Header image
Dopo i vari aiuti dati a sostegno delle famiglie in difficoltà, erogati sia per via diretta che tramite le associazioni assistenziali del territorio, l’amministrazione comunale ha deciso di estendere il campo di intervento occupandosi delle attività produttive che hanno subito una prolungata chiusura.
Di seguito il provvedimento:
“SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
“In considerazione del perdurare della grave situazione epidemiologica che ha determinato la sostanziale chiusura delle attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e delle palestre per lunghi periodi e soprattutto nei mesi di dicembre e gennaio appena trascorsi, l’Amministrazione Comunale, condividendo le difficoltà e i disagi degli esercenti del territorio, ha ritenuto di erogare, nei limiti delle disponibilità di Bilancio, un contributo straordinario una tantum di Euro 1.000 alle attività di bar, ristoranti e palestre private che operano sul territorio del Comune di San Martino di Venezze
Nella seduta di Giunta Comunale del giorno 29 gennaio 2021 è stato deliberato pertanto un contributo una tantum in favore di queste attività. Dalla prossima settimana saranno disponibili, sul sito internet istituzionale e sulla app municipium i moduli per presentare la richiesta on line alla Segreteria del Comune, sulla quale dovranno esclusivamente essere dichiarate le generalità dell’attività, e certificata la riduzione dei corrispettivi totali dei mesi di dicembre 2020 e gannio 2021, di oltre 1/3 rispetto all’analogo totale dei mesi di dicembre 2019 e gennaio 2020.
Siamo consapevoli che il contributo non puo’ risolvere i gravi problemi causati alle attività imprenditoriali dalla pandemia, ma abbiamo ritenuto di dare comunque un segnale di vicinanza della comunità rispetto alle situazioni di maggiore difficoltà. Nella speranza che quanto prima si possa uscire da questa situazione drammatica e che tutte le attività imprenditoriali e professionali del nostro territorio possano ritornare ad operare con serenità a beneficio di tutta la collettività.
Il Sindaco Vinicio Piasentini”
fonte: civicovenezze

Nel nostro ultimo articolo si riportava la comunicativa del comune relativa alla posa della fibra ottica e dei servizi disponibili. Il Comune informa che nell’ultimo capoverso del precedente articolo si fornivano commenti e suggerimenti ad un tipo di servizio che non è il FWA, ma che per un refuso è stato riportato in quella informativa ed associato a tale servizio.
In definitiva il comune chiarisce che:
“Segnaliamo infine che il servizio FWA che viene proposto dagli operatori di telefonia, che spesso viene accompagnato dal termine “fibra wireless” è un servizio alternativo a quelli cablati via rame/fibra, usa tecnologie radio e può essere un’altra ottima soluzione.”
Inoltre, come per il servizio fibra, può dare diritto al  Bonus Governativo “internet+PC” , pari a 500 euro, per chi ne abbia i requisiti.

 

 

fonte: civicovenezze

Sui social, anche nel gruppo Sei di San Martino se…, sono apparse informazioni e proposte relative alla posa della fibra per il collegamento internet nel nostro comune. Siccome alcune informazioni possono dare adito a false aspettative, soprattutto in relazione all’ottenimento del bonus internet da 500 euro, l’amministrazione comunale ci tiene a precisare lo stato dell’arte attraverso l’informativa che riportiamo:

“COLLEGAMENTO INTERNET IN FIBRA A SAN MARTINO
Ci sono importanti e positive novità relative al collegamento Internet che saranno a breve disponibili nel nostro territorio e che ci permetteranno di poter accedere alle migliori soluzioni di accesso alla banda Ultralarga.
TIM sta completando il collegamento in fibra dei propri armadi di strada. Questo permetterà di attivare in tempi brevissimi (presumibilmente entro febbraio) il servizio in fibra FTTC (fiber to the cabinet -“”centralina di strada -ndr“”) che, pur mantenendo gli attuali circuiti in rame (doppino telefonico-ndr) che arrivano nelle nostre case, garantirà prestazioni molto superiori all’attuale ADSL (fino a 200Mb/s). Ricordiamo, per chiarezza, che in buona parte della frazione di Beverare tale servizio è già disponibile da diverso tempo.
Contrariamente a quello che è stato scritto in modo non del tutto corretto in un messaggio commerciale apparso di recente sul gruppo FB, non è ad oggi attivabile ancora questo nuovo servizio seppure manca molto poco.
La posa della nuova infrastruttura da parte di OpenFiber è ancora in corso, l’obbiettivo finale è portare la fibra ottica fino a dentro le nostre case. Il suo completamento è previsto entro quest’anno. Sarà quindi successivamente possibile attivare un collegamento in fibra FTTH (fiber to the home-“”utenza domestica-ndr“”) e avere prestazioni ancora migliori.
L’Amministrazione Comunale, in contatto con TIM, darà pronta comunicazione nel momento in cui il servizio FTTC sarà collaudato ed attivabile a livello commerciale.
Ricordiamo che con il passaggio da una connessione di vecchio tipo (adsl) a fibra FTTC/FTTH sarà possibile, per chi ne ha i requisiti ISEE, sfruttare il Bonus Governativo “internet+PC” che propone direttamente il provider internet sia come sconto sul canone di abbonamento che per la fornitura di tablet e pc (fino a 500€).
Segnaliamo infine che il servizio FWA che viene proposto dagli operatori di telefonia, che spesso viene accompagnato dal termine “fibra wireless” non è un servizio di connettività assimilabile a quelli “cablati” via rame/fibra ma usa la rete cellulare quindi prestate attenzione nel momento della scelta.
Il Consigliere Comunale Delegato Riccardo Saoner”

 

 

 

fonte: civicovenezze

CORONAVIRUS – AGGIORNAMENTO 5 NOVEMBRE

Il DPCM del 3 novembre 2020 con misure urgenti per il contenimento del contagio da Virus Covid 19 ha suddiviso il territorio nazionale in 3 diverse aree di rischio, da moderato (area gialla), ad elevato (area arancione), fino a massimo livello di rischio (area rossa).
Il Veneto è stato posto nell’area di rischio gialla, che comporta le seguenti misure, che si integrano con le disposizioni relative a tutto il territorio nazionale:
– Divieto di circolazione dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di salute, lavoro o necessità;
– Raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, studio o necessità;
– Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno;
– Chiusura di mostre e musei (nel caso del Comune di San Martino di Venezze chiusura della Biblioteca Comunale, mantenendo esclusivamente forme di prenotazione di testi on line);
– Didattica a distanza per gli istituti scolastici secondari di II grado (scuole superiori);
– Riduzione de trasporto pubblico al 50% (fatta eccezione per i trasporti scolastici);
– Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine (anche giochi e slot presenti nei bar e tabaccherie);
– Chiusura bar e ristoranti alle ore 18 (resta consentito l’asporto fino alle ore 22, senza restrizioni per le consegne a domicilio);
– Chiusura di piscine, palestre, cinema e teatri

L’inserimento della Regione del Veneto nella zona gialla sarà soggetto a verifica tra 15 giorni, sulla base dei dati che esaminerà il Ministero della Salute in relazione a numero di contagi, percentuale di tamponi positivi, disponibilità di posti letto nelle strutture ospedaliere (e altri parametri).
Sul sito del Ministero dell’Interno e sul sito internet del Comune (sezione speciale Coronavirus) è disponibile il modello di autocertificazione editabile. Il documento va esibito alle forze dell’ordine in caso di spostamenti soggetti a divieto.

Colgo l’occasione per un aggiornamento sulla specifica situazione del Comune di San Martino di Venezze. Ad oggi i contagi sono 16, oltre ad altri 17 soggetti in isolamento per contatto stretto. I numeri restano alti ed il trend per adesso è in costante aumento. Si invitano tutti i cittadini al massimo rispetto delle nuove indicazioni (oltre alle piu’ volte ricordate precauzioni igieniche e di protezione sempre valide), perché solo in questo modo sarà possibile contribuire a tenere il rischio basso per i nostri territori ed evitare ulteriori dispozioni restrittive .
Il Sindaco Vinicio Piasentini

 

fonte: civicovenezze

Il virus non ferma l’offerta di lettura proposta dalla biblioteca di San Martino G. Casarin, riportiamo le linee guida fornite dalla bilbioteca per usufruire del nuovo servizio
“In riferimento alle disposizioni contenute nel DPCM 3 novembre 2020, riportante misure urgenti per il contenimento della diffusione del Virus Covid 19, si informa che da SABATO 7 novembre 2020, la Biblioteca sarà CHIUSA AL PUBBLICO, fino alla data del 3 dicembre 2020 (data di efficacia del DPCM, salvo modifiche).
Tuttavia la Biblioteca in questi giorni si è arricchita di oltre 400 NUOVI TITOLI (best sellers, saggistica, educazione, libri per ragazzi). Per non lasciare quindi la propria utenza priva di un servizio importante e che negli anni ha sempre riscosso un ottimo successo, verranno garantiti comunque i prestiti con la BIBLIOTECA DA ASPORTO.
Pertanto è possibile consultare la pagina internet openweb della biblioteca e il catalogo completo dei libri disponibili al seguente indirizzo:
http://easyweb.sbprovigo.it/openweb/ROV0SM/
oppure consultare il catalogo del Servizio Bibliotecario Provinciale all’indirizzo
http://easyweb.sbprovigo.it/easyweb/w8022/index.php?biblio=
(possibile l’accesso anche dalla sezione Biblioteca del sito del comune)
Individuato il materiale desiderato puo’ essere inviata richiesta di prenotazione direttamente a biblioteca@venezze.it, specificando:
nome utente iscritto al servizio di biblioteca, tipo di richiesta numero telefonico per contatto rapido.
Le modalità di evasione della richiesta verranno comunicate direttamente all’utente dal tecnico di Biblioteca. Si precisa che la consegna e il successivo ritiro dei titoli prestati viene effettuato nel rispetto delle disposizioni per il contenimento del virus Covid 19, garantendo la salute degli utenti e degli operatori
Per maggiori informazioni Telefono: 0425467131 mail biblioteca@venezze.it
Gli utenti sono pregati di ignorare la mail di ritardo inviate automaticamente dal programma; è possibile comunque telefonare o inviare mail per regolarizzare la propria posizione.

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

LE RADICI DEL SAPERE
In questi giorni, la facciata della BIBLIOTECA COMUNALE GIANCARLO CASARIN di San Martino di Venezze si è arricchita di un murales realizzato dalla artista romana ALESSANDRA CARLONI.
L’opera, intitolata LE RADICI DEL SAPERE, rappresenta un albero, le cui radici nascono su un terreno ricco di libri, come se uscisse direttamente fuori da un racconto, dal quale sui rami maturano altrettanti libri e racconti.
Il percorso di crescita, che si sviluppa attraverso la cultura e il sapere è così metaforicamente rappresentato. Tutta l’immagine fiabesca si conclude con la presenza di due ragazzi, dipinti come se fossero appoggiati sulle finestre e intenti a leggere insieme il proprio racconto, mentre sulle spalle hanno legato un aquilone (elemento che richiama il nuovo logo della biblioteca, tratto da una poesia di Giancarlo Casarin), pronti così a spiccare il volo attraverso la forza immaginativa suscitata dalla lettura.
Le radici del sapere è la seconda opera realizzata a San Martino di Venezze, dopo il murales presente nella sala civica M.T. Reato, a fianco della Biblioteca.
L’artista ALESSANDRA CARLONI nasce a Roma nel 1984, dove vive e lavora. Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2008 e si laurea nel 2013 in Storia dell’arte contemporanea, presso l’Università “La Sapienza”. Dal 2009 inizia la sua attività come pittrice e artista, esponendo in personali e collettive in gallerie di Roma e in altre città italiane, vincendo diversi premi e concorsi. In parallelo inizia la sua attività anche come street artist, realizzando opere murali in diverse città e borghi italiani e all’estero, vincendo premi e riconoscimenti (le sue opere sono visibili sul sito www.alessandracarloni.com dove è presente anche il murales rappresentato in sala civica)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: