta protesta.
Dopo circa un’ora di seduta, la Conferenza ha espresso momentaneo parere negativo in attesa dell’acquisizione di ulteriore documentazione amministrativa.

Il Sindaco ha informato la folla  sull’esito della riunione e subito dopo, accompagnato da una rappresentanza del Comitato San Martino in Salute, si è recato a Palazzo Celio dove era atteso in udienza dal neo eletto presidente della provincia Marco Trombini, al quale è stata fatta dettagliata esposizione della vicenda.

fonte: civico venezze

Per scaricare le immagini della manifestazione:
Manifestazione contro centrale a biomasse (204)

IL COMITATO “SAN MARTINO IN SALUTE” INFORMA :

GIOVEDÌ 16 OTTOBRE 2014 alle ore 11.00 presso il palazzo della Provincia di viale della Pace a Rovigo si terrà la commissione dei servizi che decidera’ sull’autorizzazione alla centrale termica a biomasse presentata dalla società “Frutti delsole”.

IL COMITATO “SAN MARTINO IN SALUTE”

INVITA TUTTI A PARTECIPARE

in modo Attivo e Ritrovarsi davanti alla sede dove si terrà la commissione dei servizi per far sentire la presenza dei cittadini di San Martino. Sara’ predisposto un pullman per raggiungere la sede della conferenza con tappe:

-Palazzo Corni ore 9,30; -Beverare davanti al cimitero ore 9,35;

-Ca’ Dona’ presso Chiesetta ore 9,40;

-Penisola pressoTabacchi Ovan ore 9,40;

-Borgo Via Carducci presso edicola il Borgo ore 9,45;

– via Marconi parcheggio scuole elementari ore 9,45;

– Saline davanti alla Madonnina ore 9,50.

PER COMUNICARE LA PROPRIA ADESIONE A :

Casarin Michele : e-mail michele.casarin2006@libero.it

Lino Fabbian : cell. 3402427653 e-mail fabbian.lino@libero.it

Prisco Crivellin : cell. 3407838623 e-mail priscopers@vodafone.it

fonte: civico venezze

un altro striscione

un altro striscione

lo striscione

lo striscione

SAN MARTINO DI VENEZZE – Uno striscione contro le biomasse. Ieri, all’imbocco della Sp29 San Martino-Cavarzere, in prossimità dell’incrocio con la Sp3 San Martino-Anguillara, è comparso lo striscione “No alla centrale a biomasse”, riferito all’impianto da 2,9 megawatt alimentato a cippato che dovrebbe sorgere in via Marconi, zona frutteto, in prossimità del centro cittadino, da parte della società “I frutti del sole”. Impianto al centro delle polemiche di questi giorni, con l’amministrazione comunale che si è dichiarata contraria, assieme al comitato cittadino “San Martino in salute”. Giovedì 16 ottobre in Provincia si terrà la conferenza dei servizi con gli enti coinvolti (Comune, comitato cittadino, Provincia, Arpav e la società appaltatrice) per valutare l’iter. Si preannuncia già la presenza di una delegazione di cittadini intenzionati a manifestare davanti il palazzo della Provincia di viale della Pace a Rovigo, per ribadire la contrarietà  all’impianto.

fonte: La Voce Rovigo

SAN MARTINO DI VENEZZE – L’amministrazione comunale e la cittadinanza di San Martino unite contro le biomasse. E’ questo il messaggio uscito dalla palestra di via Marconi martedì sera 30 settembre, sede del consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza, sul delicato tema dell’impianto a biomasse che la ditta “Frutti del sole” di San Martino vorrebbe realizzare in località frutteto, vicino a scuole e impianti sportivi, in grado di sviluppare 2,9 megawatt e alimentato a cippato di legno per il riscaldamento di circa una decina di ettari di serre nel periodo invernale.
Martedì sera, alla presenza di quasi 300 persone, si è svolto il consiglio comunale aperto alla cittadinanza. Il sindaco Piasentini ha ripercorso l’iter, iniziato a maggio di quest’anno, quando la società “Frutti del sole” ha fatto richiesta per installare tale impianto. L’amministrazione si è dichiarata contraria fin da subito, esprimendo forti dubbi e perplessità, ma la società ha proseguito sulla sua strada. Provincia e Arpav si sono espresse favorevolmente in merito alla realizzazione; il Comune di San Martino ha interpellato l’Ulss per ulteriori verifiche sulla qualità dell’aria che l’impianto comporterebbe, ma a tutt’oggi la ditta non ha ancora fornito questi dati.
Ad alzare la voce anche il neonato comitato cittadino “San Martino in salute”, costituitosi dopo tali vicissitudini, che ha raccolto finora oltre mille firme, contrario all’insediamento di tale impianto e schieratosi al fianco dell’amministrazione per partecipare alla conferenza dei servizi con gli enti interessati per ribadire il fermo ‘no’ alla realizzazione dell’impianto vicino al centro del paese.
Alla fine, maggioranza e opposizione, dopo aver discusso le modalità di intervento, hanno approvato all’unanimità una delibera da presentare alla conferenza dei servizi, in cui tutta l’amministrazione e la cittadinanza si schiereranno unite contro tale progetto.
Numerosi gli interventi in merito da parte del pubblico, tutti concordi nel ribadire il fermo ‘no’ alle biomasse.
fonte: La Voce Rovigo
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: