Header image

Dieci domande a… Samuele Ciambu Neodo

Articolo del 29.05.2012 - Scritto da civicovenezze in Notizie | Sport
Il giovane classe ’94 di Beverare si è laureato
cannoniere del Cavarzere con 39 reti negli juniores
BEVERARE (San Martino di Venezze) – Dieci domande a… Samuele Neodo, per gli amici Ciambu, il giovane talento classe ’94 “made in Beverare”, fresco vincitore del titolo di capocannoniere del campionato provinciale juniores con il suo Cavarzere, realizzando ben 39 reti, spauracchio di molti difensori e incubo di ogni portiere. L’occasione è ideale per porre alcune domande sull’esperienza vissuta da Ciambu in questi ultimi mesi alla corte della società veneziana.
Samuele, il campionato è finito e con il Cavarzere siete arrivati terzi dietro a Union At e Loreo. Com’è stata questa stagione?
“Devo dire che è stato un bel campionato, mi ha dato grandi soddisfazioni personali”.
Il Cavarzere si è rivelato il secondo miglior attacco con ben 100 reti segnate (meglio ha fatto solo il Loreo con 101) e la miglior difesa con solo 26 gol incassati. Delle 100 marcature ben 39 hanno portato la tua firma coronandoti re dei cannonieri. Da 1 a 10 quanto conta questo titolo per te?
“Sicuramente 10, perché è stato un mio obiettivo già dalla prima giornata di campionato”.  
Chi è stato il tuo rivale-goleador che ti ha dato più filo da torcere?
“In realtà i rivali sono stati due, Molla dell’Union At e Penzo del Loreo che in alcuni momenti mi hanno superato entrambi, visto che diverse partite le ho giocate anche con la prima squadra, ma poi sono riuscito a vincerlo con 23 gare effettive giocate”. 
La domanda è di rito: il gol più bello che hai messo a segno quest’anno?
“Fra i tanti scelgo quello nella gara di andata contro la Villanovese: sombrero al portiere e da zona defilata pallonetto al difensore giunto in porta”. 
La squadra che ti ha più impressionato in positivo?
“Sicuramente l’Union At”.
Il difensore con il quale hai avuto più vita dura?
“Direi Alfons Qyli della Villanovese”.
Il miglior portiere che ti sei trovato davanti?
“Sinceramente non ho trovato portieri che mi hanno fatto parate strepitose, al massimo ero io che mi mangiavo i gol”. 
Quest’anno hai collezionato pure diverse presenze in prima squadra, addirittura con due gol, segno che mister Pianta ti ha dato fiducia e che meriti il palco della Prima categoria. Come valuti questa esperienza al fianco di giocatori del calibro di Zambelli e Bertipaglia?
“Mister Pianta mi ha dato molta fiducia, a volte non del tutto ripagata da me, visto che ho sbagliato diversi gol anche facili, comunque due calciatori come Zambelli e Bertipaglia mi hanno insegnato davvero molto”.
Ciambu e il futuro: dove ti vedi a settembre? Conti di rimanere a Cavarzere o ti piacerebbe cambiare aria e provare qualche altra sfida?
“Certo qui a Cavarzere sto bene, però il mio futuro resta un punto di domanda. Ne riparleremo quando sarà ora”. 
Infine, a chi dedichi questo bel traguardo che hai raggiunto?  
“Ci tengo a dedicare il titolo di capocannoniere a tutta la squadra juniores di Cavarzere, compreso mister Bernardinello, il quale ha creduto più di tutti in me e al raggiungimento di questo titolo”.
Fonte: La Voce di Rovigo

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: