Header image

Palazzo Mangili - Sede dell'Amministrazione Comunale di San Martino di VenezzeUna centrale a biomasse a San Martino? E’ quella che ben presto potrebbe insediarsi nel territorio del comune in riva all’Adige, in zona Frutteto.
La società “I frutti del sole” di via Marconi ha presentato una richiesta per installare nella sua proprietà un impianto a biomasse per il riscaldamento di un sistema di serre, alimentato con residui vegetali che arriveranno prevalentemente da fuori comune, con una potenza di 2,99 megawatt (al di sotto dei 3 megawatt previsti per presentare la valutazione d’impatto ambientale).
Il Comune rivierasco ha valutato la richiesta della società, dando inizialmente parere negativo per i limiti sonori non a norma. Tale richiesta è stata esaminata anche da una commissione dei servizi.
L’amministrazione ha espresso la sua preoccupazione sull’impatto ambientale che tale centrale potrebbe avere sul territorio circostante. Molti ancora gli aspetti da chiarire in merito.
A tal proposito si è costituito un comitato volontario di cittadini denominato “San Martino in salute” per poter chiedere in modo ufficiale tutta la documentazione e poterla esporre alla cittadinanza sanmartinese, in modo da portare a conoscenza di tutti le intenzioni della società “I frutti del sole”, su questo impianto a biomasse.
Palpabile la preoccupazione da parte dei residenti delle zone limitrofe, che si sono subito mobilitati per capire meglio la situazione e muoversi per tutelare la salubrità del territorio compreso nelle aree tra via Marconi e via Vallona.
Giovedì 18 settembre alle 21 alla tensostruttura degli impianti sportivi di via Marconi, il comitato si riunirà per valutare attentamente tutta la documentazione e informare la cittadinanza sul tipo di funzionamento di tale impianto e sulle conseguenze che potrebbe causare.

fonte: La Voce Rovigo

Il mio desiderio per San Martino di Venezze e’ di viverci come si vive in un Paese normale.
Ma invece, mi sono accorto di vivere in un Paese, dove sono successe cose incredibili:

dove le formiche sono state spacciate per elefanti;
dove i gamberi camminavano e correvano in avanti;
dove alcuni uomini volavano battendo le braccia……….. !!!!!!!!

Io desidero un Paese
dove non ci sono INCENERITORI, dove non ci sono CENTRALI A BIOMASSE, o altre cineserie che
possono nuocere alla salute di tutti.
Che possono sporcarci e AVVELENARCI irremidiabilmente l’aria o il suolo, SPACCIATE
DIABOLICAMENTE PER PROGRESSO E POSTI DI LAVORO che servono a riempire le tasche di
qualcuno che si crede piu’ furbo, perche’ conosce il politico importante che conta in questo momento.

Io desidero un Paese
che senza discarica POSSA VIVERE, e credo si possa vivere meglio, con meno inquinamento e piu’ spazio
alle attivita’ sane, alla natura, al verde;

Io desidero un Paese
dove le piste ciclabili possano essere utilizzate in sicurezza dalle persone in bicicletta e non siano
percorsi accidentati e marginali da avanzi di “budelli” di asfalto;

Io desidero un Paese
dove chi vuole costruire o ampliare la propria attivita’ possa trovare l’area artigianale idonea per farla
nascere e/o svilupparla , e ricevere l’accoglienza di tutti, necessaria per le iniziative importanti;

Io desidero un Paese
dove si facciano le cose che servono .
dove non si costruiscano due attracchi fluviali se non ci sono mai imbarcazioni che navigano lungo il
nostro fiume Adige.

Io desidero un Paese
dove ci possa essere un gruppo di persone e un fabbricato che possa fare da “CASA” alle iniziative
dei giovani e della cultura;

Io desidero un Paese
dove la Piazza principale sia un luogo di incontri e socialita’, e non uno spazio decontestualizzato e di
marmi rotti;

Io desidero un Paese
dove tutti i candidati che si presentano alle elezioni dichiarino la loro professione in modo
comprensibile.
indicando con chiarezza il lavoro o l’attivita’ che svolgono evitando qualifiche “fantastiche”;

Io desidero un Paese
Dove i candati Sindaci che desiderano essere eletti, si impegnano per fare il Bene Comune del Paese
e non raccontino “storielle”

INSOMMA IO DESIDERO SEMPLICEMENTE UN PAESE NORMALE. Grazie

EffeBi – Lettore di Civico Venezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: