Header image

SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) – La complessità di questo periodo che, con la presenza dei bambini a casa, ha imposto ai genitori di conciliare in modo nuovo la quotidianità familiare e professionale, è stata la premessa per l’avvio, nel nostro territorio, di un’iniziativa sperimentale a sostegno delle famiglie: l’avvio di uno spazio di coworking per genitori, nella stessa struttura in cui i figli partecipano ai centri estivi.

È l’idea che è venuta a tre rodigini già attivi su progetti multidisciplinari: Enrica Crivellaro, freelance, Tommaso Reato e Marianna Cacciatori, coordinatori dell’Agriasilo di Corte Carezzabella a San Martino di Venezze.

Mentre a Carezzabella si lavorava per la progettazione dei servizi estivi delle Settimane Verdi, infatti, i tre si sono confrontati e hanno pensato che avrebbe potuto essere funzionale, per i genitori in libera professione o in smart working, avere la possibilità di un servizio estivo esteso anche alla prima infanzia – la fascia da 1 a 3 anni – e la possibilità di un ambiente tranquillo e attrezzato per poter lavorare in modalità smart, ciascuno con il proprio computer, così da ottimizzare i tempi degli spostamenti e dare l’opportunità ai bambini di frequentare i coetanei e partecipando alle proposte di outdoor education delle Settimane Verdi (il centro estivo di Corte Carezzabella).

E così è stato: dalla fine del mese di giugno, un gruppetto di piccolissimi si è unito agli altri gruppi ed Enrica e altre due libere professioniste rodigine si fermano a lavorare nella biblioteca dopo aver lasciato i loro figli agli educatori delle Settimane Verdi. Fanno parte del gruppo del “Coworking day”, un appuntamento fisso che hanno avviato un paio d’anni fa con alcune altre libere professioniste, per lavorare insieme – ognuna sulle proprie attività – un giorno a settimana facendo interagire teste e competenze diverse.

“Ragionare su nuove modalità di conciliazione vita-lavoro credo sia una sfida quanto mai urgente per i genitori – commenta Crivellaro – specie in situazioni come questa in cui uno dei due, spesso la donna, deve sacrificare parte del proprio tempo lavorativo per mantenere tutto in equilibrio, vivendo situazioni di forte stress. Poter portare i bambini in un contesto positivo e all’aria aperta e lavorare al contempo con altre professioniste che vivono situazioni analoghe, è occasione di confronto e sostegno reciproco”.

Aggiungendo: “Se già prima del Covid, in Italia, meno di una donna su due lavorava, questa crisi ha aggravato la situazione, rendendo ancora più pesante lo squilibrio di genere ed è prezioso avere la possibilità di sperimentare modelli nuovi di conciliazione, utili per mettersi in gioco, proseguire le proprie attività e addirittura lanciarsi in nuove imprese”.

“Il coworking è attivo ogni giorno, dalle 8 alle 14, e mette a disposizione dei coworkers, oltre alla connessione wifi e i servizi essenziali, la possibilità di fermarsi per una colazione o un pranzo e di ospitare clienti o appuntamenti di lavoro all’aperto”.

Tommaso e Marianna, insieme a Chiara Reato che gestisce la parte ricettiva della struttura, si dichiarano soddisfatti e sono pronti a consolidare questo nuovo servizio: “Guardare all’azienda agricola come una realtà multifunzionale e aperta al territorio è nel dna di Corte Carezzabella. Promuovere percorsi educazione in natura è ormai un nostro progetto consolidato, sostenuto da tante famiglie che ringraziamo per la fiducia ed arricchito da preziose collaborazioni con scuole e università.

“Ora stiamo immaginando come dare continuità all’esperienza di coworking, pensando a spazi e proposte coerenti con l’idea che la natura e la relazione umana siano ciò di cui grandi e piccoli hanno davvero bisogno per crescere e realizzare belle cose”.

E da cosa nasce cosa: Enrica Crivellaro si occupa di comunicazione e progettazione sociale e con lei siamo al lavoro per altre possibili iniziative, ma con lei ci sono anche Valentina Chinaglia, insegnante di ginnastica posturale che in queste settimane ha organizzato delle lezioni all’aperto nei giardini e le aree verdi di Carezzabella ed Eleonora Costa, graphic designer e fotografa, che ha già pensato di realizzare qui alcuni shooting. Il servizio è attivo fino al mese di luglio e contiamo di trovare presto nuovi spazi di collaborazione”.

 

 

 

fonte: Rovigooggi

SAN MARTINO – E se bastasse immergersi nella natura per ritrovare la voglia di condividere con gli altri il proprio percorso scolastico? Tra le proposte più accattivanti di Sinergie per un viaggio sicuro, progetto selezionato dall’impresa sociale Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, c’è anche quella dell’Agriturismo Corte Carezzabella. Un’azienda agricola multifunzionale con sede a San Martino di Venezze, a pochi passi dal fiume Adige, che dal 2013 è iscritta all’albo delle fattorie didattiche e svolge attività educative e formative con l’obiettivo di riconnettere le persone, in particolare i giovani, all’ambiente che ci circonda.

In linea perfetta con la finalità generale di Sinergie per un viaggio sicuro, ossia prevenire l’abbandono e la dispersione scolastica dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni, Corte Carezzabella per i due anni di durata del progetto propone di contrastare la povertà educativa scommettendo sulla valorizzazione del gruppo classe e utilizzando la metodologia formativa dell’esperienza in natura come strumento più adatto per incidere sia sul singolo che sul collettivo. Il risultato è una vera e propria “avventura di apprendimento”. Il contesto naturalistico diventa un “anticorpo” rispetto ad abbandono scolastico e bullismo, un acceleratore di apprendimento, nonché una palestra di crescita personale e sociale.

Il percorso proposto per ogni gruppo classe, condiviso con il Centro Territoriale di Supporto ai Bisogni Educativi Speciali, soggetto responsabile di Sinergie per un viaggio sicuro, si articola in quattro appuntamenti. I primi due sono ospitati in classe e consentono agli educatori di Corte Carezzabella di introdurre i temi e gli strumenti dell’intervento, nonché di avviare un processo di reciproca conoscenza insistendo sui concetti di socializzazione e condivisione. Il terzo incontro è una vera e propria esperienza in natura. “Il cuore della proposta è rappresentato da una giornata di formazione outdoor – spiega Tommaso Reato, referente di Corte Carezzabella – Negli spazi esterni della nostra azienda, fra i vigneti e fino all’argine dell’Adige, gli studenti affrontano sfide ed esperienze in natura, accompagnati nella riflessione da un’equipe di educatori. Un pizzico di avventura, un ambiente sano e selvatico, momenti di azione e altri di riflessione, sono questi gli ingredienti dell’esperienza che offriamo. Il nostro modello formativo si ispira alle pratiche dell’outdoor education e dell’apprendimento esperienziale”.

Tantissime le richieste arrivate dalle scuole della provincia di Rovigo. I primi cicli sono già iniziati e hanno per protagonisti ragazzi dell’Itis “Viola-Marchesini” di Rovigo, del “Munerati” di Sant’Apollinare, del “Bernini” di Rovigo, del liceo “Celio-Roccati” di Rovigo, del “De Amicis” di Rovigo e del “Cipriani” di Adria. Per tutti loro il percorso formativo ideato da Corte Carezzabella si chiuderà dove tutto è iniziato: in classe. “Dopo la giornata all’aria aperta, il ciclo termina con un ultimo appuntamento a scuola per stimolare un momento di riflessione e discussione finalizzato a raccogliere i punti di vista e le opinioni dei ragazzi – aggiunge Reato – L’obiettivo finale è far sì che sappiano riconoscersi maggiormente come parte del gruppo classe, abbiano maggiore consapevolezza di sé e di chi gli sta attorno e coltivino una nuova sensibilità per l’ambiente. Attraverso questa esperienza anche i docenti hanno la possibilità di conoscere i propri studenti da un altro punto di vista, scoprendone meglio caratteristiche e qualità”.

I percorsi formativi delle classi coinvolte si susseguiranno per tutto l’inverno e termineranno in primavera con una giornata di approfondimento dedicata al rapporto tra adolescenti e natura in prospettiva educativa.

 

 

 

fonte: Rovigo In Diretta

Grandi eventi a San Martino, in questa porzione di fine mese, che vede come ospite dell’interessante evento  ancora una volta la Corte Carrezzabella, che già ospita per il 25 maggio l’anniversario dell’Associazione Ande Bale Canti.

L’Amministrazione Comunale per il giorno venerdi 30 maggio promuove l’inaugurazione di una nuova via      ( nei pressi della Corte,  nella nuova lottizzazione del “già frutteto”, con accesso da Via Marconi), e la dedica alla maestra Ida Bardotti, figura di spicco a San Martino fno agli anni ’70 del 1900.

In concomitanza con questo evento si terrà il 1° Convegno Provinciale sulla Toponomastica femminile.

La manifestazione che avrà inizio alle ore 19 di venerdi 30 maggio con l’inaugurazione e dedica della via, proseguirà all’interno della Corte Carezzabella con il convegno sulla toponomastica femminile; alle 20,30 seguirà la cena e, a conclusione della serata, alle 21,45  ci sarà l’esecuzione del Concerto per viola e violoncello “Note & Colori” eseguite dai Maestri Glauco Bertagnin e Andrea Maini Musiche di Mozart, Rolla, Handel.

Maggiori dettagli sulle locandine in calce all’articolo.

fonte: civico venezze

 

Domenica 25 Maggio dalle 16.30 presso Corte Carezzabella a S. Martino di Venezze, l’Associazione
ANDE, CANTE E BALI.. festeggia 25 ANNI DI MUSICA E DANZE..
L’invito all’evento che nasce dal cuore della Associazione, é rivolto a tutti, compresi coloro che in qualsiasi
modo hanno contribuito, collaborato e sono stati presenti nel corso di tanti anni, … per raccogliere, ricordare, approfondire e soprattutto incontrare e condividere con le persone momenti ed emozioni.

Programma della manifestazione
· Ore 16.30 Presentazione dell’evento- consultazione foto e video di musicisti e
ballerini che nel corso degli anni, dagli inizi ad oggi, hanno fatto vivere e
crescere l’associazione Ande Cante e Bali.
· Ore 16.30/18.30 mini stage danze venete…
· Ore 19.00/1930 ensemble di tutti i musicisti presenti alla manifestazione che
interpreteranno le musiche e le danze riproposte durante il mini stage.
· Ore 20.00/20.30 Audiovisivi/presentazione delle ultime ricerche, a cura di
Chiara Crepaldi – e degustazione di piatti della tradizione a cura di Corte
Carezzabella (cena a tema con prenotazione anticipata al numero 0425 176157
e/o visitando il sito www.cortecarezzabella.com )
· Ore 20.00 Buffet è richiesto un contributo simbolico per tutti gli eventi in
programma, che comprende lo stage, il buffet, la partecipazione a tutti gli
eventi compresa la serata a ballo…

Ore 21.30 inizio festa a ballo a cura
del gruppo Ande,Cante e Bali
Contatti: info@andecantebali (per info Festa a ballo e manifestazione)
Franco 3881270107
Emanuela 3398149037
Contatti: cortecarezzabella@gmail.com (per prenotazione cena a tema)
Chiara Reato 3403443412

fonte: civico venezze

A cena con “La Fanciulla di Saline”
tra archeologia ed immaginario storico
e le Primizie dell’Orto di Primavera
a Corte Carezzabella

Sabato 28 aprile 2012 – ore 20,30

All’Agriturismo Corte Carezzabella di San Martino di Venezze, la seconda serata intitolata “Voli”, che dopo gli autori latini, affronta in questo appuntamento un interessante tema legato alla conoscenza storica del nostro territorio: il ritrovamento archeologico della cosidetta “Fanciulla di Saline” avvenuto nel 2006 nel fondo dei Fratelli Reato, proprio in località Saline.

Gli scavi, coordinati dal Prof. Raffaele Peretto per il Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo, in collaborazione con la Soprintendenza dei Beni Archeologici del Veneto, portarono alla luce anche importanti reperti utili alla conoscenza delle popolazioni paleo-venete già studiate nel medio-alto Polesine.

Inserita in un programma organico di eventi, la cena, a base delle primizie dell’orto di Primavera, sarà intercalata con la cronaca della scoperta in forma di lettura teatrale e con un breve “volo tra fantasia e mito”, incentrato su di un brano drammatico appositamente redatto.
Tali interventi sono a cura dell’Associazione Culturale “CreAttiva[re]” di Rovigo, che se pur di recente costituzione, opera da diversi anni con i suoi componenti nello studio dei linguaggi di comunicazione utili alla valorizzazione e promozione dell’identità culturale del territorio.

Per maggiori informazioni www.cortecarezzabella.com e www.creattivare.it
E’obbligatoria la prenotazione: info@cortecarezzabella.com – 340.3443413 – 0425.176157

SAN MARTINO DI VENEZZE – Team cooking. Sarà questo l’obiettivo del tema “Fare squadra cucinando”, il meeting in programma sabato 8 ottobre alle 17.30 a Corte Carezzabella a San Martino di Venezze, all’interno del progetto di team building che coinvolge aziende per la crescita delle risorse umane. Per la prima volta a Rovigo, il piano di lavoro diretto da una rodigina, la dottoressa Enrica Quaglio, vedrà impegnati per due giorni all’agriturismo sanmartinese immerso nel verde della campagna polesana, di proprietà della famiglia Reato, una trentina di dipendenti di una nota azienda di livello nazionale.Insieme, i colleghi pianificheranno le azioni della giornata in vista dell’obiettivo comune e suddivideranno il lavoro a seconda dei ruoli,inventando e creando nuove ricette, rispettando budget ed imprevisti.Sabato alle 17.30 verrà presentato il progetto con la divulgazione di una delle forme più avanzate della metodologia di formazione aziendale. Sarà presente lo Chef Franco Luise.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: