Header image

Saggi di musica, un successo!

Articolo del 04.04.2013 - Scritto da civicovenezze in Eventi

SAN MARTINO DI VENEZZE – Note, spartiti e tante canzoni per il saggio della scuola di musica a San Martino di Venezze. Sul palco i bambini e i ragazzi del corso di viola, violino e chitarra. L’iniziativa, partita per la prima volta lo scorso anno, sembra aver appassionato i bambini del paese che non hanno perso l’occasione per dare dimostrazione delle loro abilità davanti al pubblico. L’evento, che si è svolto nell’auditorium della scuola primaria ‘Maria Montessori’, ha visto parenti e genitori entusiasti ed emozionati, ma soprattutto pronti ad immortalare con macchine fotografiche e telecamere le esibizioni dei piccoli musicisti in erba. “Nonostante sia passato un anno, la scuola di musica continua ad avere un buon numero di iscritti, le lezioni piacciono molto agli allievi che mi seguono sempre con grande interesse –dice l’insegnante, Martina Cavallaro-. È un vero piacere per me essere riuscita a organizzare il saggio anche quest’anno. Dietro ogni brano presentato da questi piccoli musicisti vi è infatti un grande lavoro di studio e di esercitazioni. Questo significa che gli studenti si sono impegnati molto anche a casa”. Le sette violiniste hanno intrattenuto il pubblico con i brani della tradizione classica e tratti dal celebre musicista Johan Sebastian Bach. I chitarristi invece, si sono scatenati sulle note dei Beatles e dei Pink Floyd. Accompagnati dall’insegnate di chitarra Nicola Zambello e sulle note della canzone di John Williams ‘Schindler’s List’, i piccoli chitarristi hanno quindi concluso l’intera manifestazione ricevendo uno scrosciante applauso da parte di tutti i presenti. Le lezioni della scuola di musica sono aperte a tutti e proseguiranno fino a giugno. L’agenda per gli alunni sarà fitta di lezioni di solfeggio e di esercitazioni con un altro saggio in programma a breve. “Sono orgogliosa che proprio a San Martino di Venezze abbia preso piede la scuola di musica e spero continui così –dice la vice sindaco, Ilenia Francescon-. L’amministrazione comunale è sempre lieta di presentare e di sostenere questo tipo di attività che sono di fondamentale importanza per la crescita culturale dei nostri ragazzi”. Un saggio corposo dunque, che ha visto un netto miglioramento delle performances dei bambini ormai entrati in confidenza con il loro strumento. Come per magia, quindi, il linguaggio del pentagramma non è più difficile da capire, e nota per nota, tutto, diventa una dolce melodia. Musica maestro, quindi, ed è proprio una passione, che se coltivata fin dalla tenera età, in un futuro, neanche troppo lontano, potrebbe portare questi piccoli cadetti a grandi risultati.

Fonte: Il Resto del Carlino – Valentina Magnarello

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: