Header image

Coronavirus, le positività a San Martino ed i dubbi dei cittadini

Articolo del 07.04.2020 - Scritto da civicovenezze in Amministrazione Comunale | Eventi | Notizie

Fino alla fine di marzo San Martino risultava nell’elenco dei comuni non toccati dal famigerato Covid 19; poi, come un pesce d’aprile, il giorno 1 aprile il sindaco comunica di essere stato informato del riscontro di una positività fra i nostri cittadini.
Niente di particolarmente allarmante. Però, anche se non velocemente come in altre realtà, i casi aumentano. Riportiamo di seguito l’ultimo comunicato emesso in data odierna dal Sindaco Vinicio Piasentini, con alcuni chiarimenti relativi ai quesiti che i cittadini si pongono:
“L’Azienda ULSS 5 di Rovigo ha comunicato che i cittadini di San Martino positivi al Covid 19 sono attualmente 5. Il contagio è comunque confinato in poche famiglie nelle quali, purtroppo, si registrano casi nuovi nei familiari conviventi.
L’Autorità di sanità pubblica, come previsto dai protocolli, ha attivato tutte le misure di contenimento.
CASI DI POSITIVITA’ A SAN MARTINO – LE DOMANDE
In relazione ad alcune domande dei cittadini relative ai casi di positività verificati nel nostro Comune volevamo dare alcune risposte e chiarimenti:
CHE MISURE DI PRECAUZIONE SONO STATE PRESE?
Le misure di precauzione sanitaria nei confronti dei nostri concittadini risultati positivi al Coronavirus e di chi in queste settimane è in stato di osservazione domiciliare controllata è competenza esclusiva dell’ULSS 5 che ha già attuato tutti i protocolli sanitari e le verifiche connesse per garantire la sicurezza delle persone e di chi è stato loro vicino. Tali attività di prevenzione e controllo vengono svolte quotidianamente con il coinvolgimento di Polizia Locale e forze dell’ordine, tutelando in ogni caso il diritto alla privacy delle persone.
POSSIAMO ESSERE VENUTI A CONTATTO CON LE PERSONE.
Se ci fossero evidenze di contatti diretti ravvicinati e non protetti avvenuti fra le persone risultate positive ed altri soggetti questi ultimi verrebbero subito interessati dal servizio sanitario per i controlli necessari, le scelte circa l’ospedalizzazione o la sorveglianza domiciliare sono di esclusiva competenza dell’Ulss.
SONO STATO AL SUPERMERCATO ….
se abbiamo frequentato i punti vendita e i luoghi pubblici rispettando le regole disposte in questa fase di contenimento (distanza interpersonale, disinfezione mani, mascherine, ecc.) non dobbiamo preoccuparci.
Vogliamo ricordare che per ogni positivo sintomatico intercettato si stima ci siano circa 10 persone positive non sintomatiche pertanto non ha assolutamente senso cercare di sapere nomi e cognomi.
Dobbiamo stare a casa e nei casi in cui è necessario uscire dobbiamo usare le precauzioni indicate considerando che chiunque si possa incontrare può essere portatore della malattia.

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: