Header image

In questo ventoso sabato di fine agosto, Niva (Elvira) Tenan ha incontrato per l’ultima volta i suoi concittadini, i suoi bambini ed ex bambini, parenti ed amici.
In questo periodo pandemico, la chiesa piena a scacchiera non è riuscita a contenere tutte le persone che si sono radunate per dare l’estremo saluto a Niva e stringersi in un abbraccio con i suoi cari.
Niva se ne è andata, vinta dal male che ha combattuto strenuamente, ma ci ha lasciato in dono il suo sorriso; il sorriso che aveva quando la incontravi in bici, il sorriso che aveva quando portava a scuola i bambini col pulmino, il sorriso che aveva quando si prodigava per le attività di volontariato, il sorriso che aveva perfino quando era in piena malattia.
Durante la Santa messa, Don Giuliano ricordandola fra le altre cose l’ha definita “una donna speciale”; una ragazza la ricordava per la sua  allegria che diffondeva fra i bambini, il sindaco Vinicio Piasentini l’ha definita “un faro”, un esempio da seguire: lei che proveniente da un altro paese si era integrata perfettamente e si impegnava sempre col sorriso e con la sua energia; Anna Maria Barbierato l’ha ricordata, fra le altre cose, con la motivazione con la quale era stata insignita della targa di donna dell’anno 2018:
“Il premio alla donna dell’anno 2018, per essersi distinta nell’ambito sociale, è stato conferito a  NIVA TENAN.
A Niva è stata consegnata una targa che recita testualmente: “Per i sorrisi, l’attenzione, l’affetto che da sempre regali ai nostri bimbi, per la disponibilità incondizionata, la contagiosa allegria, la gioia di vivere che sai trasmetterci; per la forza che hai dimostrato nell’affrontare le piu’ difficili sfide”.
Tutti ricordi sottolineati da lunghi applausi sia dagli astanti in chiesa che da quelli ancor più numerosi presenti all’esterno.
Ciao Niva,  il tuo sorriso resterà con noi per sempre.

 

 

 

fonte: civicovenezze

SAN MARTINO DI VENEZZE – Una serata per omaggiare e ricordare le mamme, e premiarne una in particolare: Ida Turri.
Venerdì sera 10 maggio, al ristorante “Alla Busa” a San Martino si è svolta una conviviale organizzata dall’amministrazione comunale e dalla commissione pari opportunità per una serata tutta al femminile.
La cena, che ha visto la partecipazione di quasi una cinquantina di persone, è stata l’occasione per stare assieme tra donne, mamme e non solo. Durante la serata è stata premiata Ida Turri, una mamma che si è contraddistinta in questi anni per il suo esempio, la sua dedizione e l’amore nell’accudire suo figlio Luca, 36enne venuto a mancare lo scorso 11 ottobre dopo un delicato intervento al cuore.
Ida Turri, ricordiamo è stata “maestra dell’asilo statale” (materna) del capoluogo  dalla sua istituzione negli anni 70 e fino all’età del suo pensionamento.
A lei il sindaco Vinicio Piasentini e l’assessore Anna Maria Barbierato hanno consegnato una targa ricordo e un mazzo di fiori come simbolo di stima e riconoscimento e, poco prima della premiazione, le è stata dedicata la poesia “Mamma” scritta da Enrichetta Novo e letta dall’autrice.

Questo slideshow richiede JavaScript.

fonte: civicovenezze-la voce-

Sabato mattina 26 gennaio, nella sala consiliare del Municipio, il sindaco Vinicio Piasentini e l’assessora AnnaMaria Barbierato, hanno consegnato la seconda tranche dei bonus bebè 2018, consistente in 500 euro donati per ogni nuovo nato. Alla consegna erano presenti i genitori di 13 bambini, di cui 2 gemelli. Nel 2018 – come spiega il sindaco – sono nati 27 bambini.
“Siamo contenti e speriamo di avere contribuito almeno ad infondere un po’ di fiducia nei genitori – commenta Piasentini – Con questa misura e con un’attenzione costante alle famiglie e ai giovani ci siamo prefissi l’obbiettivo di arginare il grave fenomeno del calo demografico che affligge i nostri Paesi e l’Italia intera. Abbiamo ottenuto il tempo pieno alla scuola primaria, abbiamo realizzato il centro C.a.s.a a Beverare, stiamo finendo il nuovo centro polivalente, abbiamo investito ingenti risorse nella manutenzione delle scuole. Nel 2019 spenderemo 360mila euro per la manutenzione della scuola media. Le famiglie e i giovani hanno bisogno di servizi e di spazi adeguati che noi tentiamo di fornirgli. Il bonus è rinnovato anche per il 2019, ovviamente”.

 

 

 

fonte: Rovigo In Diretta

Sabato 1 dicembre, ad una settimana dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne, nell’aula consigliare è stata presentata LA NUOVA CARTA DEI DIRITTI DELLA BAMBINA.
Alla presenza di alcuni studenti della scuola media, dei rappresentanti la Consulta Comunale per la famiglia, degli assessorati alle pari opportunità e alla cultura, di alcuni consiglieri comunali di minoranza e maggioranza e del parroco Don Giuliano Zattarin, del sindaco Vinicio Piasentini , la  referente regionale FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) Maria Grazia Avezzù ha illustrato i contenuti di questo documento.
La signora Avezzù, introdotta dalla assessora alle pari opportunità Annamaria Barbierato, invita l’amministrazione ad adottare la Nuova Carta, questo documento che consta di 9 articoli, ed è una enunciazione di principi morali e civili condivisibili volti a promuovere la parità sostanziale fra i sessi e la valorizzazione delle differenze tra bambine e bambini.
Il documento, pur non essendo vincolante, si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica e far porre in essere azioni mirate di contrasto alla drammatica emergenza della violenza di genere e sviluppare una educazione delle giovani e dei giovani scevra da pregiudizi, spesso all’origine di episodi di violenza.
L’incontro di oggi è stato solo una presentazione alla quale dovranno seguire gli atti formali per l’adozione del documento che l’assessora si augura di poter consegnare ai ragazzi delle scuole medie in occasione della giornata mondiale per i diritti umani del 10 dicembre.
Terminato l’incontro gli astanti si sono recati alla inaugurazione del Parco Diritti dei Bambini in memoria di Don Mario Michielotto.

 

carta1 carta

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: