Header image

San Martino chiude in bellezza

Articolo del 15.11.2011 - Scritto da civicovenezze in Eventi
La domenica di sole ha caratterizzato la sagra che ha ravvivato il capoluogo in riva all’Adige
Tanti gli eventi organizzati: sbandieratori, gara di dolci, mostra fotografica e di pittura
 
SAN MARTINO DI VENEZZE – Cala il sipario sull’edizione 2011 della sagra di San Martino. La bella giornata di sole autunnale di domenica ha fatto da cornice ai numerosi eventi susseguitisi dal 10 al 13 novembre attorno a piazza Aldo Moro e palazzo Mangilli, vero cuore del capoluogo in riva all’Adige. Dopo la castagnata e la tombolata in piazza cominciata giovedì sera, venerdì è stata la volta della serata culturale nella scuola media di via De Gasperi con l’inaugurazione della mostra fotografica “Le grandi opere in Polesine. Dall’unità d’Italia ad oggi” e l’incontro “Un cammino di sviluppo nella nostra comunità, dal post alluvione ad oggi. 1951-2011”, tenuto dal dott. Paolo Bordin, dirigente dell’area economica della Camera di commercio di Rovigo e dal prof. Antonio Volpe, storico locale. Sabato sera sotto il palatenda riscaldato di fianco a palazzo Mangilli si è esibita la band Fabio Rossi trio, gruppo che ha riproposto vari brani melodici sia italiani che stranieri in chiave acustica. La domenica sanmartinese è stata all’insegna della Giornata della famiglia, con la celebrazione degli anniversari di matrimonio svoltisi nella chiesa parrocchiale di San Martino vescovo alle 11. Alle 13 sotto il palatenda si sono ritrovate un centinaio di persone a pranzo, per passare alcune ore in compagnia. Nel pomeriggio spazio agli sbandieratori di Monselice che si sono esibiti con i vari costumi, tamburi e bandiere. Successivamente si sono svolte le premiazioni del concorso riservato alla scuola primaria e secondaria di primo grado del capoluogo intitolato “Il paese nel cuore” e della Gara del dolce casalingo, in cui gli ingredienti principali di quest’anno sono state le noci e la frutta secca. Ben 41 i dolci in gara, assaggiati dalla giuria che ha valutato gli elaborati secondo i criteri di bellezza del preparato, bontà e gusto del dolce e presenza e sapore delle noci e della frutta secca. Prima classificata è risultata Laura Bassato, a cui è andata una macchina da cucire elettronica. Seconda classificata Ilaria Lucchin, a cui è andato un tris di salumi. Terza classificata Stefania Stano, a cui è andato un cestone della spesa. Quarta classificata Albertina Merlo, a cui è andato un salume e una bottiglia di vino, così come alla quinta classificata Elisa Savogin. A tutti gli altri un premio di partecipazione. Spazio poi all’esibizione del gruppo etnomusicale “Le ciaramelle” e alle corali di San Martino e Beverare. Per tutta la giornata nell’atrio e nella palestra della scuola media “Dante Alighieri” si è svolto un mercatino di manufatti artigianali fatti da donne, oltre a un corso base di maglia e l’esposizione delle opere di alcuni artisti di San Martino: Carla Gatto, Maria Busso, Maurizio Bauce, Alessandro Capuzzo, Silvia Crepaldi e Igor Boarin. Per tutta la durata della sagra le giostre hanno accompagnato l’intrattenimento per i più piccoli, oltre alle bancarelle di dolci. Buona la partecipazione della gente che si è ritrovata nella centrale piazza Aldo Moro. Nella serata conclusiva di domenica, classiche castagne e vin con tombola finale che hanno chiuso la kermesse fieristica sanmartinese. Il tutto è stato permesso grazie all’organizzazione dell’associazione culturale San Martino, supportata dall’amministrazione comunale, dal moviemento culturale Libera-mente, dalle parocchie di San Martino vescovo, Santa Maria Assunta e dalla Banca di Credito Cooperativo.
 
 
 
Fonte: La Voce di Rovigo

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: