Header image

SAN MARTINO DI VENEZZE – E’ entrata nel vivo con la presentazione delle liste la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale dei ragazzi di San Martino di Venezze. Due le liste: Noi Uniti per i Ragazzi, che sostiene la candidatura a sindaco dei ragazzi di Andrea Capetta, e Noi Cittadini Italiani, capeggiata dal candidato sindaco Alberto Redi.

Le liste includono candidati consiglieri di varie classi, a partire dalla quinta della scuola primaria “M. Montessori” del paese fino alla terza media. La campagna elettorale è stata realizzata nel corso del progetto Pon di cittadinanza attiva, che coinvolge una trentina di alunni di primaria e secondaria. Tra i partecipanti, infatti, figurano anche i due candidati alla carica di sindaco e numerosi aspiranti consiglieri. Perciò durante gli incontri pomeridiani sono stati messi a punto i programmi elettorali, preparate varie tipologie di manifesti e una presentazione PowerPoint per ciascuna lista con i profili dei rispettivi candidati.

Il giorno della presentazione delle liste è stato venerdì 22 febbraio. Per l’occasione sono stati invitati il sindaco del paese, Vinicio Piasentini, e il vicesindaco e assessore all’istruzione, all’ambiente, alla cultura e allo sviluppo territoriale, Ilenia Francescon.

I due amministratori si sono sottoposti con garbo e un pizzico di ironia alle domande degli alunni, alcune preparate durante i pomeriggi trascorsi a scuola nel progetto Pon, altre rivolte spontaneamente, sulla scia dell’interesse suscitato. Entrambi hanno sottolineato come gli incarichi ricevuti siano svolti con passione, per autentico affetto e senso del dovere nei confronti del territorio in cui vivono.

Le soddisfazioni, però, li hanno ripagati: sono stati portati avanti dei progetti importanti per la tutela dell’ambiente e la promozione del territorio. Uno di questi è in corso d’opera: si tratta del completamento della pista ciclabile che dal Trentino conduce al mare. Il Comune di San Martino di Venezze ha aderito a questo progetto per il tratto di competenza con altri quattro comuni polesani, tra cui quello di Rovigo, dato che il cicloturismo è in forte sviluppo.

Per quanto riguarda le scuole, i lavori già effettuati e quelli di prossima attuazione sono fondamentali, ma di scarsa visibilità. La scuola media è stata dotata di porte tagliafuoco ed è tra le poche con Certificato Prevenzione Incendi. E’ imminente l’inizio dei lavori di ristrutturazione della palestra: sarà rifatta la pavimentazione, sostituiti i tabelloni da basket e le spalliere e infine ritinteggiata. L’edificio della scuola sarà dotato di cappotto per il risparmio energetico e ne sarà ripassato il coperto. Sarà completato l’impianto idraulico esterno. La scuola primaria beneficerà di altri interventi. Complessivamente l’impegno finanziario dell’Amministrazione per le scuole si aggirerà intorno ai 360.000 euro.

Presto (probabilmente a fine marzo) sarà ultimato il centro polifunzionale, progetto a cui la scuola media tiene particolarmente per organizzare in un luogo alternativo all’atrio scolastico i propri eventi e dare così loro adeguata visibilità. Il Comune ha anche intenzione di sistemare l’ex cinema Arcobaleno e utilizzarlo come ulteriore luogo d’incontro per la cittadinanza.

Infine il Sindaco ha auspicato maggiore collaborazione tra il CCR che uscirà dalle prossime elezioni e il Consiglio comunale degli adulti. La proposte e le richieste dei ragazzi non possono essere sempre subito esaudite, ma non vengono mai trascurate. Ne è un esempio il parco giochi di Beverare. Più volte, nel momento finale di varie edizioni di Puliamo il mondo, dedicato a uno scambio di idee tra il Sindaco e i partecipanti, gli alunni avevano chiesto maggiore manutenzione per questo luogo di ritrovo e più giostrine. Presto saranno accontentati.

Ora l’appuntamento alle urne, venerdì 1 marzo.

 

 

fonte: roviogoindiretta

Villadose, 23 febbraio 2019: Mauro Corona, invitato dal Comune di Villadose a presentare il suo ultimo romanzo, NEL MURO, trova un gruppo di ambientalisti locali di Terre Nostre supportati da componenti del Coordinamento dei comitati ambientalisti polesani all’ingresso della Sala Europa, luogo dove dove si terrà l’incontro pubblico, che gli consegnano un volantino contenente un elenco di vertenze ambientali del territorio condito da numerosi interrogativi verso l’amministrazione comunale.
Corona, dopo averlo letto, pur dichiarando di non potersi schierare perchè non a conoscenza dei fatti, non ci pensa due volte e chiede se il sindaco sia presente, era entrato qualche minuto prima, per porgli i quesiti contenuti nel volantino.
Nel breve video girato da Dario Bertaglia, si vede il sindaco di Villadose Gino Alessio, che tradisce un certo imbarazzo,  si presenta e tenta di fornire a Mauro Corona, ed ai presenti, una risposta “tecnica” , che sembra non soddisfare Cotona stesso, il quale sottolinea come l’amministrazione pubblica debba in primo luogo tutelare la salute dei cittadini e l’integrità del territorio, cittadini che -purtroppo- ha spesso sentito affermare che “è meglio la malattia ed il lavoro piuttosto che la fame”.
A questo link il video succitato. https://www.youtube.com/watch?v=H4NYIZOZQiY&feature=youtu.be&fbclid=IwAR0Ykh0cUSFgv3zhocU2EtwCGKsGCaihEzoYd7VXoQ4rMunKoecs39OvXac

 

fonte: civicovenezze

 

 

 

Nella sala conferenze del Municipio di Rovigo, oggi 21 febbraio alle ore 12, il neo-riformato Coordinamento dei Comitati Ambooentali del Medio e Basso Polesine ha tenuto una conferenza stampa al fine di rendere pubblica l’iniziativa, di seguito riportiamo il testo presentato da Lucia Pozzato del comitato Terre Nostre di Vilaldose.
Presenti i rappresentanti dei comitati sottoscrittori,in seded ic ocnferenza si sono aggiunti i rappresentati di Papozze per il comitato NO.Biogas.
“Ci troviamo qui stamattina per rendere di dominio pubblico un’iniziativa che porterà sicuramente delle novità positive per i cittadini del Polesine: da anni il Polesine è pesantemente interessato da allevamenti intensivi, spandimento di fanghi nei terreni agricoli, smaltimento di svariati tipi di rifiuti in discariche, senza contare il pericolo incombente di nuove trivellazioni che nel passato hanno arrecato i danni già noti.
Sono nati in questi ultimi anni diversi comitati locali che si propongono di opporsi alle iniziative che mettono a rischio un territorio già di per sé fragile; ma questi singoli comitati si scontrano con potenti interessi economici non sempre trasparenti.
Siamo qui per comunicare che è nato un coordinamento tra diversi comitati ambientali del medio-basso polesine, al quale speriamo si aggiungeranno altri comitati dell’alto polesine. Essere insieme e lottare per gli stessi obiettivi ci dà una grande forza e crea una massa critica non indifferente di fronte a chi sta compromettendo il nostro territorio.
Ci siamo ritrovati per il primo incontro formale a Villadose proprio perché quel paese più di altri rappresenta tutte le fragilità che minano una comunità locale dal punto di vista ambientale, sanitario ed economico.
Le nostre acque e l’aria che respiriamo subiscono infatti un notevole impatto ambientale cumulativo.
Esistono regole precise, ed esistono i principi di precauzione e prevenzione, che per una Pubblica
Amministrazione dovrebbero essere il faro che illumina tutte le scelte in campo ambientale. Ogni azienda che decide di investire deve farlo nel massimo rispetto del territorio e di chi in quel territorio vive. Gli esempi di quanto questi impegni siano disattesi sono numerosi: a partire dagli allevamenti intensivi di polli o addirittura di visoni fino agli stabilimenti chimici della zona industriale di Villadose, passando per l’impianto Coimpo ormai tristemente famoso e le 4 discariche nel territorio polesano che stanno raccogliendo rifiuti non meglio identificati, delle quali intendiamo occuparci quanto prima.
Nei paesi oggetto di insediamenti impattanti per l’ambiente, come Villadose e Corbola, i cittadini hanno
raccolto o stanno raccogliendo firme per fermarli chiedendo tavoli democratici di consultazione, istanze che in molti casi non vengono considerate.
Ricordiamo che tutto ciò che noi scarichiamo sulla natura, nelle acque, nell’atmosfera, nel terreno, dopo un  po’ ci ritorna indietro nel piatto con il cibo, nel bicchiere con l’acqua o nell’aria che respiriamo.
Senza considerare il deprezzamento delle proprietà immobiliari private dei cittadini residenti in territori interessati da queste attività impattanti.
Noi siamo qui per dire alcuni no e molti sì:
-no allo sfruttamento del territorio a danno di molti e a vantaggio di alcuni
– no alle decisioni prese dall’alto senza considerare l’opinione dei cittadini
-no all’idea del “tanto queste sono battaglie perse, ormai..”
-sì a un nuovo sentimento di resilienza dei cittadini di un territorio
– sì alla volontà di riprenderci in mano ciò che è nostro
-sì a tutte le iniziative che educhino i giovani al rispetto dell’ambiente
– si a tutte le azioni che portino le persone più vicine alla propria terra
– sì al consumo critico e informato Siamo determinati a portare fino in fondo le nostre battaglie in difesa del territorio, convinti che salute, ambiente e piena fruibilità della proprietà privata siano le priorità per un vero benessere anche economico del nostro Polesine.
Questo l’elenco dei comitati che hanno per ora aderito all’iniziativa di coordinamento:
Cà Emo Nostra, CTerre Nostre Villadose, San Martino in Salute, Gaia Adria, Pezzoli con la puzza sotto il naso, Pontecchio Pulita, Comitato Ambiente Corbola”.

fonte: civicovenezze

Inviare una mail, controllare le ultime notizie oppure aggiornare il proprio stato sui social network. Da oggi è possibile farlo direttamente dal proprio smartphone, tablet o portatile anche presso gli uffici postali di San Martino di Venezze e Pettorazza, grazie al servizio wi-fi gratuito attivato da Poste Italiane.
Con l’installazione del wi-fi gratuito in questi due uffici, sono 22 gli uffici postali dotati di wireless in Polesine.
Connettersi alla rete internet degli uffici postali è facile, veloce e gratuito. Basta infatti registrarsi e comunicare il proprio numero di telefono mobile, al quale verrà inviato un messaggio con le credenziali per l’accesso al wi-fi.
Vedremo quale sarà la contropartita in termine di pubblicità ed altri consigli per gli acquisti.

 

 

fonte: civicovenezze

Era un tardo pomeriggio di fine maggio 2014, allietato da uno scroscio violento ed improvviso, quando si diede l’avvio all’inaugurazione di una nuova via      ( nei pressi della Corte,  nella nuova lottizzazione del “già frutteto”, con accesso da Via Marconi), e dedicata alla maestra Ida Bardotti, figura di spicco a San Martino fno agli anni ’70 del 1900.
Per l’occasione si fece anche in modo che a Corte Carezzabella fosse celebrato il il 1° Convegno Provinciale sulla Toponomastica femminile.
La manifestazione, dopo convegno, cena, e quant’altro si concluse con l’esecuzione del Concerto per viola e violoncello “Note & Colori” eseguite dai Maestri Glauco Bertagnin e Andrea Maini Musiche di Mozart, Rolla, Handel.
Ma la via rimase chiusa.
Ora, da qualche mese si comincia a vedere del movimento, buon segno di vivacità per il paese.

 

 

 

 

Venerdì 15 e sabato 16 febbraio segnano il ritorno di Lella Costa, Pif ed il dott. Caselli a San Martino di Venezze. Di seguito il calendario dei due appuntamenti:
Il primo, venerdì 15 febbraio ore 21 presso la sala mensa di Via Marconi, è relativo ad una serata dedicata all’amore, dal titolo L’AMORE E’…. E’ organizzata dal gruppo giovani della nostra Unità pastorale ed è un evento … composito. Il giorno dopo San Valentino, in pratica, saranno recitate poesie, cantate canzoni, proposte interviste e quant’altro, il tutto avrà come sfondo l’amore. Il supporto musicale sarà fornito da Stefano Barison e da Davide Mori. Ci sarà pure l’ospite d’onore: LELLA COSTA, che non ha bisogno di presentazioni e che torna a San Martino per la seconda volta.
Il secondo evento sarà sabato 16 febbraio alle ore 21 presso la palestra polivalente Graziano Cominato ed è incentrato sulla presentazione del primo libro di PIF dal titolo “….che Dio perdona a tutti.” . Intitolata: SERATA CON PIF e il dottor GIANCARLO CASELLI ,  vedrà il ritorno di Pif, questa volta in veste di scrittore, mentre il moderatore della serata sarà il dott. Giancarlo Caselli.
15_02 16_02

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: