Header image

La chiusura del Forum non ha scoraggiato il nostro parroco Don Giuliano il quale ha trovato un’altra piattaforma sulla quale proporre la consueta serie di incontri: google meet.
Per avvicinarsi al natale Don Giuliano ha pensato ad una serie di incontri dal titolo “Liberi pensieri in vista del NATALE 2020” attraverso i quali farci incontrare sul web i vari personaggi che proporranno temi di riflessione e di approfondimento culturale. La piattaforma scelta è quella di google meet ed in prossimità di ogni incontro verrà reso noto il link sul quale cliccare per accedere alla conferenza.
Questo il calendario degli incontri: (per le modalità di accesso vedi alla pagina “calendario eventi” del sito www.unpastosmb.it” o scarica il seguene pdf Guida per partecipare alle riunioni)

• Venerdì 27 Novembre ore 21:15
A CHE ORA è LA FINE DEL MONDO?
conversazione con ANDREA SEGRE’ e ILARIA PERTOT, entrambi professori all’Università di Bologna

• Venerdì 4 Dicembre ore 21:15
BELLE NOTIZIE NELLA PANDEMIA
conversazione con DERIO OLIVERO, vescovo di PINEROLO

• Venerdì 11 Dicembre ore 21:15
DOVE VA IL MONDO – una riflessione geopolitica
conversazione con FABRIZIO MARONTA, redazione LIMES, Roma

• Venerdì 18 Dicembre ore 18:00
NATALE: un Dio dal volto umano
conversazione con ALBERTO MAGGI, biblista, Montefano

• Lunedì 21 Dicembre ore 21:15
LA CASA COMUNE
conversazione con FILIPPO IVARDI, direttore di NIGRIZIA, Verona

Riportiamo anche un breve stralcio del comunicato col quale il parroco promuove l’iniziativa:

In vista del Natale 2020, come Unità Pastorale di San Martino e Beverare, abbiamo pensato bene di comunicare fra di noi attraverso alcune conversazioni guidate da persone che ci possono aiutare a porci delle domande, da prospettive diverse, sui principali cambiamenti in corso e su come sarà il nostro futuro. Che cosa rimarrà della drammatica esperienza della pandemia che ha colpito tutto il mondo? Come coglierne anche i frutti positivi, quelli che ci permettono di uscire dalla “ normalità” delle nostre esistenze di prima e guardare a nuovi stili di vita per il futuro?
L’invito è rivolto a tutti, indistintamente, anche se questi incontri potrebbero essere un appello rivolto soprattutto ai giovani e ai genitori al fine di riscoprire un percorso di formazione e di informazione che ci permetta di vivere la nostra vita come dono e responsabilità. Ogni dono ricevuto è una grande fonte di gioia, ma apre anche a un impegno, perché ci rende responsabili di ciò che abbiamo ricevuto. Vivere in pienezza la propria vita è un modo per non mortificare se stessi e rispondere al dono con il dono, all’amore con l’amore. Un impegno che va vissuto e coltivato in ogni fase della vita. Ciò significa che anche i bambini vanno educati, sin da piccoli, a sentire e ad assumere le proprie responsabilità verso se stessi e verso gli altri. Educare alla responsabilità rappresenta un potente antidoto per combattere la rassegnazione, la stanchezza, il disimpegno che serpeggiano in questa nostra società, ma soprattutto rappresenta una importante occasione per far vivere l’esperienza del dono, del dare qualcosa di sé e del costruire relazioni autentiche. La vita come dono e come responsabilità. La vita come un donarsi per ritrovarsi, un dispiegarsi per accogliersi, un aprirsi per scoprirsi. Vivere in maniera responsabile è un invito a crescere, a cambiare, un “ rispondere a “, giorno dopo giorno, attraverso il proprio concreto esistere. Non potendo stare troppo vicini o incontrarci per scambiarci qualche gesto di affetto, non ci resta che PENSARCI e approfittare delle conversazioni on-line in programma nel cammino verso il Natale.  con affetto don Giuliano”

Natale2020

 

 

 

 

 

 

fonte: civicovenezze.com

 

Nella nostra comunità ci sono stati diverse evoluzioni della situazione “COVID-19”, riportiamo , pertanto, la nota informativa del sindaco emessa in data di oggi 13 novembre 2020, comprendente anche le disposizioni dell’ordinanza regionale del 12 novembre:
“Aggiorno la comunità sull’andamento dell’emergenza sanitaria per la diffusione del Virus Covid 19 sul nostro territorio.
Ad oggi i soggetti positivi sono in numero di 19, oltre 27 persone in isolamento per contatto stretto. Registriamo anche 4 guariti.
Comunico inoltre una bella notizia. Nel pomeriggio di giovedì 12 novembre 2020, a seguito del riscontro di 5 positività, l’Azienda Sanitaria Locale ha infatti effettuato, presso il Forum San Martino, i tamponi sugli studenti di alcune classi delle scuole primaria e secondaria del capoluogo, oltre che su insegnanti e collaboratori, non riscontrando altre positività.
Segnalo inoltre che, sempre n data 12 novembre 2020 è stata pubblicata una ordinanza del Presidente della Regione del Veneto, riportante ulteriori misure da adottare sul territorio regionale per il contenimento del contagio. Le principali disposizioni sono le seguenti:
a) Misure di carattere generale
– È obbligatorio l’uso corretto della mascherina al di fuori dell’abitazione, a eccezione dei bambini di età inferiore a sei anni,
dei soggetti che stanno svolgendo attività sportiva e dei soggetti con patologie o disabilità;
– nel caso di momentaneo abbassamento della mascherina per la regolare consumazione di cibo o bevande o per il fumo, dovrà in ogni caso essere assicurata una distanza minima di un metro,
– è altresì obbligatorio l’uso della mascherina in tutti i mezzi di trasporto pubblici ed in quelli privati in presenza di non conviventi;
– È consentito svolgere attività sportiva, attività motoria e passeggiate all’aperto, presso parchi pubblici, aree verdi, rurali e
periferiche, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per
l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività e in ogni caso al di fuori delle strade, piazze del centro storico
della città, delle località turistiche e delle altre aree solitamente affollate, tranne che per i residenti in tali aree;
– L’accesso agli esercizi di vendita di generi alimentari è consentito ad una persona per nucleo familiare, salva la necessità di
accompagnare persone non autosufficienti o con difficoltà motorie ovvero minori di età inferiore a 14 anni.
– È fatto divieto di esercizio dell’attività di commercio nella forma del mercato all’aperto su area pubblica o privata se non
nei Comuni nei quali sia adottato dai sindaci un apposito piano, consegnato ai commercianti (il mercato del Mercoledì in piazza Aldo Moro si svolgerà regolarmente nel rispetto di tali disposizioni)
– È fortemente raccomandato agli esercenti di riservare l’accesso agli esercizi commerciali di grandi e medie strutture di
vendita da parte dei soggetti con almeno 65 anni nelle prime due ore di apertura dell’esercizio stesso.
– sono sospese nelle scuole di primo ciclo scolastico
(primarie e secondarie di primo grado) le seguenti tipologie di insegnamento a rischio elevato: educazione fisica, lezioni di
canto e lezioni di strumenti a fiato.
– Dalle ore 15 fino alla chiusura dell’esercizio, l’attività di somministrazione di alimenti e bevande si svolge esclusivamente
con consumazione da seduti sia all’interno che all’esterno dei locali, su posti regolarmente collocati.
– È vietata la consumazione di alimenti e bevande all’aperto su area pubblica o aperta al pubblico, salvo che sulle sedute degli esercizi e secondo le modalità di cui al punto precedente.
b) Misure relative ai giorni prefestivi e festivi
– Nei giorni prefestivi le grandi e medie strutture di vendita, sia con un esercizio unico, sia con più esercizi, comunque collegati, ivi compresi i complessi commerciali e i parchi commerciali, sono chiuse al pubblico, salvo che per la vendita di generi alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie e le edicole.
– Nei giorni festivi è inoltre vietato ogni tipo di vendita, anche in esercizi di vicinato, al chiuso o su area pubblica, fatta eccezione per le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie, le edicole e la vendita di generi alimentari.
– La vendita con consegna a domicilio è sempre consentita e fortemente raccomandata.”

 

 

fonte: civicovenezze

CORONAVIRUS – AGGIORNAMENTO 5 NOVEMBRE

Il DPCM del 3 novembre 2020 con misure urgenti per il contenimento del contagio da Virus Covid 19 ha suddiviso il territorio nazionale in 3 diverse aree di rischio, da moderato (area gialla), ad elevato (area arancione), fino a massimo livello di rischio (area rossa).
Il Veneto è stato posto nell’area di rischio gialla, che comporta le seguenti misure, che si integrano con le disposizioni relative a tutto il territorio nazionale:
– Divieto di circolazione dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di salute, lavoro o necessità;
– Raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, studio o necessità;
– Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno;
– Chiusura di mostre e musei (nel caso del Comune di San Martino di Venezze chiusura della Biblioteca Comunale, mantenendo esclusivamente forme di prenotazione di testi on line);
– Didattica a distanza per gli istituti scolastici secondari di II grado (scuole superiori);
– Riduzione de trasporto pubblico al 50% (fatta eccezione per i trasporti scolastici);
– Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine (anche giochi e slot presenti nei bar e tabaccherie);
– Chiusura bar e ristoranti alle ore 18 (resta consentito l’asporto fino alle ore 22, senza restrizioni per le consegne a domicilio);
– Chiusura di piscine, palestre, cinema e teatri

L’inserimento della Regione del Veneto nella zona gialla sarà soggetto a verifica tra 15 giorni, sulla base dei dati che esaminerà il Ministero della Salute in relazione a numero di contagi, percentuale di tamponi positivi, disponibilità di posti letto nelle strutture ospedaliere (e altri parametri).
Sul sito del Ministero dell’Interno e sul sito internet del Comune (sezione speciale Coronavirus) è disponibile il modello di autocertificazione editabile. Il documento va esibito alle forze dell’ordine in caso di spostamenti soggetti a divieto.

Colgo l’occasione per un aggiornamento sulla specifica situazione del Comune di San Martino di Venezze. Ad oggi i contagi sono 16, oltre ad altri 17 soggetti in isolamento per contatto stretto. I numeri restano alti ed il trend per adesso è in costante aumento. Si invitano tutti i cittadini al massimo rispetto delle nuove indicazioni (oltre alle piu’ volte ricordate precauzioni igieniche e di protezione sempre valide), perché solo in questo modo sarà possibile contribuire a tenere il rischio basso per i nostri territori ed evitare ulteriori dispozioni restrittive .
Il Sindaco Vinicio Piasentini

 

fonte: civicovenezze

Il virus non ferma l’offerta di lettura proposta dalla biblioteca di San Martino G. Casarin, riportiamo le linee guida fornite dalla bilbioteca per usufruire del nuovo servizio
“In riferimento alle disposizioni contenute nel DPCM 3 novembre 2020, riportante misure urgenti per il contenimento della diffusione del Virus Covid 19, si informa che da SABATO 7 novembre 2020, la Biblioteca sarà CHIUSA AL PUBBLICO, fino alla data del 3 dicembre 2020 (data di efficacia del DPCM, salvo modifiche).
Tuttavia la Biblioteca in questi giorni si è arricchita di oltre 400 NUOVI TITOLI (best sellers, saggistica, educazione, libri per ragazzi). Per non lasciare quindi la propria utenza priva di un servizio importante e che negli anni ha sempre riscosso un ottimo successo, verranno garantiti comunque i prestiti con la BIBLIOTECA DA ASPORTO.
Pertanto è possibile consultare la pagina internet openweb della biblioteca e il catalogo completo dei libri disponibili al seguente indirizzo:
http://easyweb.sbprovigo.it/openweb/ROV0SM/
oppure consultare il catalogo del Servizio Bibliotecario Provinciale all’indirizzo
http://easyweb.sbprovigo.it/easyweb/w8022/index.php?biblio=
(possibile l’accesso anche dalla sezione Biblioteca del sito del comune)
Individuato il materiale desiderato puo’ essere inviata richiesta di prenotazione direttamente a biblioteca@venezze.it, specificando:
nome utente iscritto al servizio di biblioteca, tipo di richiesta numero telefonico per contatto rapido.
Le modalità di evasione della richiesta verranno comunicate direttamente all’utente dal tecnico di Biblioteca. Si precisa che la consegna e il successivo ritiro dei titoli prestati viene effettuato nel rispetto delle disposizioni per il contenimento del virus Covid 19, garantendo la salute degli utenti e degli operatori
Per maggiori informazioni Telefono: 0425467131 mail biblioteca@venezze.it
Gli utenti sono pregati di ignorare la mail di ritardo inviate automaticamente dal programma; è possibile comunque telefonare o inviare mail per regolarizzare la propria posizione.

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

La settimana scorsa al Forum San Martino, partecipando all’incontro con Carlo Lucarelli e Claudio Batta, abbiamo incontrato Elena Regalin che ha aperto la serata parlando della sua prima avventura letteraria: Love Disorder, una storia d’amore che pone l’accento sul problema del D.AP., Disturbo da Attacchi di Panico, che sta portando avanti con una casa editrice che utilizza il crowdfunding per finanziare l’iniziativa.
Ma lasciamo la parola all’autrice che presenta se stessa e la sua iniziativa.
Sono Elena Regalin, ho 26 anni e sono originaria di San Martino dove ho frequentato le scuole e la parrocchia sia da animatrice che da catechista. Ho più interessi tra cui la musica e la lettura, ma una passione è la colonna portante fin da quando sono bambina, ovvero la scrittura.
Mi è sempre piaciuto immergermi nella fantasia, creare nuove storie, conoscere nuovi personaggi e così ormai dieci anni fa, ho iniziato a scrivere i primi racconti coltivando giorno dopo giorno questa passione.
Quest’estate il mio sogno, quello in cui ho creduto fin dall’inizio, si è iniziato a fare più concreto.
Sono stata contattata da una casa editrice, la Bookabook. Chi è? Bookabook è una casa editrice innovativa che opera sul campo dal 2014 con un progetto tutto nuovo. Dopo una prima selezione qualitativa del romanzo inviato, bookabook insieme all’autore lanciano sul sito una campagna di crowdfunding. Lo scopo che sta alla base è quello di creare una comunità di lettori attorno al romanzo, prima ancora che questo sia fisicamente nelle loro mani e di dar loro il grande potere decisionale su cosa deve arrivare nelle librerie.
Il mio libro, Love Disorder, ha iniziato la sua campagna l’8 settembre e ha ancora a disposizione 60 giorni per poter raggiungere il suo obiettivo, la pubblicazione.
Cosa si può fare nel concreto? A questo link https://bookabook.it/libri/love-disorder/ si può pre ordinare una copia o più, a scelta fra il cartaceo e l’ebook e contribuire quindi al raggiungimento dell’obiettivo. Inoltre vi è la possibilità di farsi portavoce attivando una rete di passaparola. Ogni piccolo gesto può aumentare il bacino dei potenziali lettori e può avvicinarci al goal.

Love Disorder, ambientato in un contesto tutto italiano, è una storia d’amore che pone l’accento su un problema, al giorno d’oggi, troppo spesso sottovalutato e molto diffuso: il DAP, ovvero il Disturbo da Attacchi di Panico.
La mia protagonista, Camila ha una grande passione per la danza e ha sempre lavorato duramente per poter entrare a far parte di una delle più rinomate accademie di danza. Ma in seguito a un evento che l’ha particolarmente segnata, Camila si rinchiude in quel mostro che la assilla costantemente, lasciando sfumare il suo sogno di fare della danza la sua vita.
Vuole essere questo un romanzo che mostra la realtà di un problema troppo spesso sottovalutato, destabilizzante. Mostra un percorso di crescita, di resilienza, di fiducia verso il prossimo e di appoggio fondamentale dalle persone che ci amano.
Camila affronta, nel corso della storia, una battaglia contro le sue paure, liberandosi da quella finta corazza che si è costruita addosso per proteggersi. Love Disorder mostra come l’amore possa aiutare a lenire le ferite e quanto sia fondamentale per uscire da una problematica come il DAP. “

Elenareg

 

 

 

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

11 SETTEMBRE 2020, anche quest’anno la biblioteca del nostro paese aderisce all’iniziativa provinciale- NOTTE BIANCA DELLE BIBLIOTECHE, con laboratori per ragazzi a partire dalle ore 16,00.
Nell’occasione sarà inaugurata la nuova biblioteca, intitolata alla memoria di GIANCARLO CASARIN, e presentato il nuovo LOGO realizzato dall’artista locale Alessandro Capuzzo. Sarà anche l’occasione per ammirare il MURALES realizzato dalla artista romana Alessandra Carloni per impreziosire la facciata della Biblioteca e per premiare i ragazzi che hanno ideato i nuovi segnalibri per i prestiti librari e il gruppo che in collaborazione con la Coop. Porto Alegre ha realizzato il murales in via Carducci.
La biblioteca sarà aperta per il prestito fino alle ore 23.00!
PROGRAMMA DI MASSIMA
ORE 16.00
LABORATORI PER RAGAZZI
1) TI RACCONTO UNA STORIA: da “Favole al telefono” eta 5-8
2) UN BINOMIO FANTASTICO : da “Grammatica della fantasia” eta 9-12;
Necessaria iscrizione (15 iscritti per laboratorio)
ORE 20.30
-INAUGURAZIONE BIBLIOTECA E LOGO
-IN RICORDO DI GIANCARLO CASARIN – PICCOLO EXSCURSUS CON POESIE E MUSICA
ORE 21.30
-PREMIAZIONE LABORATORIO STREET ART
RAGAZZI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “D.ALIGHIERI” e SCARPE DIEM PORTO ALEGRE.

Sul sito del comune è disponibile il MODULO DI ISCRIZIONE AI LABORATORI (http://www.comune.sanmartinodivenezze.ro.it/homepage/uffici/cultura/eventi/notte-bianca-della-biblioteca-2020.aspx)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: