Header image

30 positivi e una ventina in isolamento, questi sono i numeri che riassumono la situazione pandemica della settimana di Natale nel nostro comune rilevati dalla lettera di auguri del sindaco Piasentini che riportiamo di seguito, e ai cui AUGURI ci associamo:
“BUON NATALE!
Carissimi,
da tempo vi scrivo per tenervi aggiornati sull’andamento della pandemia nel nostro Comune e, come ricordate, nel corso di quest’anno, più volte sono intervenuto con ordinanze e raccomandazioni per tentare in qualche modo di regolare i nostri comportamenti per fronteggiare la diffusione della pandemia anche all’interno della nostra comunità. Spero di non avervi creato ulteriori disagi oltre a quelli che, purtroppo, siamo costretti a sopportare per rispettare ed adeguarci alle sempre nuove e, spesso, non sempre coerenti disposizioni nazionali e regionali.
Penso condividiate che quello che sta terminando sia stato un anno a dir poco difficile.
Un anno che per alcuni ha portato anche felicità. Penso ai bambini che sono nati, a chi si è sposato, a chi si è laureato o diplomato, a chi ha ottenuto un nuovo lavoro o una promozione, a chi è guarito da una malattia o ha aiutato o ricevuto aiuto dagli altri, a chi ha trovato l’amore, a chi per qualsiasi ragione ha vissuto esperienze e momenti belli.
Ma per tanti, troppi, il 2020 è stato ed è un anno da dimenticare.
Un sentimento di dolore e un ricordo va alle tante persone che sono morte a causa del virus, a chi ha sofferto, ai familiari di chi non c’è più, a chi ancora sta soffrendo ed affrontando la malattia e a quanti a causa di essa hanno subito e vissuto difficoltà; agli studenti, imprigionati dietro un video, ai bambini, ai giovani e agli anziani costretti ad una segregazione innaturale, a chi ha perso il lavoro o la certezza di un reddito, ai lavoratori per le tante problematiche da affrontare per fare il proprio dovere, agli infermieri e ai medici per i grandi rischi che stanno correndo, ai commercianti, agli artigiani, ai professionisti e alle aziende che stanno cercando con grande fatica di sopravvivere.
Vi sono vicino con l’affetto e col pensiero non potendo esservi utile più di quanto sia riuscito a fare con i mezzi a mia disposizione.
Anche nel nostro Comune, inizialmente non particolarmente toccato, stiamo affrontando oggi una fase estremamente delicata. Attualmente contiamo ancora 30 persone positive e una ventina di persone in isolamento fiduciario. Dobbiamo essere attenti ed aiutarci reciprocamente a superare l’ostacolo con la massima attenzione, collaborazione e solidarietà.
In questi giorni sentiamo esperti di ogni genere esprimersi sulla pandemia, sul come contrastarla, sulle possibili soluzioni scientifiche o normative, sulle previsioni che, superata la crisi, ci dicono che saremo migliori o saremo peggiori, che l’economia si riprenderà o che entreremo in una nuova crisi.
Io non sono un esperto, sono un una persona che ha un’immensa ed incondizionata fiducia nella scienza e nell’intelligenza, un cittadino che, con impegno e grande soddisfazione, ha l’onore di guidare la sua piccola/grande comunità e un uomo che come tutti sta cercando, con grande preoccupazione, di dare un senso alla propria vita, anche in un contesto assurdo come l’attuale. Per questo l’unico consiglio che mi sento di darvi è di guardare al futuro con ottimismo, con fiducia, con gli occhi di un bambino che ha voglia di scoprire la bellezza del mondo, la straordinaria bellezza della vita e di ciò che la rende degna di essere vissuta: l’amore e la felicità.
Il Natale 2020 ci aiuti a ritrovare la libertà, la gioia di vivere con gli altri e per gli altri, la fiducia in noi stessi e nell’umanità.
Auguro a voi tutti, a nome mio e dell’Amministrazione Comunale, un Natale sereno e bellissimo con i vostri cari, sperando che anche chi è solo possa ricevere un saluto, una visita e una parola di conforto da qualcuno, e che il nuovo anno sia veramente un nuovo meraviglioso inizio per ognuno.
BUON NATALE!
Speriamo di rivederci e di riabbracciarci presto.
Il Sindaco
Vinicio Piasentini”

 

 

fonte: civicovenezze

Numeri elevati ma sostanzialmente stabili, sono gli indicatori rilevati dal bollettino comunale. Il contagio arriva anche in Municipio è, quindi, fondamentale telefonare per accertarsi che i servizi di cui si ha bisogno siano disponibili prima di recarsi in Comune.
Di seguito l’informativa emanata dal sindaco:
“EMERGENZA COVID – AGGIORNAMENTO 17 DICEMBRE
Come già in precedenti occasioni, informo la cittadinanza sull’andamento dell’epidemia sul territorio Comunale. I dati ufficiali trasmessi dall’Azienda ULSS in forma riservata confermano una sostanziale stabilità dei contagi, che ad oggi risultano in numero di 27, oltre ulteriori 18 cittadini in isolamento per contatto stretto. Fortunatamente non si rilevano casi di ricovero ospedaliero.
Le indicazioni nazionali e regionali per limitare la diffusione del virus consentono di mantenere sotto controllo la curva dei nuovi contagi solo se osservate scrupolosamente. Ancora di piu’ in questi giorni, con l’approssimarsi delle festività, è fondamentale continuare a rispettare con rigore le disposizioni per evitare un nuovo aumento di casi positivi. Da quanto appreso dagli organi di stampa è di prossima emanazione una nuova Ordinanza Regionale che stabilirà il divieto, a partire da sabato 19 dicembre, di spostamento dal Comune di residenza dopo le ore 14,00 di ogni giorno, salvo comprovate ragioni di lavoro, salute e necessità. Ordinanza che chiedo fermamente di rispettare.
Devo purtroppo comunicare che anche 2 dipendenti comunali sono risultati positivi al virus e sono attualmente in convalescenza, con conseguente isolamento fiduciario anche per diversi altri dipendenti. E’ possibile pertanto che i servizi comunali e le manutenzioni sul territorio possano subire delle interruzioni o dei rallentamenti. Chiedo ai cittadini collaborazione e comprensione per eventuali disagi o disservizi che ne potessero derivare e invito gli utenti ad informarsi telefonicamente o a mezzo delle mail pubblicate sul sito internet e a prendere appuntamento per accedere agli uffici e ai servizi disponibili.
Ricordo l’importanza dell’utilizzo della mascherina che copra naso e bocca in tutte le occasioni di contatto, sia in ambienti chiusi che all’aperto, utilizzando sempre il gel disinfettante a disposizione all’interno di uffici e esercizi commerciali.
Il Sindaco Vinicio Piasentini”

 

 

 

fonte: civicovenezze

Anziani in fila sotto il sole cocente davanti alle Poste. Il sindaco Vinicio Piasentini avverte il Prefetto.
I protocolli dell’ufficio postale fanno entrare uno o due cittadini alla volta. Il primo cittadino di San Martino di Venezze dopo aver inutilmente segnalato la cosa alla Direzione, si rivolge anche al Prefetto. Si è reso disponibile ad allestire un gazebo.
fa, caldo, sole, protocolli, fila, fine mese, over 75. Queste le parole chiave della nuova “battaglia” del sindaco di San Martino di Venezze, Vinicio Piasentini, per difendere i propri anziani in fila davanti alle Poste del paese per poter ritirare la propria pensione. “Capisco che le Poste applichino i protocolli di emergenza Covid ma non siamo più a marzo. Lo spazio all’interno dell’ufficio postale del mio paese è piuttosto ampio e credo che possano entrare tranquillamente più di una o due persone come sta accadendo”. Gli effetti di questo “sbarramento” sono una fila di persone anziane, fuori ad aspettare il proprio turno, sotto il sole cocente, perché l’entrata delle Poste è proprio a sud, dove batte il sole.
“Ho scritto ancora tempo fa lamentando la cosa alla direzione centrale di Rovigo ma sono stato ignorato, ovvero non ho avuto risposta. Solo questa mattina sono riuscito ad avere l’attenzione del direttore della filiale di San Martino di Venezze. Sono disponibile a mettere un gazebo, ma essendo suolo privato, pur essendo sindaco, devo avere l’autorizzazione del proprietario e ora sono in attesa di un sì o di un no”.
I cittadini si sono lamentati della situazione con il Comune, sia via social che andando proprio in Municipio, “non è possibile che un ente come Poste non possa pensare ad una soluzione ad un problema scaturito da proprie decisioni”.
Fitto il dibattito apparso sulla pagina FB del gruppo “Sei di San Martino se…” scatenato dalla segnalazione/rimbrotto di una cittadina.
Il sindaco Piasentini fa sapere che ha reso edotto della situazione anche il Prefetto di Rovigo, Maddalena De Luca, e che anche altri sindaci della provincia si sono uniti alla sua segnalazione.

 

 

 

fonte: RovigoOggi

Anche nel nostro paese l’amministrazione comunale sta preparando la riapertura delle scuole a settembre. I tecnici ed il sindaco Vinicio Piasentini, incontreranno il dirigente dell’Istituto comprensivo per valutare la situazione. Peraltro, è già stata fatta la verifica delle planimetrie e degli spazi ed i plessi, essendo abbastanza ampi, non dovrebbero creare problemi per quanto riguarda distanziamento personale e rispetto della normativa anti Covid.
Nel nostro comune ci sono oltre 300 studenti tra primaria, medie, materna statale e paritaria (quest’ultima si trova nella frazione di Beverare). Si faranno tutte le verifiche del caso per cercare eventualmente di adattare gli spazi, dove sarà necessario. Forse in qualche classe della primaria. Tutto dipenderà dalla linee guida definitive.
Intanto, il comune ha partecipato al bando del fondo Pon per l’edilizia scolastica ed è diventato assegnatario di 15mila euro. Serviranno per adattare le aule alla normativa Covid. In particolare per interventi a bagni e pareti, ma anche per acquistare banchi, lavagne, arredi in generale.
In caso di emergenza, l’amministrazione comunale potrebbe anche utilizzare gli spazi del centro C.A.S.A (ex scuole elementari) di Beverare, edificio con un grande atrio e delle stanze ampie già utilizzate per attività di carattere sociale e di animazione, con anche un ampio spazio verde sul retro.
Da valutare invece il trasporto pubblico con il pulmino per gli alunni: si devono attendere le linee guida per capire come rispettare le regole sul distanziamento sociale e il divieto di assembramento.

 

 

fonte: civicovenezze e varie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: