Header image

E’ trascorsa ormai una settimana dal 27 aprile, data in cui, nella omonima piazzetta, è stata scoperta la targa marmorea dedicata ad Antonio Gramsci nell’ottantaduesimo anniversario della sua morte.
Nel ricordo di Antonio Gramsci, tra i fondatori del partito comunista nel 1921 e attivissimo giornalista, e nell’attualizzazione del suo pensiero si sono succeduti: Il sindaco Vinicio Piasentini; il sindaco di Taglio di Po Siviero, in rappresentanza della Provincia; Graziano Azzalin, consigliere regionale; Lino Pietro Callegarin, prresidente ARCI Rovigo e ANCR Federazione di Rovigo; Anronella Toffanello, presidente ANPI Rovigo; ed infine Antonio Giolo, Docente di Filosofia e presidente della Fondazione Bocchi di Adria, che  ha tenuto l’orazione ufficiale di Gramsci, ripercorrendone la vita ed il pensiero.
Al termine degli interventi, c’è stata la cerimonia della scopertura della targa, che consegna ai posteri un pensiero di Antonio Gramsci:

LA STORIA INSEGNA, MA NON HA SCOLARI”

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: