Header image

San Martino Green, atto finale

Articolo del 02.07.2013 - Scritto da civicovenezze in Amministrazione Comunale
Liquidazione San Martino Green: risvolti positivi per il Comune in riva all’Adige
che tornerà in possesso del capannone situato nella discarica di via Ceresolo 
discarica-san-martino-venezzeSAN MARTINO DI VENEZZE – Risvolti positivi per il Comune di San Martino nell’ambito della liquidazione della San Martino Green Spa. E’ ciò che è emerso dal consiglio comunale riunitosi sabato mattina nella sala consiliare di palazzo Mangilli, in cui si sono discussi ed approvati diversi punti all’ordine del giorno, fra cui le quattro rate di versamento della Tares (tassa sui rifiuti) per il 2013: la prima in acconto entro il 31 luglio, la seconda in acconto entro il 30 settembre, la terza in acconto entro il 31 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre. L’importo delle prime tre rate da versare, pari a un acconto di 10 mesi sul totale dell’imposta dovuta, verrà determinato con le tariffe in vigore nel 2012 a titolo di Tarsu, mentre l’importo della rata a saldo (da cui saranno scomputati i pagamenti effettuati in acconto) sarà commisurato alle tariffe Tares e conterrà la maggiorazione standard pari a 0,30 euro per metro quadrato riservata allo Stato e stabilita a livello nazionale (saranno previste tariffe agevolate per i nuclei famigliari con criticità). Approvate e confermate le aliquote Imu, l’addizionale Irpef, oltre alla modifica dello statuto comunale in adeguamento alla normativa vigente, la discussione sugli accordi degli atti di pianificazione territoriale e urbanistica, la dismissione delle quote della società Attiva Spa e l’approvazione dello schema di convenzione per il rinnovo e l’adesione al servizio bibliotecario provinciale.
In merito ad una interrogazione consiliare presentata dalla minoranza circa lo stato di liquidazione della San Martino Green Spa (ex società che gestiva lo smaltimento di rifiuti speciali come componenti elettronici nella discarica di via Ceresolo, per il 51% privata e per il 49% proprietà del Comune di San Martino, messa in liquidazione nel 2007), il sindaco Piasentini ha anticipato che a breve l’arbitrato degli avvocati liquidatori si esprimerà in merito, attribuendo al Comune la piena proprietà del capannone di 10 mila metri quadrati e dell’adiacente palazzina riservata ad uffici di 500 metri quadrati situati nei pressi della discarica di via Ceresolo, in stallo da ormai sei anni per la fase di liquidazione. Una vicenda il cui esito sembra volgere in positivo per il Comune in riva all’Adige, che verrà illustrata nel prossimo consiglio comunale di luglio.
Fonte: La Voce di Rovigo

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: