Header image

Con una percentuale di oltre il 41%, Vinicio Piasentini, candidato a sindaco per la lista “Nuova Venezze – Piasentini sindaco”, è stato eletto primo cittadino. Ha distanziato di quasi il 7% Tiziano Bonato (sostenuto dalla lista “Per San Martino – Bonato sindaco”) e di oltre il 13% Pierpaolo Barison (alla guida di “Democrazia per San Martino”), suoi antagonisti in questa tornata elettorale. Sin dalle battute iniziali dello spoglio si è capito che l’ago della bilancia pendeva a favore del candidato di “Nuova Venezze”. Al suo secondo tentativo (si era presentato anche nel 2006 con la lista Aria Nuova), è riuscito nella scalata di palazzo Mangilli. Ha surclassato i suoi avversari in tre sezioni su quattro, lasciando al solo Bonato la leadership nella terza. Un successo che conferma la aspettative della campagna elettorale che lo vedeva tra i favoriti. Alla conferma del risultato finale, il neo sindaco è stato festeggiato, oltre dai suoi sostenitori, dai numerosi concittadini che hanno voluto congratularsi per il risultato conquistato. “E’ una vittoria che rappresenta una sensazione unica –ha esordito Piasentini- un bellissimo momento che corona quanto fatto dai componenti tutta la squadra. Mi sento comunque, al di là della gioia, di confermare che sarò il sindaco di tutti. Ringrazio i componenti della lista e mi dispiace per coloro che non c’è l’hanno fatta perché sono persone che hanno contribuito a questo nostro successo. Ringrazio i nostri sostenitori e coloro che ci hanno aiutato lavorando nell’ombra”.
Si aspettava questo successo?
“Sinceramente dico di si; anche sé ammetto, che alla vigilia, sarebbe stato difficile avendo come avversari persone sostenute da partiti come il Pdl e la Lega. Molto probabilmente è stato il nostro programma e le nostre idee a convincere l’elettorato”.
Ha già in mente la formazione della giunta?
“Pensiamo per adesso a questo momento. Per quanto riguarda la formazione della giunta non ho preso nessuna decisione. La stessa verrà concordata e discussa assieme a tutti gli altri e sicuramente cercheremo di formare una giunta di persone competenti in grado di dare un contributo importante all’amministrazione e al sostegno attivo del mio lavoro perché è fondamentale l’apporto e l’energia in questi momenti di difficoltà che stanno vivendo molte persone”.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo del 16.05.2011 – Graziano Barbierato

Roberto MerlinChiamato in causa dalle ultime esternazioni di Tiziano Bonato, candidato del Pdl e della Lega, il sindaco di San Martino, Roberto Merlin, si sente in dovere in qualità di primo cittadino di rispondere alle ingiustificate provocazioni che nascondono, a detta del sindaco, “l’unico intento di creare confusione e disinformazione mettendo in cattiva luce l’operato del sottoscritto”. “Non è onesto”, prosegue Merlin, “fare campagna elettorale andando a raccontare in giro cose assurde e palesemente prive di ogni fondamento”. “Nei giorni scorsi”, insiste il sindaco “ho dovuto replicare già una volta alle affermazioni di Bonato, il quale andava sostenendo di voler attivare il servizio di videosorveglianza, servizio che sarà attivato a breve e per il quale abbiamo già ottenuto dalla Regione un contributo di 50.000 euro.

Oggi mi vedo costretto a rispondere, anche se non sarebbe stato nelle mie intenzioni, ad un’altra uscita sconclusionata di Bonato”. “Il candidato di Pdl e Lega sostiene nell’articolo del 7 maggio apparso su La Voce di Rovigo, che terminerà i lavori del nuovo Ceod. Invito Bonato e tutti i cittadini a recarsi dietro la Palestra di via Marconi a vedere di persona il nuovo fabbricato per il Ceod. L’opera è ultimata e a breve partirà il servizio, attualmente svolto presso le ex scuole di Beverare”. Quindi, prosegue Merlin “Approfitto dell’occasione per ricordare che il nuovo Ceod è stato un progetto ereditato proprio dall’amministrazione Bonato, privo però della copertura economica necessaria, che io sono riuscito a finanziare e a far eseguire”. “Così come privo della necessaria copertura era anche il progetto di messa in sicurezza dell’incrocio di via Marconi che io e la mia amministrazione siamo riusciti a finanziare e far realizzare”. Ma Merlin non si ferma a questo e affonda un’ulteriore stoccata all’ex sindaco.

“Ricordo poi a Bonato, visto che sostiene che la mia amministrazione non ha gestito bene il bilancio, che al mio insediamento nel 2006 ho ricevuto in eredità, proprio dall’ex sindaco un debito complessivo per mutui da pagare di € 2.538.700, con una rata annua di € 399.471 ed un introito annuo per lo sfruttamento del biogas della discarica di € 7.000. Oggi lascio in eredità a chi mi succederà una situazione incontrovertibilmente migliore: il debito complessivo per mutui ammonta ad € 943.671 e la rata annua ad € 126.291 mentre l’introito per lo sfruttamento del biogas della discarica ammonta ad € 130.000, dopo aver ottenuto dal Tar Veneto e dal Consiglio di Stato il pieno riconoscimento della titolarità in capo al nostro comune della discarica e del diritto allo sfruttamento del gas prodotto, ”. “Basta fare due conti”, insiste Merlin, “e risulterà chiaro a tutti il grosso sforzo che abbiamo dovuto compiere per rimediare ad una situazione che era diventata insostenibile”. E terminando il suo intervento il sindaco chiude con un’altra precisazione e con un augurio.

“I miei cinque anni sono stati indiscutibilmente difficili per le grandi battaglie che ho dovuto affrontare proprio per ottenere tutto questo. Ho ricevuto pressioni di ogni genere ed ho subito ogni tipo di affronto. Tuttavia, con l’aiuto delle forze che mi hanno sempre sostenuto, sono riuscito a realizzare gli obiettivi che mi ero prefisso. Sono sicuro di avere agito per il bene di tutti, anche di coloro che per disinformazione ancora oggi non conoscono la verità e mi auguro, comunque, che chi andrà ad amministrare il nostro Comune nei prossimi cinque sia il sindaco di tutti ed abbia il coraggio e la forza di rappresentare e difendere in ogni circostanza indistintamente ognuno di noi cittadini di San Martino”.

Fonte: La Voce di Rovigo del 12.05.2011

Roberto MerlinIl sindaco di San Martino di Venezze, Roberto Merlin, interviene in merito a quanto affermato dal candidato del Pdl Tiziano Bonato e dal segretario provinciale della Lega Nord, Antonello Contiero, nell’intervista pubblicata il 30 aprile sul nostro giornale. “In relazione alla proposta di attivazione del servizio di videosorveglianza sul nostro territorio avanzata dai due esponenti politici, è appena il caso di ricordare che la mia Amministrazione ha già sottoscritto in data 14/10/2010 una convenzione ad oggetto: Distretto di Polizia Locale RO2B con il comune di Rovigo, in attuazione delle deliberazioni dei Consigli Comunali di Rovigo e San Martino del 29/09/2010 e 30/09/2010, che prevede una stretta collaborazione di entrambe le polizie municipali per il controllo e la sorveglianza del nostro territorio e, proprio in virtù di tale convenzione, la Regione Veneto ha erogato un contributo al distretto pari a € 166.320, di cui € 50.000 per l’installazione di strumenti per la video-sorveglianza nel comune di San Martino di Venezze”.
Esordisce il sindaco, che aggiunge “mi dispiace che il candidato del Pdl non sia a conoscenza di questo, ma non sono stupito più di tanto perché, purtroppo, i consiglieri del Pdl Legnaro e Neodo che sono di nuovo in lista con Bonato hanno quasi sempre disertato i Consigli Comunali ed, evidentemente, non hanno potuto riferire al loro capolista le tante cose già fatte dalla mia amministrazione.” Merlin ci riferisce poi in merito al problema dell’ecocentro. “Ho sentito, in questi giorni di campagna elettorale, che sia Bonato che Barison propongono agli elettori la riapertura dell’eco-centro di Via Borgo Sud. Devo precisare, nella mia qualità di primo cittadino, che la decisione di chiudere i cosiddetto ”eco-centro” non è stata certamente dettata dall’intenzione di creare problemi alla cittadinanza, ci mancherebbe!.
Purtroppo tale sito, e i due candidati entrambi ex sindaci dovrebbero ben saperlo, non era mai stato adatto allo scopo e non poteva continuare ad essere utilizzato senza i necessari adeguamenti. Abbiamo già effettuato approfonditi studi per individuare un’area più appropriata e quantificato le spese per la riattivazione che ammontano a circa 250.000 euro. Abbiamo già preso contatti con Ecogest per vagliare l’ipotesi di pervenire alla realizzazione del manufatto attraverso un’anticipazione dell’investimento da parte della società stessa. Comunque la convenzione con Ecogest soddisfa attualmente la totalità delle richieste di smaltimento dei materiali ingombranti delle famiglie”. Il sindaco conclude il suo intervento con un accenno anche al tema della viabilità. “Il 24 luglio 2009 è stato approvato lo schema di accordo tra la provincia di Rovigo ed i comuni di San Martino, Gavello, Ceregnano, Villadose e Rovigo per la realizzazione del collegamento stradale che si dipartirà dal nostro Comune per congiungersi con la futura “Nogara-Mare”.

Fonte: La Voce di Rovigo del 03.04.2011

Logo Nuova Venezze“Si chiamerà “NUOVA VENEZZE” e sul simbolo apparirà la scritta -Piasentini Sindaco-”. Così Vinicio Piasentini ci presenta la lista civica con la quale scenderà in campo per rappresentare il centro sinistra e le altre forze moderate e democratiche di San Martino che hanno dato vita alla nuova realtà politica che si candida a guidare il paese per i prossimi cinque anni.

“Sentiamo crescere ogni giorno attorno alla nostra innovativa proposta un forte interesse ed una grande attesa”, prosegue il candidato sindaco “ che ci infonde la giusta carica per affrontare con serenità e fiducia la campagna elettorale”.

“Siamo convinti che i cittadini di San Martino abbiano veramente voglia di cambiamento e si siano resi conto che il tempo delle divisioni, delle contrapposizioni ideologiche, dell’egoismo e del disinteresse per la società e per gli altri debba essere definitivamente superato e si debba guardare con rinnovato entusiasmo al presente ed al futuro della nostra comunità.

San Martino può e dovrà diventare come una grande famiglia accogliente e solidale con tutti i suoi appartenenti e dove ogni soggetto si senta rispettato e possa contribuire fattivamente al benessere generale”

Piasentini passa poi a presentare i candidati della lista precisando che “ l’individuazione delle persone è frutto anch’essa di una diversa concezione della politica e delle regole che, purtroppo, sempre più spesso la caratterizzano. Prima abbiamo coinvolto nel nostro progetto le persone e, solo in seguito ed assieme ad esse, abbiamo costruito la nostra casa comune ed i nostri programmi”.

“Per questo” chiarisce il candidato a sindaco “mi sento di poter affermare tranquillamente che tutte le persone coinvolte hanno all’interno del nostro gruppo pari dignità e pari opportunità”.

“Ci sono, è evidente” sottolinea Piasentini “persone esperte di amministrazione e con una già consolidata esperienza politica alle spalle. Mi riferisco, ovviamente all’attuale sindaco Roberto Merlin, che garantisce la conoscenza di tutte le procedure e le problematiche amministrative, ma anche agli assessori Bettinelli, Barchi e Contiero e ci sono, però, prevalentemente volti nuovi che hanno deciso di impegnarsi e partecipare attivamente alla politica: Anna Maria Barbierato, responsabile del Centro per l’impiego di Adria e Consigliere di parità della provincia di Rovigo che si mette a disposizione con il suo importante bagaglio di esperienze e conoscenze per ricercare tutte le possibili e migliori soluzioni alle sempre maggiori problematiche inerenti il lavoro, l’occupazione e, cosa altrettanto importante e sentita, la condizione femminile nel nostro contesto socio economico; Luca Rosa, affermato e conosciuto imprenditore tessile che contribuisce con grande senso di responsabilità ed impegno alla crescita economica ed al benessere della nostra comunità occupando numerose maestranze locali; Francesco Sorrentino, impiegato amministrativo presso una importante azienda presente sul territorio, attivo da anni nel volontariato a favore delle persone con handicap; Daniele Barison, giovane studente universitario di scienze politiche che crede possibile e si impegna attivamente per avvicinare ed interessare i giovani alla politica ed alle tematiche sociali; Diego Novo, Laureato in Ingegneria Informatica, Sviluppatore e programmatore Web, sicuramente conosciuto per le sue provate ed apprezzate capacità organizzative nell’animazione e nell’organizzazione di eventi ed iniziative culturali e ricreative; Elisa Sette, giovane laureata triennale in diritto dell’economia e prossima laureanda in economia internazionale, che si è avvicinata con entusiasmo e grande voglia di rendersi utile in prima persona per rilanciare il nostro paese, Enrico Contiero, giovane laureato in ingegneria gestionale e dottorando di ricerca presso l’Università di Padova ed Ilenia Francescon, giovane laureata in giurisprudenza, specializzata in diritto amministrativo, che potrà contribuire con le sue specifiche conoscenze allo svolgimento della nostra azione amministrativa nella massima legalità e trasparenza.

“Per concludere, vorrei però aggiungere” afferma Piasentini “che il nostro gruppo non è formato esclusivamente dai tredici candidati che lo rappresentano nella lista, ma anche e, soprattutto, da tante altre persone che hanno partecipato proficuamente alla sua nascita e contribuiranno con il loro aiuto e la loro presenza sul territorio al successo di “NUOVA VENEZZE”.

Programma Elettorale Nuova Venezze - Amministrative 2011 (1298)

Fonte: La Voce di Rovigo del 16.04.2011

Vinicio Piasentini Aria Nuova per San Martino di VenezzeVinicio Piasentini, futuro Candidato Sindaco, ci descriva la nascita del Nuovo Progetto Politico per San Martino di Venezze per le prossimi elezioni Amministrative.

“La nuova lista civica che si presenterà alla consultazione elettorale per l’elezione del nuovo consiglio Comunale e del sindaco di San Martino di Venezze nasce dall’esperienza amministrativa in corso che ha visto convergere attorno ad obiettivi e programmi condivisi i tre gruppi politici di Governare insieme per San Martino, guidato dall’attuale sindaco Roberto Merlin, da Aria Nuova per San Martino e dal Partito Democratico. I risultati conseguiti e la fiducia che  i cittadini ci hanno accordato in misura sempre più crescente, ci hanno riempito di grande soddisfazione ed hanno confermato la validità del nostro progetto e la bontà delle nostre scelte e ci hanno spinto a proseguire uniti per la realizzazione di questa innovativa coalizione di forze progressiste, democratiche e veramente liberali del nostro paese.  Venuti a conoscenza delle nostre proposte, hanno aderito con disponibilità e impegno attivo a questa nuova e diversa avventura anche tante altre persone, ed in particolare  un numeroso gruppo di giovani, desiderosi di contribuire con la loro vivacità, la loro energia e le loro idee alla crescita della nostra comunità”.

Quali sono gli obiettivi del Vostro progetto Civico con il quale Vi presentate alle Elezioni Amministrative di San Martino di Venezze?

“Il nuovo soggetto politico che abbiamo creato si ripropone di dare voce e spazio a tutti quei cittadini che, pur provenendo da esperienze politiche diverse, hanno a cuore innanzitutto il loro paese e concepiscono l’Azione amministrativa principalmente in termini di servizio e di impegno per la creazione del bene comune”.

Qual è la natura della Vostra nuova lista e come sono stati scelti tutti i partecipanti? Ci saranno persone nuove che sono state coinvolte?

“L’idea della nuova lista è nata già da alcuni mesi e, fin da subito, c’è stata la piena ed incondizionata convergenza sulla proposta della mia persona come candidato Sindaco, in seguito si è proficuamente lavorato per l’aggregazione di persone che grazie alla loro esperienza politica ed alla loro preparazione culturale e professionale saranno assolutamente in grado di formare una compagine amministrativa all’altezza dei compiti e delle responsabilità da affrontare nell’attuale complesso contesto sociale ed economico”.

Ora Vi aspetta un mese di dibattiti e presentazione dei Vostri programmi. Come pensate di organizzare la Vostra campagna elettorale?

“A breve comunicheremo il nuovo nome ed il nuovo simbolo che abbiamo già pronti e, soprattutto, cominceremo a far conoscere nel dettaglio il nostro programma e le nostre idee a tutta la cittadinanza, attraverso incontri pubblici e dibattiti  in tutte le località ed attraverso un uso innovativo del web per essere vicini e rispondere alle richieste e raccogliere le proposte provenienti da chiunque”.

Ora che è stato descritto il Vostro Progetto, cosa proponete per San Martino di Venezze?

“Porteremo a termine le numerose opere che l’attuale Amministrazione ha avviato: ampliamento dei cimiteri del Capoluogo e di Beverare; creazione di nuovi parcheggi a Beverare; completamento della pista ciclabile a Saline e, soprattutto, costruzione di una moderna sala polivalente attraverso la ristrutturazione del vecchio Cinema Arcobaleno e la realizzazione di alcuni lavori per l’abbellimento e la piena fruibilità di Piazza Aldo Moro. Ma abbiamo anche l’ambizione di dare vita ad altre idee e progetti per l’accrescimento della qualità della vita di noi tutti: organizzazione di un asilo nido comunale che possa accogliere tutte le richieste delle famiglie; organizzazione di servizi innovativi di supporto ed assistenza alle persone anziane ed alle famiglie in difficoltà; progetti particolari a beneficio dei giovani disoccupati ed in cerca di prima occupazione e per la formazione professionale ed imprenditoriale; sblocco dell’area artigianale avvalendoci delle nuove opportunità offerte dal PAT appena approvato; sostegno alla nascita di attività commerciali per la rivitalizzazione delle frazioni”. “Abbiamo dato vita, in questi ultimi tre anni, ad un nuovo modo di amministrare, basato sulla trasparenza delle scelte e su un sempre maggiore coinvolgimento dei cittadini alla vita pubblica nell’interesse di tutta la comunità. Intendiamo proseguire su questa strada perché siamo convinti che solo con l’apporto prezioso di tutti riusciremo veramente a rendere ancora migliore il nostro paese”.

Fonte: La Voce di Rovigo del 03.04.2011 – Gabriele Casarin

Antonello Contiero segretario provinciale Lega Nord San Martino di VenezzeSAN MARTINO DI VENEZZE – Primo incontro con la cittadinanza per la Lega Nord di San Martino. Venerdì sera, nella sala civica di via Reato, il direttivo locale del Carroccio ha fatto la sua prima uscita stagionale in vista delle prossime elezioni del 15 e 16 maggio, presentando ad una cinquantina di presenti, le principali linee guida che saranno alla base dell’accordo Pdl-Lega, lo schieramento che si presenterà alla scalata di Palazzo Mangilli. Alla serata erano presenti il consigliere regionale Cristiano Corazzari, il coordinatore Massimo Bergamin, il segretario della circoscrizione altopolesana Renzo Bellinello, oltre al segretario provinciale Antonello Contiero e ai rappresentanti locali Susanna Garbo e Davide Barison, oltre a numerosi simpatizzanti.

Ad aprire la serata il coordinatore Bergamin e Susanna Garbo che ha introdotto brevemente gli attuali punti dolenti del paese: “La problematica maggiore a San Martino è la mancanza dell’Adsl per i giovani, ma anche per le aziende. Altro aspetto irrisolto è la questione del Fiat Doblò, acquistato con soldi pubblici per il servizio di trasporto degli anziani per le visite mediche, ma inutilizzato”.

Successivamente Cristiano Corrazzari ha fatto una panoramica nazionale e soprattutto regionale sul ruolo fondamentale della Lega e sulla questione del federalismo: “La Lega ha voglia di un cambiamento epocale, con gente e volti nuovi, anche a San Martino. Il federalismo è una necessità e l’Italia unita la si fa con il federalismo”, proseguendo: “Purtroppo, molto spesso ci troviamo più in contrasto con gli alleati del Pdl che con l’opposizione, soprattutto in regione, perché la Lega è scomoda a molti. Il taglio di 350 milioni di euro su un bilancio di 13 miliardi può sembrare poca cosa, ma per quelle regioni che già faticano a far quadrare i conti, è una penalizzazione notevole”.

Massimo Bergamin ha sottolineato come “la politica deve avvicinare la gente e la Lega è un partito in mezzo alla gente, in movimento. La campagna elettorale non inizia un mese prima delle elezioni, ma il giorno successivo”. Il coordinatore continuando nella sua analisi: “Siamo il primo partito in Veneto e certa stampa ci da’ uno spazio relativo. Solo La Voce, qui a Rovigo ci dedica visibilità”.

In seguito ha preso la parola il ‘padrone di casa’, ovvero Antonello Contiero, residente proprio a San Martino: “La Lega a livello regionale copre il 42-44% dell’elettorato e non a caso è il primo partito. La questione del federalismo, tanto dibattuta, è molto semplice: federalismo vuol dire governarsi a casa propria”. Sulle questioni che riguardano San Martino: “Sono passati cinque anni e l’amministrazione attuale è arrivata al capolinea. Non è stato Merlin il sindaco, bensì Claudio Contiero, che da consigliere di minoranza è passato addirittura in maggioranza”. In merito alla nuova lista Pdl-Lega il segretario provinciale ha annunciato: “La Lega correrà con il suo simbolo e ci presenteremo per vincere. Entro una settimana definiremo assieme agli alleati il candidato sindaco e il programma per ridare dignità al nostro comune”. E’ un Antonello Contiero determinato, come tutta la rappresentanza leghista locale, che lancia il guanto di sfida a Merlin e a tutti gli avversari politici che scenderanno in campo per la conquista di Palazzo Mangilli.

Fonte: La Voce di Rovigo del 14.03.2011

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: