Header image
LA VICENDA Approvato in consiglio l’atto di transazione con Gea Srl. Ma la minoranza abbandona l’aula 
La caparbietà alla fine ripaga
Palazzo Mangili - Sede dell'Amministrazione Comunale di San Martino di VenezzeSAN MARTINO DI VENEZZE – Il Comune di San Martino ha colto un importante traguardo. Venerdì sera nella sala consiliare di palazzo Mangilli si è svolto il consiglio comunale con tre punti all’ordine del giorno: la variazione delle tariffe del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares), l’assestamento generale di bilancio e il terzo punto, nonché cruciale, sullo stato di messa in liquidazione della San Martino Green Spa, la società che gestiva l’ex discarica di via Ceresolo.
La maggioranza ha approvato, infatti, l’atto di transazione tra il Comune rivierasco, la Gea Srl e la San Martino Green Spa, che ha sancito il riconoscimento, dopo battaglie legali protrattesi diversi anni e iniziate con l’ex amministrazione Merlin, della proprietà del capannone di 10mila metri quadrati, della palazzina adibita ad uffici di 500 metri quadrati e del terreno su cui sono stati costruiti i due fabbricati ubicati nell’ex discarica di via Ceresolo, divenendo così di patrimonio comunale. La Gea Srl invece, si occuperà della fase post mortem dell’ex discarica fino al 2024 per i siti Smart 1 e Smart 2 e fino al 2041 per il sito Smart 3. Al termine di questa fase i terreni ritorneranno di proprietà comunale.
Tutta la cronistoria della vicenda, iniziata nel lontano 2003 con la nascita della società pubblico-privata San Martino Green Spa (per il 51% di Gea Srl e per il 49% del Comune di San Martino), messa in liquidazione dal 2007 per le gravi perdite, generando un contenzioso tra il Comune e la Gea Srl stessa, che rivendicava la proprietà dei beni immobili del sito, è stata spiegata in sede di consiglio dal primo cittadino Vinicio Piasentini, supportato dai commenti tecnici dell’ingegner Roberto Gasparetto e da Daniela Alberghini, legale del comune rivierasco.
La lista di minoranza con a capo Tiziano Bonato e Cesarino Crivellari, al termine dell’intervento del sindaco, ha replicato chiedendo, secondo il regolamento del consiglio comunale, una sospensiva per non avere avuto il tempo di esaminare gli atti e dare gli strumenti necessari alla minoranza per poterne prendere visione e valutare.
Messa ai voti, la richiesta di sospensiva è stata respinta e i consiglieri di minoranza Bonato, Crivellari, Beggiao e Menarello hanno abbandonato l’aula, non partecipando alla votazione dell’atto di transazione che è stato successivamente approvato dalla maggioranza. Dopo l’abbandono dell’aula alcuni consiglieri si sono espressi in merito.
Da Daniele Barison che, a nome del Pd locale, ha elogiato “il buon lavoro svolto dall’amministrazione”, al capogruppo di maggioranza Roberto Merlin che ha espresso “soddisfazione per la fine di un’intricata vicenda durata anni che alla fine ha premiato il Comune di San Martino”, dal consigliere esterno Claudio Contiero congratulatosi “per la caparbietà nell’ottenere questo obiettivo”, aggiungendo che “si è chiusa un’epoca”, al sindaco Vinicio Piasentini, visibilmente soddisfatto “per una battaglia vinta, in cui abbiamo portato a casa qualcosa di nostro”, ma al tempo stesso dispiaciuto per l’atteggiamento della minoranza “che ha perso un’occasione per poter votare all’unanimità un atto che ha visto il Comune di San Martino uscirne in modo più che positivo”, fino a Enrico Contiero che non ha risparmiato una stoccata alla minoranza per “un atteggiamento intollerabile e una mancanza di rispetto verso la cittadinanza che li ha votati, invitando a mettere davanti a tutto la responsabilità di amministratori, prima di occupare una sedie in consiglio per poi abbandonarle nei momenti più decisivi per la comunità”.
Fonte: La Voce di Rovigo

Roberto MerlinL’Assessore Merlin Roberto nonché ex Sindaco di San Martino di Venezze replica all’articolo della Voce apparso in data odierna.
Nel leggere l’articolo apparso in data odierna sulla Voce,  l’ex sindaco Merlin attualmente delegato da parte del Sindaco Piasentini Vinicio assessore ai Lavori Pubblici, Urbanistica e manutenzione del territorio replica brevemente, in merito alle dichiarazioni di seguito riportate del consigliere Crivellari Cesarino sulla Voce del 06/06/2011. ”Purtroppo, durante questo breve periodo elettorale, sono rimasto colpito in maniera negativa dai tanti discorsi che attaccavano il candidato sindaco Bonato. Discorsi che uscivano giornalmente in maniera molto offensiva come ‘Bonato quando era sindaco si è agevolato per far passare un terreno come area edificabile per costruirsi la casa’, oppure ‘Bonato ha dato 100 euro ad un elettore per fotografare la scheda elettorale’ e tante altre dicerie ovviamente false, inventate per portare discredito alla nostra lista. Credo che in campagna elettorale ci si debba confrontare sulle idee migliori, sul programma più condiviso dai cittadini, sui componenti della lista, chiedendoci se sono in grado di svolgere mansioni amministrative, ma offendere un padre di famiglia in questa maniera penso sia eccessivo e inopportuno”, afferma in modo deciso Crivellari, che prosegue: “Tutto questo mi ha fatto ricordare il testamento spirituale di don Mario Michelotto (amato parroco di San Martino del passato), il quale riportava testuali parole ‘Al buon popolo di San Martino di Venezze posso affermare la mia gioia di essere vissuto in mezzo a voi’. Non so se oggi scriverebbe le stesse cose! Forse il buon popolo è cambiato”. Crivellari incalza: “A tutti i nostri elettori dico che, da parte nostra, ci sarà impegno politico e attenzione, affinché si governi in maniera democratica, visto che nell’ultimo quinquennio è mancato da parte dell’amministrazione uscente un dialogo e un sincero confronto con i cittadini”.
Nell’intervento da me fatto nel Consiglio Comunale del 01/06/2011,  ho ricordato al consigliere Crivellari che le sue dichiarazioni sono lodevoli e meritevoli di essere perseguite, anzi tutti dovrebbero adoperarsi in tal senso perché la campagna elettorale sia caratterizzata da lealtà, correttezza e rispetto delle persone, ricordo, senza vena polemica, ma per verità dei fatti che il sottoscritto nel suo mandato non ha mai denunciato nessuno, ma purtroppo questo non è successo nel mio caso, se lo si può ritenere un vanto, ho collezionato sette denuncie, di cui una anche da parte dell’attuale consigliere di minoranza Bonato Tiziano.
Per quanto attiene al quinquennio che è mancato da parte dell’Amministrazione uscente un dialogo con le Associazioni, l’intervento che ha seguito quello di Crivellari in Consiglio Comunale da parte del Sindaco Piasentini è stato eloquente ed esaustivo, l’amministrazione Merlin è stata la prima che ha iniziato a regolamentare con convenzioni i rapporti di utilizzo da parte delle associazioni delle strutture pubbliche, in quanto al mio insediamento nulla esisteva, a ciò, aggiungo che nel mio mandato ho assegnato le sedi alle associazioni Avis, Aido e Protezione Civile, richieste avanzate da tali associazioni anche alle Amministrazioni precedenti, non ultima quella presieduta dal consigliere Bonato, che purtroppo non aveva mai esaudito a tali richieste, se non con promesse mai mantenute.
Chiudo augurando ai consiglieri Bonato e Crivellari un Buon lavoro,  augurandomi che quanto affermato nella dichiarazione del Consiglio Comunale possa trovare riscontro oggettivo nei fatti.

Merlin Roberto

Lettera dei Consiglieri di Maggioranza dell'Amministrazione Merlin ai Cittadini di San Martino di VenezzeI consiglieri di maggioranza dell’Amministrazione Merlin dopo qualche mese che la nuova giunta si era insidiata, hanno inviato questa lettera per conoscenza a tutti i cittadini di San Martino di Venezze.
Ecco la lettera:

 

 

 

A tutti i cittadini
di San Martino di Venezze

LA PAZIENZA HA UN LIMITE ANCHE PER NOI DOTTOR BONATO.

QUANDO SMETTERA’ DI RACCONTARLA SARA’ SEMPRE TROPPO TARDI.
• DOVE ERA NEGLI ULTIMI 10 ANNI DOPO CHE SOLO GRAZIE ALLE SUE CAPACITA’ DI AMMINISTRATORE ABBIAMO DOVUT0 FAR PAGARE AL PAESE L’ADDIZIONALE IRPEF?
• CHI HA PROVOCAT0 IL DISASTRO ECONOMICO/AMMINISTRATIVO IN CUI CI TROVIAMO?
• CHI HA BUTTATO SOLDI PER PROGETTI E CONSULENZE INUTILI?
(COME UNO DEGLI ESEMPI CITIAMO INDAGINE CONOSCITI VA PER INSEDIAMENTO DELLE IMPRESE PER UN COSTO DI EURO 44.520,00).
• DOVE ERA QUANDO COME PRESIDENTE DELLA SAN MARTINO GREEN HA COPERTO LE PERDITE DELLA SOCIETA’ NON ACCANTONANDO ALCUNCHE’ PER EVITARE CHE SI VEDESSE SUBITO CHE NON ERA UN AFFARE, ALMENO PER LA GENTE DI SAN MARTINO, ENTRARE IN SOCIETA’ CON LA G.E.A?

LA SAN MARTINO SERVIZI L’ABBIAMO SISTEMATA, COSI’ FAREMO CON LA SAN MARTINO GREEN, ORMAI IN LIQUIDAZIONE, NONOSTANTE LE FARNETICANTI PROMESSE FATTE ALLA GENTE DA LEI E DAI SUOI COMPARI.

NON LE RISPONDEREMO PIU’ PERCHE’ ABBIAMO ALTRO DA FARE.

DA UN EX SINDACO:
• CHE NON SA FARE UNA LISTA
• CHE SI FA MANDARE A CASA DAI SUOI
• CHE LASCIA LE CASSE DEL PAESE SENZA UN EURO

NON ACCETTIAMO CONSIGLI DI SORTA

UNO AD UNO CON LA PERSEVERANZA E L’ONESTA’ CHE ORGOGLIOSAMENTE VANTIAMO CI OCCUPEREM0 DEI PROBLEMI CHE CI HA LASCIATO, SENZA BADARE ALLE PROVOCAZIONI CHE CONTINUAMENTE PROPONE.

SI METTA IL CUORE IN PACE, CON LEI E LA COMPAGINE CHE AVRA’ FORSE IL CORAGGIO DI SOSTENERLA, FAREMO I CONTI TRA TRE ANNI E MEZZO.

Etc I capigruppo consiliari di maggioranza

 

Scarica la lettera in formato PDF:

Volantino Consiglieri di Maggioranza Amministrazione Merlin contro Tiziano Bonato (1554)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: