Header image

Venerdi 13 aprile alle ore 21, presso il centro C.A.S.A di Beverare, BARBARA BUOSO presenterà la sua ultima fatica letteraria: E VENNI AL MONDO, Apogeo Editore.
L’evento voluto dalla Amministrazione Comunale, Assessorato alla Cultura e Assessorato alle pari Opportunità, sarà introdotto da Nicole De Leo, attrice e presidente del M.i.t..
L’ingresso è gratuito.

Dalla voce dell’Autrice:
Due parole su questo evento. Per anni, circa 30, ho sentito vivo l’antagonismo tra San Martino, con la sua chiesa, el campanie storto, e Beverare, ‘Caradeto’ nel nostro dialetto. Una frazione che da sempre ha rivendicato la propria personalità territoriale: non è mai stata solo una frazione. Beverare è stata sempre oggetto di sfottò tra paesani, quasi che quel centro abitato che nasceva dopo il lungo rettilineo della provinciale che ‘soeo dei desgrasià’ fa a 150 all’ora non avess abbastanza importanza pur avendo scuola, chiesa e camposanto.
Tante volte ho sentito: ‘tasi ti, ca te si da Caradeto’.
Ma a Trona di Sotto na volta c’era un paese fuori dai perimetri ufficiali del comune, c’erano case e perfino una chiesetta dove il prete faceva messa. Una popolazione insediata che faceva paese dentro un paese, più di 600 persone.
Quindi sono lieta e felice di venire proprio lì, perché sono un po’ caradetana anch’io in fondo.

buoso

 

 

fonte: civicovenezze

A Beverare, durante lo scorso anno si sono verificati un paio di episodi di caduta di materiali che hanno fatto ritenere che le murature prospicienti Via Cavour  costituiscano un pericolo per l’incolumità pubblica.
La perizia del professionista incaricato, depositata in atti, ha evidenziato la precarietà dell’edificio rispetto alle sollecitazioni prevedibili nel sito e all’azione degli eventi atmosferici, anche non particolarmente violenti, oltre a ravvisarsi comunque un rischio statico dell’intero immobile, stante il crollo parziale della copertura.
L’amministrazione ha più volte sollecitato la proprietà a mettere in sicurezza i fabbricati, fino all’ultima ordinanza che potrebbe avere come conseguenza l’abbattimento dei manufatti pericolosi.
img_0106-1 img_0109-1 img_0111-1

 

 

 

fonte: civicovenezze

Nella mattinata di Venerdi 29 dicembre, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta a Beverare, è stata numerosa e commossa la partecipazione ai funerali di Ivonio Pellegrini, spentosi il giorno di Santo Stefano all’età di 83 anni, dopo una malattia.
Vedovo della moglie Antonia da 15 anni,  lascia ora le figlie Marta, Edda e Stefania i generi e i nipoti,  parenti ed i tanti amici.
Ivonio era molto conosciuto in paese e fuori, e Don Giuliano Zattarin, durante l’omelia ne ha ricordato   la figura sia all’interno della famiglia che all’esterno, della sua coraggiosa lotta contro la mattia.
Dopo le esequie la salma è stata trasferita nel locale cimitero per la tumulazione. La Famiglia Pellegrini desidera esprimere sentiti ringraziamenti alle tante persone che a vario titolo le sono state vicine in questo triste momento.
ivonio
fonte: civicovenezze

Dalla metà di settembre sono iniziati i lavori di restauro della chiesa intitolata a San Martino Vescovo, ma fino ad oggi il fabbricato è stato reso fruibile ai fedeli.
Venerdì 27 ottobre, durane l’esecuzione di alcune opere di sistemazione del tetto, alcuni segnali hanno indotto la Direzione Lavori ad eseguire un accurato esame, con la direzione tecnica dell’impresa, della situazione del soffitto rilevandone uno stato che richiedeva la messa in sicurezza dello stesso.
Pertanto La Direzione Lavori dava immediato ordine di interdizione all’accesso del fabbricato al fine di poter procedere al consolidamento del soffitto, dandone contestuale comunicazione al parroco e alle autorità locali, tant’è che tutte le funzioni di sabato 28 e domenica 29 si sono svolte a Beverare.
Stante tale situazione, il parroco Don Giuliano Zattarin ha dato le seguenti disposizioni in ordine alla celebrazione delle sante messe relative alla parrocchia di San Martino:
– giorni feriali si mantiene il solito orario e si celebrano nella sala PAPA GIOVANNI PAOLO II;

– giorni festivi e prefestivi: la messa delle 8 delle 18 nella sala PAPA GIOVANNI PAOLO II;

– giorni festivi : la messa delle 11 a BEVERARE, in attesa di soluzioni alternative per riportare le funzioni a San Martino.
Le variazioni al calendario saranno comunicate nel modo più celere possibile.

 

fonte: civicovenezze

Ieri, sabato 14 ottobre alle ore 11, è stato inaugurato il nuovo CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE “SANTA MARIA ASSUNTA” a Beverare presso le ex scuole elementari.
Oltre ad una buona partecipazione di cittadini, erano presenti: consiglieri di minoranza e maggioranza, il deputato Cavallari, il nuovo Maresciallo dei carabinieri (vice domandante di stazione), il parroco, i rappresentanti delle associazioni operanti sul territorio, il rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che ha contribuito a finanziare l’opera.
Il sindaco Piasentini e l’assessore Barbierato hanno illustrato le finalità dell’iniziativa, che va aldilà di un semplice ritrovo, ma che si propone come centro di aggregazione a 360 gradi, per tutta la comunità,  dove si possono incontrare adulti, giovani, bambini in spazi condivisi e/o indipendenti con iniziative che possono favorire questo incontro per riscoprire il valore prezioso dell’intergenerazionalità e della convivenza tra diverse età.
La Casa, che aprirà in novembre, attiva dal lunedì al venerdì dalle 15,30 alle 18,30 ed al sabato dalle 9,30 alle 11,30, offrirà una molteplicità di servizi rivolti a: bambini, adolescenti, adulti e famiglie. Sarà il volontariato a curarne gestione e servizi ed a tal proposito saranno ben accette proposte e suggerimenti da inoltrare alla segreteria del comune.
Sono quindi intervenuti il rappresentate della Fondazione, il quale ha sottolineato l’importanza dell’Istituto ad accompagnare iniziative nel territorio, e l’onorevole Cavallari che ha elogiato l’iniziativa volta al recupero di una aggregazione che sembrava dimenticata.
Dopo la benedizione del parroco Don Giuliano Zattarin si è proceduto alla scopertura delle targhe ed  al taglio del nastro, quindi,  è stato dato  libero accesso alla struttura da parte dei cittadini intervenuti ed alla fruizione del rinfresco predisposto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

fonte: civicovenezze

In questi giorni sta prendendo forma il  progetto sperimentale per la realizzazione di un
Centro di aggregazione per anziani autosufficienti, un servizio indicato nel programma di
governo della presente amministrazione comunale e sostenuto finanziariamente dalla Fondazione Cariparo, che ne ha valutato la validità.
La sede del centro sarà presso l’ex scuola elementare di Beverare, edificio che sarà così riqualificato e reso confortevole e pienamente in uso alla cittadinanza, con arredo accogliente e a dimensione familiare.
L’intento è di farne un punto importante della nostra comunità, un luogo di socializzazione affinchè anche le persone sole possano trascorrere la giornata attivamente ed in compagnia, partecipazione e scambio, anche intergenerazionale, mettendo assieme tempo, esperienze e saperi, ed apprendendo nuove competenze e abilità.
Il centro sarà aperto dal lunedì al venerdì, mattina e pomeriggio, con la presenza di animatori e
con  la  possibilità  di  pranzare.  Per  quanto  riguarda  la  copertura  economica,  sarà  necessaria  la
compartecipare ai costi di gestione, con un importo che andrà ad affiancare il finanziamento del
Comune e quello della Fondazione Cariparo. In fase di avvio sperimentale, solo per il primo anno di attività del centro, ed in considerazione anche dei contributi ottenuti, il costo massimo a carico
dell’utenza sarà di Euro 100,00 mensili (oltre il costo del pasto di Euro 7,00 al giorno, rapportato
alle effettive presenze).
Per  ulteriori  informazioni  ci si può rivolgere  ai  servizi  sociali  comunali,  contattando  l’assistente
sociale  negli  orari  di  apertura  al  pubblico,  dal  lunedì  al  venerdì  dalle  ore  9,00  alle  ore  12,30
(telefono 042599048).
Pubblichiamo in allegato la lettera del Sindaco rivolta a tutte le famiglie di San Martino di Venezze

lettera-centro-anziani

 

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: