Header image

Scuola aperta alla Santa Maria Goretti di Beverare

Articolo del 16.01.2012 - Scritto da civicovenezze in Scuola

BEVERARE (San Martino di Venezze) – Ritorna il consueto appuntamento annuale Scuola aperta della paritaria per l’infanzia Santa Maria Goretti di Beverare. Domenica 15 gennaio dalle 9.30 fino alle 12.30 porte aperte alla struttura di via Cavour, sin cui aranno presenti i componenti del comitato di gestione e le insegnanti. L’appuntamento sarà l’occasione per visitare la struttura nei suoi spazi interni ed esterni, le attrezzature disponibili e l’organizzazione della gestione quotidiana della giornata dei bambini. Sarà anche l’occasione per illustrare la tipologia del lavoro svolto dalle insegnanti. Scuola aperta vuole anche essere l’occasione per il comitato di gestione per sottolineare gli sforzi e l’impegno che si stanno mettendo al fine di migliorare il servizio che si vuole assicurare sempre più efficiente. Saranno illustrate le iniziative che puntualmente durante l’anno vengono svolte dai genitori al fine di sostenere la scuola. Per l’anno 2011 le attività realizzate hanno dato risultati decisamente soddisfacenti riuscendo ad assicurare cospicui contributi economici per la gestione e la didattica della scuola per l’infanzia. A prova degli sforzi profusi e della volontà di mantenere e migliorare un’istituzione scolastica estremamente importante per tutto il territorio comunale di San Martino di Venezze, va anche evidenziato che la scuola paritaria per l’infanzia Santa Maria Goretti di Beverare ha ottenuto un cospicuo contributo da parte della Fondazione della Cassa di Risparmio del Veneto che, sommato a un contributo della Regione Veneto, permetterà di effettuare lavori di miglioria della struttura e dell’ambiente esterno. Progetto che si stava cercando di concretizzare da alcuni anni e che finalmente ha ottenuto la risposta cercata. Coloro che volessero conoscere più da vicino la struttura, il comitato di gestione e le insegnanti rivolgono un caloroso invito a toccare con mano una realtà che risulterà sicuramente sorprendente.

Fonte: La Voce di Rovigo

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: