Header image

Inizio lavori per la sicurezza stradale a Beverare e Saline

Articolo del 24.11.2010 - Scritto da civicovenezze in Amministrazione Comunale | Notizie

Accordo tra l'Assessore Renato Chisso e il Sindaco di San Martino di Venezze Roberto MerlinSoddisfatto il Sindaco Roberto Merlin per la chiusura di un iter procedurale iniziato a maggio 2008 con l’inoltro alla Regione Veneto della richiesta di assegnazione di un contributo ai sensi dell’art. 9 della L.R. 30/12/1991 n. 39 “Interventi della mobilità e della sicurezza stradale”. Il progetto oggetto della richiesta prevede la realizzazione e la messa in sicurezza degli incroci in località Beverare tra la S.P. 3 e le Vie Camponovo, Livelli e Beverare oltre al rifacimento del marciapiede adiacente alla provinciale. Nella località Saline verrà realizzato il prolungamento della pista ciclabile fino a Via Madonnina.
Nel febbraio 2009 veniva sottoscritto tra il Sindaco di San Martino di Venezze Roberto Melin e l’Assessore Renato Chisso l’accordo di programma per l’attuazione dei lavori stanziando un contributo sull’ammontare totale di Euro 443.000,00, la somma di Euro 221.500,00 pari al 50%. Il contributo Regionale, grazie al quale sarà possibile completare l’intera opera, è stato confermato a Novembre 2009 dalla Direzione Infrastrutture della Regione Veneto. Il passo successivo è stato quello che ha visto l’Amministrazione Comunale di San Martino di Venezze coprire l’importo residuo affidando, con regolare gara, l’incarico per redazione del progetto esecutivo, direzione lavori, contabilità, collaudo e coordinamento della sicurezza l’Arch. Sacchetto Alberto di Cavarzere (VE). Nel Settembre 2010 il progetto esecutivo è stato approvato dalla Giunta Comunale nel mese successivo è stata individuata mediante gara d’appalto la ditta affidataria dei lavori Costruzioni Pellegrini Srl di San Martino di Venezze. Il Sindaco Merlin non nasconde il proprio entusiasmo per esser riuscito a rendere esecutivo un progetto iniziato della propria Amministrazione, volto alla sicurezza di tutta la cittadinanza e non solo. 

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo del 18.11.2010 – Diego Novo

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

2 Risposte

  • roberto.merlin says:

    Cara Silvia B., il fatto di avere informato i compaesani interessati al tracciato della lodevole iniziativa volta ad aumentare sensibilmente la sicurezza stradale soprattutto a chi abita lungo la strada provinciale, ritengo sia un successo oltre che personale di tutta l’Amministrazione Comunale che ha fortemente voluto questo progetto.
    Ti ricordo che i lavori interesseranno nella frazione di Beverare, oltre al rifacimento del marciapiede dall’incrocio di Via Beverare fino al Cimitero della frazione stessa, anche l’allargamento con l’inserimento di semafori degli incroci tra Via Palua/Camponovo e la provinciale e tra Via Beverare e la provinciale.
    L’esproprio che si rende necessario per la realizzazione di quanto appena descritto coinvolgerà in minima parte i proprietari interessati, mentre l’indennizzo si rifà a parametri economici fissati dalla Provincia di Rovigo e non certo dall’Amministrazione Comunale che rappresento.
    Durante la riunione tenutasi presso le ex scuole elementari di Beverare, per quanto riguarda l’intervento da farsi nella frazione, tutti i presenti avevano modo di richiedere tutti i chiarimenti possibili sui lavori di imminente inizio.
    Dispiace che tale iniziativa anzichè riscuotere, a mio avviso, una gratitudine abbia suscitato in te disapprovazione.
    Rimango convinto che questo lavoro sia da considerarsi indispensabile per meglio tutelare in termine di sicurezza stradale il nostro territorio.
    Roberto Merlin.

  • sstraccia says:

    Soddisfatto? chiedete un po’ ai cittadini di Beverare che si vedono buttar giù recinzioni e quant altro (cui seguirà un risarcimento irrisorio) se sono soddisfatti… La sicurezza stradale è sicuramente un perno fondamentale per la nostra “…cività dei motori” e sono ben contenta che il nostro caro sindaco porti avanti queste lodevoli iniziative. Peccato non abbia avuto l’accortezza di avvisare i suddetti compaesani; il progetto è partito nel 2008 e il sig. Merlin ha pensato bene di liquidarci con una riunione-farsa fatta circa 1 mese fa, ad appalto già assegnato. Avrei voluto vedere se fosse stato il suo giardino ad andarci di mezzo. Almeno, per recuperare, avesse chiesto al geom. Polo di allegare uno schizzo di progetto a ciascuna singola richiesta di autorizzazione consegnataci. Chiedi di firmare senza sapere se mi buttano giù un pezzo di cucina. Vergogna!
    Silvia B.



Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: