Header image

SABATO 18 GIUGNO 2022 a partire dalle ore 17,30
Il Comune di San Martino di Venezze, assessorato alle pari opportunità, in collaborazione con Gruppo Giovani San Martino, Discobolo e ASD Running San Martino, organizza
PRELUDIO AL SOLSTIZIO D’ESTATE
Una gioiosa promessa di luce che ogni anno si rinnova. Un momento per vivere l’armonia mente – corpo nel movimento, in attesa della giornata mondiale dello Yoga, ricadente il 21 giugno coincidente con il solstizio d’estate.

Il giorno 18 giugno 2022 dalle ore 17,30 presso PARCO VALLONA ( In caso di maltempo presso PALESTRA POLIVALENTE)
le insegnanti di Yoga CRISTINA TADIELLO (Associazione Discobolo) e SEVILAY TUFECKI (ASD Running San Martino),
accoglieranno i partecipanti secondo il seguente programma:
ORE 17,30 INSIEME PER LA CREAZIONE DI UN MANDALA COLLETTIVO
ORE 18,00 VERSO IL SOLSTIZIO CON LA PRATICA DELLO YOGA
ORE 19,15 APERITIVO.
È RICHIESTO UN ABBIGLIAMENTO COMODO CON TAPPETINO E TELO/ASCIUGAMANO
LA PARTECIPAZIONE ALL’EVENTO E’ COMPLETAMENTE GRATUITA.

Per informazioni rivolgersi al comune di San Martino di Venezze ai seguenti contatti: 0425 99048, TEL SEGRETERIA: 042599053
è gradita l’iscrizione al seguente link: https://forms.gle/wTpKqy67bq9P5u6R8.

1806

 

 

fonte: municipium

SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) – San Martino paese che legge più di tutti. Si potrebbe riassumere così il bilancio dell’attività della biblioteca di via Maria Teresa Reato, che ha chiuso il 2019 oltrepassando il tetto dei novemila prestiti, 9.250 per la precisione, con l’indice di prestito (rapporto fra prestiti totali e numero di abitanti) più alto fra le biblioteche polesane, ovvero 2,37. Vale a dire che, statisticamente, ogni abitante ha preso a prestito oltre due libri nel corso del 2019.
Ma l’attività della biblioteca non si è limitata al solo servizio di prestito. Sono stati acquistati 350 titoli fra libri, dvd e audiolibri. Sono stati organizzati diversi eventi, fra i quali l’incontro con l’autore, lo psicoterapeuta Alberto Pellai; l’incontro con Pino Costalunga, scrittore di libri per bambini, dedicato alla scuola primaria e secondaria di primo grado per la rassegna “Libri infiniti”.
Sono stati organizzati circa una sessantina di laboratori con la scuola primaria, oltre che altrettanti con la scuola dell’infanzia statale e paritaria.
Diverse pure le iniziative cui ha aderito la biblioteca stessa, come il “Maggio dei libri” e “Veneto legge”, ma pure “Un libro per capello”, promozione della lettura nei saloni di parucchieri e barbieri del paese, oltre a “Un libro al giorno toglie il medico di torno”, per favorire la lettura nella sala d’attesa degli studi medici associati.
È stata aperta una nuova sezione ad alta leggibilità per ipovedenti, oltre a numerosi laboratori sulla Shoah, sulla biblioteca della legalità, sull’anno di Leonardo e sull’anniversario dello sbarco sulla luna, in collaborazione con le scuole del territorio.
Ciliegina sulla torta, ha collaborato con un gruppo di giovani per far nascere CINEMARTINO, il cineforum che ieri sera ha visto la proiezione del pluripremiato LA LA LAND.
Un 2019 davvero ricco ed intenso, e un 2020 che si preannuncia altrettanto interessante e vario. A partire dall’intitolazione della biblioteca a Giancarlo Casarin, maestro elementare, tra i promotori dell’apertura della biblioteca sanmartinese circa 30 anni fa, che si svolgerà nella mattinata di sabato 14 marzo, in occasione del ventennale dalla sua scomparsa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

fonte: LaVoce Rovigo

Sigfrido Ranucci si aggiunge all’elenco dei personaggi che “rischiano” di diventare frequentatori abituali di San Martino e del suo capoluogo di Provincia.
Dall’essere essere stato ospite di Don Giuliano Zattarin nella retrospettiva di fine 2019 ha avuto l’occasione di diversi contatti con le realtà locali e l’apprezzamento per l’impegno profuso dai nostri giovani.
L’occasione del ritorno a San Martino è dovuta all’invito che ha ricevuto dal Centro Francescano di Ascolto a partecipare alla 32ema convention dal tema “L’ambiente Violentato” nella mattinata di domenica 26 gennaio presso il Centro Giovanile Don Bosco; in seguito a ciò si propone di incontrare i nostri giovani e le loro famiglie per parlare dello scottante tema: SOCIAL la fabbrica della paura, richiedendo la partecipazione e l’animazione del gruppo Marmaja, che tanto l’avevano coinvolto nella serata del 30 dicembre.
Con la collaborazione del parroco Don Giuliano e dell’Amministrazione Comunale, pertanto:
DOMENICA 26 GENNAIO ALLE ORE 21,00 presso il Forum San Martino in piazzale S.Pertini,
si terrà l’incontro: SOCIAL, LA FABBRICA DELLA PAURA
con SIGFRIDO RANUCCI , conduttore di Report e
animazione musicale del gruppo MARMAJA.

26_01

 

 

 

fonte: civicovenezze

A San Martino di Venezze è di casa lo sport Sabato 11 p.v. a partire dalle 15,30.
Presso la palestra polivalente Graziano Cominato i Pulcini saranno protagonisti  della prima edizione del torneo di calcio a 5 indoor “Adrenalyn Cup” organizzato dalla società Union San Martino 2012 con il patrocinio del Comune di San Martino di Venezze. Protagoniste in campo oltre alla squadra di casa ci saranno Villadose, Junior Anguillara e Rovigo San Pio X — con ACD Villadose, USD Junior Anguillara e Polisportiva San Pio X.
Contemporaneamente, presso gli impianti sportivi del “Celio” protagonisti sarann gli esordienti misti nel primo Torneo “Adige Cup” in un quadrangolare che vedrà  protagoniste, oltre alla squadra di casa, il San Pio X, il Junior Anguillara e la Polisportiva Tribano. Quest’ultimo torneo avrà un seguito anche sabato 18 gennaio.

pulcini esordienti

 

 

 

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

Oggi Venerdì 20 settembre 2019, le scuole primaria e secondaria  di San Martino hanno aderito, ancora una volta, all’iniziativa Puliamo il Mondo lanciata in Italia da Legambiente.
L’iniziativa quest’anno è stata preceduta dalla cerimonia con la quale l’Amministrazione ha inteso inaugurare i lavori di ristrutturazione della “Scuola Media Statale Dante Alighieri”, ora scuola secondaria di 1^ grado, eseguiti questa estate dopo più di cinquantacinque anni dalla costruzione.
In questo nuovo anno scolastico, a San Martino si dà avvio al progetto pilota “Progetto Scuola Senza Aule”, che prevede una nuova organizzazione nel metodo di insegnamento e studio con aule laboratorio, sul modello anglosassone.
Dopo le cerimonie di rito, i ragazzi, formanti un lungo serpentone di gilet e berretti gialli -attrezzati con sacchi e guanti- si sono avviati ai luoghi assegnati per procedere alla pulizia al termine della quale si sono di nuovo radunati davanti alla scuola per produrre i “sacchi” raccolti.
Infine sono stati presentati lavori e giochi imperniati sul rispetto dell’ambiente e la mattinata è terminata con un canto corale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

Il nostro Comune sostiene la cultura e la presenza Universitaria a Rovigo.
Confermati i percorsi di studio attivati in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e l’Università degli Studi di Ferrara, che hanno dimostrato di rappresentare una proposta di grande successo.
Il CUR – Consorzio Università Rovigo – presenta l’offerta didattica relativa all’anno accademico 2019/2020, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e l’Università degli Studi di Ferrara.
Proseguono i Corsi che preparano le figure professionali degli educatori: innanzitutto, il Corso di laurea triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione, che dopo il primo anno comune, propone due curricula ben distinti, entrambi nettamente professionalizzanti.
Due gli indirizzi: Servizi educativi per l’infanzia e Educazione sociale e animazione culturale.

Per chi vuole specializzarsi c’è il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Management dei Servizi Educativi e Formazione Continua, che prevede una parte in comune e successivamente lo sviluppo di due percorsi differenziati che conducono al conseguimento della laurea nella classe prescelta: Programmazione e gestione dei servizi educativi o Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua.
Sempre ricca la proposta per le lauree sanitarie, con i Corsi di Infermieristica, Tecniche di Radiologia Medica, ed Educazione Professionale. Il laureato in Educazione professionale svolge la propria attività professionale in strutture e servizi sanitari e socio-educativi pubblici e privati, ad esempio nelle strutture residenziali e semi-residenziali, in Comunità-Alloggio e Centri Diurni per disabili o anziani, nei Distretti, nei Dipartimenti di Salute mentale e nei Ser.T., o può svolgere attività di Educazione alla Salute e di supporto educativo nei reparti ospedalieri e strutture territoriali per pazienti pediatrici, in regime di dipendenza o libero professionale.

Prosegue il Corso triennale in Diritto dell’economia, immediatamente professionalizzante, che forma personale con competenza amministrativa e gestionale da inserire nelle banche, nelle società di assicurazioni e di intermediazione finanziaria, nelle organizzazioni non profit, nelle società di servizi, nella pubblica amministrazione o liberi professionisti.

Chi sceglie Ingegneria avrà la possibilità, a Rovigo, di seguire al 5° anno l’indirizzo in Progetto e Fabbricazione con i Materiali Polimerici del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica, che forma una figura professionale molto richiesta dalle imprese dei comparti manifatturieri di prodotti in materiale polimerico.

Confermata la dimensione internazionale del Corso Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, grazie alle convenzioni con l’Università di Strasburgo (Francia) e con l’Università di Granada (Spagna). Il corso offre inoltre la possibilità di personalizzare il proprio iter didattico con insegnamenti calibrati sulla realtà produttiva locale. Il rapporto con il territorio si concretizza anche con un’ampia offerta di tirocini pre-laurea.

Collegato all’attuale mercato del lavoro anche il Dottorato in Diritto dell’Unione Europea e ordinamenti nazionali.

PALAZZO ANGELI | PROSSIMA SEDE DI GIURISPRUDENZA
Da quest’anno la città di Rovigo avrà la propria Università in pieno centro. Il Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’Università di Ferrara sarà, infatti, nella nuova sede di Palazzo Angeli. Collocato su Via Angeli, con l’ingresso principale sul centralissimo Corso del Popolo, lo storico edificio è uno dei più importanti di Rovigo.
Sia per la bellezza del progetto in stile neoclassico dell’architetto veronese Francesco Schiavi, commissionato dai conti Angeli di Rovigo e terminato nel 1780. Sia per la storia illustre, che ha visto re e imperatori risiedere nelle stanze che saranno ora popolate dagli studenti di Giurisprudenza.
Di proprietà del Comune di Rovigo e restituito all’uso grazie alla Fondazione Cariparo, la nuova sede di Palazzo Angeli ha aule e spazi appositamente studiati per ospitare le lezioni, le sale studio, i laboratori, la segreteria didattica e la biblioteca giuridica. In ambienti prestigiosi, a misura d’uomo e tecnologicamente all’avanguardia.
Informazioni sui percorsi di studio attivati dal CUR sul sito www.uniro.it

 

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: