Header image

Dalla nuova informativa del sindaco si apprende che, purtroppo, il contagio nel nostro comune non è stato debellato; infatti si registrano ancora un positivo e otto confinamenti, ecco in dettaglio l’informativa con la raccomansazione di tenere alta l’attenzione:

“EMERGENZA COVID. AGGIORNAMENTO DEL 15 FEBBRAIO 2021

Speravo di poter dare oggi la notizia che non vi fossero casi positivi nel nostro territorio, in quanto nei giorni scorsi si è registrato un netto calo dei contagiati. Purtroppo oggi registriamo un nuovo caso positivo e anche un lieve aumento del numero di persone sottoposte a sorveglianza per contatto stretto, che sono attualmente in numero di 8.

Certamente la situazione è nettamente migliorata e questo ci fa piacere, tuttavia osservando la ripresa dell’indice di contagio anche a livello nazionale, temo che se non si insiste a mantenere comportamenti scrupolosi ed evitare situazioni di asssembramenti o a rischio, l’indice di contagi rischia di aumentare di nuovo anche nel nostro Comune.

Mi raccomando pertanto, come è stato fatto finora, di mantenere alta l’attenzione e seguire le disposizioni normative, che per la zona gialla nella quale ci troviamo, non significano poter fare cio’ che si vuole, ma poter svolgere le proprie attività lavorative e di vita quotidiana con il massimo rispetto dei divieti e dei consigli a tutela della salute propria e della comunità. Mi auguro di poter presto comunicare l’azzeramento dei contagi.

Il Sindaco Vinicio Piasentini”

 

 

fonte: civicovenezze

Nel bollettino di ieri 8 febbraio, il sindaco Piasentini a fronte di un sensibile miglioramento della situazione contagio nel nostro comune, registra, con cordoglio, un altro decesso.
Esprimendo le nostre condoglianze per questa perdita, pubblichiamo il bollettino sindacale dell’8/2/2021:

“Con profondo dolore devo purtroppo comunicare che si è verificato un nuovo decesso di un nostro concittadino a causa delle complicazioni legate al COVID 19. La persona deceduta, di anni 75, residente nella frazione di Beverare, era da circa un mese ricoverata in terapia intensiva a Trecenta, dopo aver contratto la malattia.
L’Amministrazione che rappresento e tutta la Comunità di San Martino di Venezze si stringe intorno alla famiglia con le piu’ sentite condoglianze per la perdita del proprio congiunto.
Relativamente alla odierna situazione della diffusione del contagio, dai dati ufficiali trasmessi dall’Azienda ULSS 5 di Rovigo emerge una situazione in miglioramento, con solo 7 positivi, di cui 1 attualmente ricoverato, mentre non risultano altre persone in stato di sorveglianza.
Invito comunque tutti a continuare ad osservare e rispettare tutte le disposizioni per il contenimento della diffusione del virus, limitando gli assembramenti e portando la mascherina che copra naso e bocca sia in luoghi chiusi che all’aperto

Il Sindaco Vinicio Piasentini”

 

 

 

fonte: civicovenezze

Numeri elevati ma sostanzialmente stabili, sono gli indicatori rilevati dal bollettino comunale. Il contagio arriva anche in Municipio è, quindi, fondamentale telefonare per accertarsi che i servizi di cui si ha bisogno siano disponibili prima di recarsi in Comune.
Di seguito l’informativa emanata dal sindaco:
“EMERGENZA COVID – AGGIORNAMENTO 17 DICEMBRE
Come già in precedenti occasioni, informo la cittadinanza sull’andamento dell’epidemia sul territorio Comunale. I dati ufficiali trasmessi dall’Azienda ULSS in forma riservata confermano una sostanziale stabilità dei contagi, che ad oggi risultano in numero di 27, oltre ulteriori 18 cittadini in isolamento per contatto stretto. Fortunatamente non si rilevano casi di ricovero ospedaliero.
Le indicazioni nazionali e regionali per limitare la diffusione del virus consentono di mantenere sotto controllo la curva dei nuovi contagi solo se osservate scrupolosamente. Ancora di piu’ in questi giorni, con l’approssimarsi delle festività, è fondamentale continuare a rispettare con rigore le disposizioni per evitare un nuovo aumento di casi positivi. Da quanto appreso dagli organi di stampa è di prossima emanazione una nuova Ordinanza Regionale che stabilirà il divieto, a partire da sabato 19 dicembre, di spostamento dal Comune di residenza dopo le ore 14,00 di ogni giorno, salvo comprovate ragioni di lavoro, salute e necessità. Ordinanza che chiedo fermamente di rispettare.
Devo purtroppo comunicare che anche 2 dipendenti comunali sono risultati positivi al virus e sono attualmente in convalescenza, con conseguente isolamento fiduciario anche per diversi altri dipendenti. E’ possibile pertanto che i servizi comunali e le manutenzioni sul territorio possano subire delle interruzioni o dei rallentamenti. Chiedo ai cittadini collaborazione e comprensione per eventuali disagi o disservizi che ne potessero derivare e invito gli utenti ad informarsi telefonicamente o a mezzo delle mail pubblicate sul sito internet e a prendere appuntamento per accedere agli uffici e ai servizi disponibili.
Ricordo l’importanza dell’utilizzo della mascherina che copra naso e bocca in tutte le occasioni di contatto, sia in ambienti chiusi che all’aperto, utilizzando sempre il gel disinfettante a disposizione all’interno di uffici e esercizi commerciali.
Il Sindaco Vinicio Piasentini”

 

 

 

fonte: civicovenezze

Sembra non finire mai l’altalena dei contagi e dei confinamenti, quindi non deve mai mancare la massima responsabilità nei comportamenti individuali; pubblichiamo l’ultima informativa del sindaco:
EMERGENZA COVID – AGGIORNAMENTO 10/12
Aggiorno la cittadinanza sul numero di soggetti positivi al Covid 19 presenti nel territorio comunale, segnalando che, diversamente rispetto all’andamento delle scorse settimane, nelle quali la situazione sembrava in lento miglioramento, purtroppo il numero dei contagi sta nuovamente riprendendo a salire e a preoccupare. Ad oggi sono 35 i positivi, oltre a 15 in isolamento per contatto stretto.
Evidentemente il nostro paese, come il Veneto, non sta mettendo in atto con il dovuto rigore le regole di distanziamento e di prevenzione emanate a tutela della salute della comunità.
Ritengo quindi oltremodo necessario ed urgente raccomandare nuovamente il massimo rispetto delle misure del Governo e della Regione per il contrasto alla diffusione del Virus e per evitare un aggravamento della pandemia, proprio in prossimità delle festività Natalizie.
Siamo in attesa anche di nuove e restrittive disposizioni della Regione Veneto, invitando fin d’ora a prestare la massima attenzione e osservanza.
Il Sindaco Vinicio Piasentini
fonte: civicovenezze

Nella giornata di ieri 15 novembre il sindaco ha rilasciato una informativa dalla quale si rileva un incremento del contagio nel nostro paese, oltre alle raccomandazioni di comportamenti prudenti e responsabili, di seguito la nota:
“Aggiorno la comunità sull’andamento della diffusione del virus Covid 19, con le comunicazioni ufficiali dell’Azienda Sanitaria Locale sul numero di positivi presenti nel territorio comunale.
Ad oggi i cittadini che risultano positivi sono 27, mentre i soggetti in sorveglianza per contatto stretto sono 35. Rispetto ai giorni precedenti devo purtroppo informare che 2 persone sono oggi ricoverate. A loro, come a tutti gli altri, vanno gli auguri di pronta guarigione di tutta la cittadinanza.
Come si può vedere, i casi continuano ad aumentare, così come si registrano ricoveri, che da tempo non avvenivano. Si raccomanda pertanto massima prudenza, soprattutto per le persone più anziane e fragili, evitando di uscire se non in caso di necessità. Si invita inoltre ad evitare, se possibile, le visite a nonni e parenti non conviventi, per non alimentare occasioni di contatto e assembramento.
Per quanto riguarda il mercato settimanale del mercoledì, ci si riserva nei prossimi giorni ogni valutazione sulla opportunità, in relazione all’andamento dell’emergenza.
Ricordo infine sempre le principali regole per limitare i contagi, mascherina sempre bene indossata, l’utilizzo dei gel disinfettanti (soprattutto entrando nei negozi, nei locali pubblici, al lavoro).
Il Sindaco Vinicio Piasentini”

 

 

 

 

fonte: civicovenezze

Nella nostra comunità ci sono stati diverse evoluzioni della situazione “COVID-19”, riportiamo , pertanto, la nota informativa del sindaco emessa in data di oggi 13 novembre 2020, comprendente anche le disposizioni dell’ordinanza regionale del 12 novembre:
“Aggiorno la comunità sull’andamento dell’emergenza sanitaria per la diffusione del Virus Covid 19 sul nostro territorio.
Ad oggi i soggetti positivi sono in numero di 19, oltre 27 persone in isolamento per contatto stretto. Registriamo anche 4 guariti.
Comunico inoltre una bella notizia. Nel pomeriggio di giovedì 12 novembre 2020, a seguito del riscontro di 5 positività, l’Azienda Sanitaria Locale ha infatti effettuato, presso il Forum San Martino, i tamponi sugli studenti di alcune classi delle scuole primaria e secondaria del capoluogo, oltre che su insegnanti e collaboratori, non riscontrando altre positività.
Segnalo inoltre che, sempre n data 12 novembre 2020 è stata pubblicata una ordinanza del Presidente della Regione del Veneto, riportante ulteriori misure da adottare sul territorio regionale per il contenimento del contagio. Le principali disposizioni sono le seguenti:
a) Misure di carattere generale
– È obbligatorio l’uso corretto della mascherina al di fuori dell’abitazione, a eccezione dei bambini di età inferiore a sei anni,
dei soggetti che stanno svolgendo attività sportiva e dei soggetti con patologie o disabilità;
– nel caso di momentaneo abbassamento della mascherina per la regolare consumazione di cibo o bevande o per il fumo, dovrà in ogni caso essere assicurata una distanza minima di un metro,
– è altresì obbligatorio l’uso della mascherina in tutti i mezzi di trasporto pubblici ed in quelli privati in presenza di non conviventi;
– È consentito svolgere attività sportiva, attività motoria e passeggiate all’aperto, presso parchi pubblici, aree verdi, rurali e
periferiche, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per
l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività e in ogni caso al di fuori delle strade, piazze del centro storico
della città, delle località turistiche e delle altre aree solitamente affollate, tranne che per i residenti in tali aree;
– L’accesso agli esercizi di vendita di generi alimentari è consentito ad una persona per nucleo familiare, salva la necessità di
accompagnare persone non autosufficienti o con difficoltà motorie ovvero minori di età inferiore a 14 anni.
– È fatto divieto di esercizio dell’attività di commercio nella forma del mercato all’aperto su area pubblica o privata se non
nei Comuni nei quali sia adottato dai sindaci un apposito piano, consegnato ai commercianti (il mercato del Mercoledì in piazza Aldo Moro si svolgerà regolarmente nel rispetto di tali disposizioni)
– È fortemente raccomandato agli esercenti di riservare l’accesso agli esercizi commerciali di grandi e medie strutture di
vendita da parte dei soggetti con almeno 65 anni nelle prime due ore di apertura dell’esercizio stesso.
– sono sospese nelle scuole di primo ciclo scolastico
(primarie e secondarie di primo grado) le seguenti tipologie di insegnamento a rischio elevato: educazione fisica, lezioni di
canto e lezioni di strumenti a fiato.
– Dalle ore 15 fino alla chiusura dell’esercizio, l’attività di somministrazione di alimenti e bevande si svolge esclusivamente
con consumazione da seduti sia all’interno che all’esterno dei locali, su posti regolarmente collocati.
– È vietata la consumazione di alimenti e bevande all’aperto su area pubblica o aperta al pubblico, salvo che sulle sedute degli esercizi e secondo le modalità di cui al punto precedente.
b) Misure relative ai giorni prefestivi e festivi
– Nei giorni prefestivi le grandi e medie strutture di vendita, sia con un esercizio unico, sia con più esercizi, comunque collegati, ivi compresi i complessi commerciali e i parchi commerciali, sono chiuse al pubblico, salvo che per la vendita di generi alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie e le edicole.
– Nei giorni festivi è inoltre vietato ogni tipo di vendita, anche in esercizi di vicinato, al chiuso o su area pubblica, fatta eccezione per le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie, le edicole e la vendita di generi alimentari.
– La vendita con consegna a domicilio è sempre consentita e fortemente raccomandata.”

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: