Header image

Il saluto riconoscente della gente a don Giuseppe Mazzocco

Articolo del 16.11.2011 - Scritto da civicovenezze in Storia

San Martino di Venezze – Don Giuseppe Mazzocco, da cinque anni nella nostra parrocchia di San Martino di Venezze, si è congedato domenica scorsa dalla comunità per andare poi a continuare il suo impegno pastorale nella Parrocchia di Santa Maria Maddalena.
Tutto questo è avvenuto con la celebrazione della Santa Messa alle 11.00 animata dai canti della locale Corale, e con la Santa Messa alle 15.00 durante la quale è stata fatta la celebrazione comunitaria dell’Unzione agli infermi.
Hanno partecipato oltre ai genitori e parenti, una gran folla di fedeli che ha voluto manifestare tutta la simpatia e l’affetto per don Giuseppe che, arrivato come diacono a San Martino, aveva poi continuato qui il suo servizio da sacerdote.
“E’ stata un’esperienza che ha toccato profondamente la mia vista”. Egli ha ricordato la morte di don Mario ed ha ringraziato per la solidarietà espressa dai fedeli.
Lo hanno ringraziato a loro volta, le mamme per il sorriso e la gioia di vivere profusa ai bimbi, ragazzi e adulti; i malati aiutati a superare i dolori e le sofferenze; gli alunni delle medie con Laura Barbierato recente vincitrice a Roma dei giochi della gioventù; ringraziamenti anche da parte del Sindaco.
Il Parroco, don Adriano ha invitato i presenti a riflettere sulla figura del sacerdote chiamato a servire Dio e a renderlo presente in mezzo ai fratelli dove annuncia il Suo messaggio con la parola e le opere.
Lo faccio anch’io, da queste pagine, a nome di quanti non lo hanno fatto personalmente perché impossibilitati o perché sono stati presi dalla commozione dalle sue parole di saluto. Lo faccio ricordando il sorriso e la giovinezza condivisa in tante liete serate con la famiglia e figli. E’ naturale il rammarico ma anche il ricordo riconoscente, che si accompagna con la preghiera perché don Giuseppe possa continuare con la stessa fede e lo stesso entusiasmo che ha testimoniato in questo tempo trascorso in mezzo a noi.

Fonte: La Settimana del 14.10.1990 – Antonio Volte 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: