Header image

SAN MARTINO DI VENEZZE – Decisioni significative, quelle prese dalla giunta comunale di San Martino, svoltasi nei giorni scorsi. Alla presenza del primo cittadino Vinicio Piasentini, del vicesindaco Ilenia Francescon e degli assessori Roberto Merlin, Annamaria Barbierato e Claudio Contiero, sono tre i punti significativi presi.
Il primo riguarda l’animazione estiva parrocchiale, che comincerà lunedì 11 luglio per concludersi venerdì 5 agosto, in cui l’amministrazione comunale del capoluogo rivierasco è riuscita a garantire il servizio di trasporto dei ragazzi anche per il ritorno, previsto per le ore 17.
Il secondo punto preso dalla compagine Piasentini, concerne l’autorizzazione a decurtare la loro indennità del 10% e l’ultima questione ha riguardato la rinuncia, da parte dell’assessore esterno Claudio Contiero, alla propria indennità di funzione. Tali importi decurtati, andranno tutti a favore dei servizi sociali.

Vinicio Piasentini Candidato Sindaco per Nuova Veneze a San Martino di VenezzeGentile famiglia, care concittadine e cari concittadini,

il giorno 1 giugno 2011 il mio giuramento di fronte al Consiglio Comunale di San Martino di Venezze ha dato ufficialmente l’avvio al mandato amministrativo che mi vedrà per i prossimi cinque anni alla guida del nostro Comune.

La fiducia che io ed il mio gruppo abbiamo ricevuto ci riempie di grande soddisfazione ed al contempo ci investe di una grande responsabilità.

Le cose da fare sono tante e le risorse, purtroppo, sono limitate, ma questo non ci esime dal dovere di perseguire il massimo risultato per la nostra comunità.

Per questi motivi ho ritenuto di nominare le persone che mi affiancheranno in giunta ed i consiglieri che agiranno di supporto ad esse in base al criterio della competenza e delle rispettive professionalità e capacità personali.

La nuova amministrazione si caratterizza inoltre per la consistente presenza di persone giovani e di volti nuovi della politica, dando concreta realizzazione ai propositi di rinnovamento e cambiamento che ci eravamo prefissi di perseguire.

Così, come sono orgoglioso di avere nominato Vicesindaco ed assessore Ilenia Francescon, che può vantare il primato di essere la donna più giovane ad avere ricoperto tale carica nel nostro Comune, lo sono in egual misura perché nella giunta la componente femminile, con la presenza di Annamaria Barbierato, è significativamente rappresentata.

L’esperienza amministrativa, poi, è assicurata da persone che hanno rivestito fino a ieri ruoli importanti quali Roberto Merlin e Claudio Contiero.

Agli assessori ho deciso di affiancare uno o più consiglieri delegati per alcune materie cosicché ci possa essere per ogni ambito d’azione l’apporto di più energie e disponibilità, perché ci siamo dati l’obiettivo primario di essere sempre in mezzo alla gente e di recepirne e tradurne in buone pratiche amministrative le reali necessità ed anche tutti i consigli ed i suggerimenti che ci saranno rivolti per migliorare e perfezionare le nostre scelte ed il nostro lavoro.

In questi giorni, sbrigate le doverose formalità di rito, abbiamo iniziato ad operare attivamente per dare immediata e concreta attuazione al nostro programma e per proseguire e portare a termine le opere e l’attività già programmate.

Sarà nostra cura predisporre un sistema puntuale ed efficiente di informazione per trasmettere e comunicare, tempestivamente e con precisione quanto andremo a realizzare e tutto ciò che riterremo utile per concretizzare il nostro proposito di avvicinare i cittadini alla vita amministrativa per creare un circuito virtuoso di scambio e di partecipazione.

Noi abbiamo il dovere di amministrare perché siamo stati democraticamente eletti, ma siamo fermamente convinti che anche tutti i cittadini abbiano il diritto di condividere le scelte per contribuire in maniera importante alla crescita della società ed al benessere di ognuno.

Per questo, le nostre scelte andranno prioritariamente nella direzione delle persone e nel soddisfacimento delle loro necessità e dei loro problemi, perché non può esistere una vera comunità se qualcuno dei suoi membri non può parteciparvi a pieno titolo ed esserne escluso od emarginato per qualsiasi motivo.

In conclusione, approfitto dell’occasione per ricordare a tutti i cittadini di San Martino che il 12 e 13 giugno ci attende un importante appuntamento referendario. Siamo chiamati ad esprimere, attraverso l’esercizio di un diritto costituzionalmente garantito, la decisione su due importantissime tematiche che producono i loro effetti direttamente sulla nostra vita: la privatizzazione dell’acqua ed il nucleare. Il mio auspicio è che ognuno di noi sia consapevole della grande opportunità e della grande responsabilità alla quale è chiamato.

Vi saluto cordialmente.

Il Sindaco di San Martino di Venezze – Vinicio Piasentini

Municipio di San Martino di Venezze - Palazzo Mangilli su Piazza Aldo MoroSAN MARTINO DI VENEZZE- E’ ufficiale! Vinicio Piasentini, fresco primo cittadino di San Martino, ha svelato i nomi che formeranno la squadra di governo che amministrerà i cittadini sanmartinesi fino al 2016. Due, sostanzialmente, le novità all’interno della nuova compagine: la nomina a vice sindaco della 28enne Ilenia Francescon, che ha ottenuto 63 preferenze, nonchè assessore all’ambiente e al turismo e la nomina di assessore esterno a Claudio Contiero (ex assessore della giunta Merlin), con delega al personale, all’ordinamento, all’organizzazione degli uffici, alla semplificazione amministrativa e ai rapporti con il consiglio. La nomina di Claudio Contiero (che non era presente nella lista di candidati consiglieri di Nuova Venezze), è stata dettata “per le competenze in fase di gestione e per un accordo condiviso da parte di tutti in fase di creazione della compagine”, oltre a rappresentare il Pd nella nuova amministrazione Piasentini, (in quanto i candidati Giorgio Barchi e Franco Bettinelli, esponenti del Pd nella lista civica Nuova Venezze, non avevano raggiunto i voti sufficenti per entrare in consiglio comunale).
Oltre alla carica di primo cittadino, Vinicio Piasentini rivestirà l’incarico al bilancio e alla finanza locale, alle risorse del territorio e alla politica locale. Luca Rosa (63 preferenze) ricoprirà il ruolo di consigliere delegato allo sviluppo economico. Roberto Merlin, sindaco uscente che ha raccolto 102 preferenze, è stato nominato assessore all’urbanistica, alla viabilità e al rapporto con gli Enti. Ivo Contiero ha ricevuto, invece, l’incarico come consigliere delegato alla manutenzione del territorio e ai lavori pubblici. Annamaria Barbierato, la candidata consigliere che ha riscosso il maggior numero di voti, ben 103, è stata nominata assessore alle politche sociali, all’istruzione, alle pari opportunità, alle politiche per la famiglia e per il lavoro, ai servizi demografici e alla protezione civile. Il giovane 21 enne Daniele Barison (91 preferenze), ha ricevuto la nomina di consigliere delegato alle politiche giovanili. Infine, Diego Novo (47 preferenze), è stato nominato consigliere delegato allo sport, all’informatizzazione delle procedure gestionali e all’associazionismo, mentre Enrico Contiero (anch’egli 47 preferenze) ha ricevuto l’incarico di consigliere delegato alla cultura e alla comunicazione.

Renato BettonteSan Martino di Venezze – Non è stato rimosso l’ostacolo che mette il consigliere comunale Renato Bettonte, capogruppo consiliare di Governare Insieme, in situazione di incompatibilità con il suo ruolo istituzionale.

Il Consiglio comunale ha preso atto che nel termine di dieci giorni già concesso nella precedente seduta il capogruppo non ha fatto pervenire alcuna osservazione in merito; pertanto con il provvedimento adottato nella seduta vengono assegnati al consigliere Bettonte ulteriori dieci giorni per rimuovere la causa di incompatibilità sopravvenuta.

Dagli scranni della maggioranza sono arrivati auspici affinché il consigliere Bettonte faccia venir meno la causa di incompatibilità in modo da rimanere nella carica di consigliere comunale.

Diversa la posizione del consigliere Luciano Tobaldo che nel suo intervento ha ribadito la posizione già sostenuta nella seduta consiliare precedente, nel corso della quale si era astenuto dal voto, dichiarando che in questa seduta non avrebbe partecipato alla votazione. Tobaldo aveva invitato il sindaco a tentare un accordo bonario con il consigliere Bettonte in modo da definire una questione imbarazzante, ma tale tentativo non gli risulta essere stato effettuato.

Tobaldo ha concluso il suo intervento affermando di essere a conoscenza che pochi giorni prima, era pervenuta una diffida ai consiglieri da parte dello studio legale Berti di Rovigo e pertanto sarebbe necessario esaminare contestualmente anche tale diffida, in quanto essa va ad incidere sulla questione dell’incompatibilità sopravvenuta.

La diffida è stata esaminata dal civico consesso con l’intervento, a nome della maggioranza, del consigliere Claudio Contiero che, dopo una disamina dei fatti alla base del provvedimento di esproprio e argomentando sulle motivazioni addotte dal legale ha proposto al Consiglio di rigettare la diffida dello studio legale Berti di Rovigo, confermando la delibera consiliare citata nella diffida, sia per quanto attiene alla variante urbanistica, sia per quanto attiene all’approvazione del progetto di realizzazione del parcheggio e alla dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza delle opere; inoltre il consigliere ha proposto di demandare all’ufficio tecnico comunale di porre in essere gli atti di competenza, per definire il decreto di esproprio, secondo le procedure ordinarie.

E’ dunque intervenuto ancora il consigliere Tobaldo, il quale ha espresso la propria difficoltà ad effettuare una riflessione compiuta con cognizione di causa su un argomento che presenta aspetti molto tecnici; sono apprezzabili le argomentazioni giuridiche dell’assessore Claudio Contiero ma, a giudizio del consigliere, sarebbe opportuno acquisire un vero e proprio parere legale.

Infine è intervenuto il consigliere Vinicio Piasentini, capogruppo di Aria nuova per San Martino, il quale non si è sentito preoccupato per i toni della diffida: a giudizio del consigliere, nella diffida medesima non vi sono serie argomentazioni per contestare la validità della deliberazione ed inoltre lascia perplessa la frase secondo la quale “tale illegittimità riguarda, per l’appunto l’oggetto della impugnativa giurisdizionale posta in essere da Bettonte nei confronti di codesto Comune” in quanto in realtà nel ricorso al Tar non si fa riferimento alla sentenza della Corte Costituzionale. Piasentini ha chiuso il suo intervento dichiarandosi d’accordo nel rigettare la diffida e nel dare mandato all’ufficio tecnico di espletare le ordinarie procedure di esproprio.

La votazione ha dato ragione ai consiglieri Contiero e Piasentini, con dieci voti favorevoli su quattordici consiglieri presenti.

Fonte: La Voce di Rovigo del 02.04.2011

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: