Header image

Il San Martino mette alle corde i campioni dell’Ariano

Articolo del 13.01.2012 - Scritto da civicovenezze in Notizie

I bassopolesani faticano non poco contro i sanmartinesi: 3-3
Baldon: “Grande prova di squadra. Li aspettiamo al ritorno”

ARIANO POLESINE – Un San Martino tutto grinta e determinazione è uscito con un pareggio un po’ stretto dal palazzetto di Ariano Polesine, dopo essersi fatto raggiungere sul 3-3 dai campioni provinciali in carica, nel corso della gara valida per l’undicesima e ultima giornata di andata del girone B di calcio a 5 Uisp. Il big match tra i ragazzi di Baldon secondi in classifica e i bassopolesani in vetta, giocatosi mercoledì sera, non ha tradito le attese, rivelandosi una sfida dura e nervosa tra due squadre che saranno protagoniste del girone fino a maggio. Ritmi elevati sin dalle prime battute, con i padroni di casa che cercano di imporre il proprio gioco, ma il San Martino è attento e concede ben poco. Il team di Baldon passa in vantaggio sugli sviluppi di un corner, trovando la fortunosa deviazione di un difesore a due passi dalla porta: 1-0. Passano pochi minuti e l’Ariano si rimette in carreggiata grazie al solito Ceka, lasciato libero al tiro: 1-1. Gara equilibrata e in bilico, ma Cavestro direttamente su punizione trova il giusto spiraglio per siglare il nuovo vantaggio sanmartinese. Prima dell’intervallo episodio molto dubbio contestato da Fabbian e compagni, con un’azione confusa in area del San Martino: la palla che schizza all’incrocio e rimbalza sulla linea di porta, poi preda del portiere Casarin che fa ripartire l’azione in velocità, ma nel frangente Cavestro, lanciato in fascia, viene fermato dal fischio dell’arbitro che ritorna sui suoi passi e si dirige verso la porta sanmartinese, tra un capannello di giocatori, convalidando un gol contestastissimo dagli ospiti. Si va così a riposo sul risultato di 2-2, con il San Martino furibondo per la decisione arbitrale. Al rientro in campo la gara sale d’intensità e di agonismo e il San Martino, ancora più determinato, mette alle corde i campioni in carica, con Bertin che firma il vantaggio per gli ospiti: 3-2. Ariano che attacca a testa bassa, ma i tentativi dei bassopolesani si infrangono prima contro la retroguardia guidata da capitan Fabbian e poi contro le parate di Casarin. In avanti, Rizzato fa a sportellate con il diretto marcatore, facendo salire e rifiatare i suoi. Bartolucci e compagni faticano non poco e acciuffano il pareggio solamente dai 10 metri, con un tiro libero concesso dall’arbitro a pochi minuti dalla fine: 3-3. San Martino che sfiora il 4-3 con Rizzato che colpisce l’incrocio. Dopo 50′ tirati e combattuti il San Martino mastica amaro per tre punti sfumati all’ultimo, vista soprattutto la prestazione caparbia del collettivo. Ariano che si è dimostrato squadra esperta e sorniona, ma messa alle corde dai ritmi elevati e dalla difesa accorta dei sanmartinesi. “Dispiace per quel secondo gol assegnato assurdamente – commenta a fine gara mister Baldon – certe decisioni arbitrali sono apparse molto discutibili. Di sicuro una squadra come l’Ariano non ha bisogno di certi regali. Loro hanno faticato non poco contro di noi”. Il mister conclude: “Sono comunque orgoglioso della prestazione dei miei perchè hanno dimostrato di tenere testa a una squadra molto quotata. Li aspetteremo per il ritorno a San Martino”. Con il pareggio di mercoledì sera le distanze tra San Martino e Ariano rimangono invariate a due lunghezze. Se anche al 26 marzo, ultima giornata che le vedrà di nuovo opposte, il distacco fosse così risicato, si preannuncia già una sfida da cuori forti.

Ariano Polesine – San Martino 3-3
Primo tempo: 2-2
Ariano Polesine: Crepaldi, Siviero, Marangoni, Bartolucci (c), Ceka, Colla, Pavani, Zanellato. All.: Tumiatti
San Martino: Casarin, Fabbian (c), Capuzzo, Crivellari, Cavestro, Regalin, Bertin, Visentin, Rizzato, Barison. All.: Baldon
Arbitro: Piva della sezione Uisp di Rovigo
Reti: Marangoni, Ceka, Bartolucci (A), Cavestro, Bertin, Crivellari (S)
Ammoniti: Marangoni (A), Fabbian, Cavestro (S)
 
Fonte: La voce di Rovigo

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: