Header image

Il COMUNE DI SAN MARTINO DI VENEZZE, con l’obiettivo di interpretare lo spirito di solidarietà della nostra comunità nei confronti delle confinanti popolazioni duramente colpite dal terremoto, avvia una sottoscrizione pubblica per la raccolta di fondi in favore delle zone maggiormente colpite e danneggiate dal sisma.

L’Amministrazione Comunale, ha preso diretti contatti con gli amministratori di MIRANDOLA (in provincia di Modena), uno dei Comuni epicentro del sisma e maggiormente colpiti, con oltre 3.200 sfollati costretti a vivere in tendopoli di emergenza, e ha individuato tra gli interventi più urgenti, cui destinare i fondi che saranno raccolti grazie alla generosità dei cittadini, la necessità dell’allestimento di una struttura temporanea per l’organizzazione dei centri di animazione estiva in favore dei bambinidelle locali scuole dell’infanzia ed elementari, essendo le strutture pubbliche fortemente danneggiate e conseguentemente inagibili.

Chi fosse interessato ad una donazione in denaro, puo’ effettuare il versamento con una delle seguenti modalità:
– con bonifico bancario intestato al Comune di San Martino di Venezze,
Codice IBAN IT 95 S089 3363 4500 0000 0022 060, citando nella causale “TERREMOTO IN EMILIA”;
– in contanti presso l’Ufficio di Ragioneria del Comune di San Martino di Venezze.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Segreteria del Comune (tel. 0425 99053, email info@venezze.it)

Il Sindaco e la Giunta Comunale donano una mensilità della propria indennità di carica, per avviare l’iniziativa. L’Amministrazione Comunale si impegna inoltre a dare massima informazione sull’utilizzo dei fondi che saranno raccolti e sui risultati ottenuti in favore delle popolazioni colpite dal sisma

Enrico ContieroSAN MARTINO DI VENEZZE – Il giovane 24 enne Enrico contiero, consigliere delegato alla cultura e alla comunicazione di San Martino della giunta Pisentini, si è fatto promotore di una nuova inizativa volta a sensibilizzare la donazione di libri e soprattutto dvd, per incrementare il patrimonio librario e audiovisivo in dotazione alla locale biblioteca di via Reato, gestita dall’esperta bibliotecaria Maria Teresa Colombo.
“Ho donato i primi dvd alla biblioteca perché credo che ogni miglioramento parta con un piccolo sforzo, e che questo sforzo debba essere fatto da chi rappresenta la comunità”. Sono queste le parole con cui il giovane consigliere delegato alla cultura, spiega le motivazioni della sua prima donazione di dvd alla biblioteca che aggiunge: “Togliere un dvd dallo scaffale personale per riporlo nello scaffale pubblico, per me è anche un gesto simbolico, un atto che firma la mia volontà di contribuire alla crescita della comunità, sperando di coinvolgere in questo spirito tutti coloro che credono nella potenzialità di una rete solidale”.
Chiunque potrà donare materiale audiovisivo o librario alla nostra biblioteca (purché in buone condizioni), per mettere a disposizione di tutti il maggor numero di nuovi supporti cartacei e multimediali.
Va ricordato che la biblioteca del comune in riva all’Adige, è una delle più attive della provincia di Rovigo. Con il suo patrimonio di più di 13 mila volumi, suddivisi tra saggistica, sezione locale, narrativa italiana e straniera e soprattutto una fornita sezione di libri per bambini e ragazzi (vero punto forte), nel 2010 si è attestata come la biblioteca con il più alto indice di prestito, visti i 10 mila prestiti effettuati, pari a 2 libri prestati per ogni abitante (l’indice di prestito si calcola dividendo il numero di prestiti annui totali, per il numero totale di abitanti). Altro punto di forza della struttura di via Reato è la proficua attività di collaborazione con la scuola dell’infanzia e la scuola primaria attraverso laboratori di lettura, oltre all’organizzazione di incontri con l’autore (l’ultimo con Franco di Mare in programma mercoledì 8 giugno nella palestra delle scuole medie di via De Gasperi). Si ricorda che l’orario di apertura della biblioteca è lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e martedì, giovedì e sabato dalle 16 alle 19.

Un Natale speciale, un calendario, 365 giorni per sostenere il reparto pediatrico dell’ospedale St. Orsola Hospital Matiri – Kenya, questa l’iniziativa di Achille Albiero, un ragazzo di Cavarzere che con l’aiuto di Talita Pozzati, Giulia Merola e Tatiana Lazzarin ha valuto sostenere la sua carissima amica Stefania Bergo, progettatrice del reparto pediatrico in Kenya.
Achille, per l’anno 2011 sta realizzando un calendario, dove verranno stampate delle foto fatte nell’ospedale in Kenya, per questo motivo sta raccogliendo donazioni tramite sponsor e amici; il ricavato verrà devoluto tutto in beneficenza a questo ospedale, che ha bisogno di medicinali, attrezzature e cibo per gli ammalati, soprattutto bambini.
Il St. Orsola Hospital è stato costruito da volontari italiani ed è entrato in funzione dal 5 ottobre 2003, ufficialmente inaugurato il 30 gennaio 2004.
Un ospedale dalla struttura moderna, a padiglioni con un totale di circa 120 posti letto, sono presenti due sale operatorie, una sala parto, due laboratori, servizi a raggi X ed ecografia, ambulatori.
L’ospedale è specializzato in chirurgia generale; il personale è composto da due chirurghi, un anestesista, infermieri, clinical officers, assistenti sociali e stipendiati, per un totale di circa 60 persone, coadiuvate da medici e infermieri volontari italiani.
Oltre a fronteggiare problemi clinici comuni quali malaria, tubercolosi, gastroenterite e complicazioni ostetriche, il nuovo obiettivo dell’ospedale è la lotta contro l’AIDS con un programma specifico di prevenzione della trasmissione materno-fetale.
Per questo, l’1 dicembre 2005 è stato inaugurato il Centro Dream, con il progetto per il riconoscimento delle madri infette, il trattamento farmacologico, il taglio cesareo e l’allattamento artificiale del bambino.
Il 25 agosto 2005 è stata inaugurata la nuova ala pediatrica con al centro la Fontana del Sole, dotata di acqua calca, affinché i bambini possano non solo giocare ma anche lavarsi. Il calendario è no profit e non è a scopo di lucro… in tanti possiamo aiutare chi ha bisogno di noi…
Per donazioni e informazioni C/C Cassa di Risparmio di Ferrare, sede centrale. IBAN IT82D0615513000000000032800 Intestato a Onlus “Un Ospedale per Tharaka”. Il sito internet è www.tharakahospital.org
Per aderire all’iniziativa del calendario 2011 è necessario contattare Achille Albiero al seguente numero cellulare 3408133144 entro e non oltre il 12 dicembre 2010.
Se si vuole donare il 5 per mille all’associazione Un ospedale per Tharaka, questo è il codice fiscale 91010140381 da comunicare al proprio commercialista.
L’iniziativa del calendario era stata fatta anche l’anno scorso ed erano stati raccolti 3500 al netto delle spese con i quali sono stati pagati gli stipendi all’intera equipe medica per l’anno 2010.
La presentazione ufficiale del calendario 2011 si svolgerà nelle serate del 08.01.2011 presso la discoteca Malibù Disco Club di Volto di Rosolina e il 16.01.2011 presso la discoteca Mojito di Melaredo di Pianiga.
Infine in data 23.01.2011 presso il Costa Café di Cavarzere verrà organizzato un aperitivo con una mostra fotografica dell’ospedale con l’invito a tutti gli amici che hanno contribuito alla realizzazione del calendario 2011 e a tutti gli sponsor finanziatori.
I media partner della campagna di raccolta fondi sono Delta Radio, Malibù Disco Club, Costa Cafè e La Voce di Rovigo.
L’intero gruppo organizzatore e tutto l’ospedale ringrazia di cuore tutti coloro che parteciperanno e sosterranno l’iniziativa.

Siti Internet
Associazione: http://www.tharakahospital.org/
Ospedale: http://www.matirihospital.org/
Vista Google Maps Ospedale: http://maps.google.it/maps?t=h&hl=it&ie=UTF8&ll=-0.316478%2C37.901545&spn=0.004817%2C0.009559&z=17

Salve a tutti,
volevo porgere l’attenzione su questa lodevole iniziativa di un amico:

Calendario 2011 per il Kenya
Dato l’enorme successo dell’anno scorso, anche per il 2011 stiamo realizzando il calendario con alcune foto scattate al St. Orsola Hospital il cui ricavato verrà interamente devoluto all’ospedale.

Se siete interessati, con soli 5 € potete acquistare la data del compleanno o di qualche altra ricorrenza (anniversario, onomastico ecc…) per voi significativa che comparirà sul calendario.

Chi fosse interessato può contattare Achille Albiero su Facebook o al numero +393408133144.

Un grazie di cuore fin da ora a chi aderirà all’iniziativa.
In tanti possiamo aiutare chi ha più bisogno di noi…
Achille.

Corteo Festa AvisGiornata importante e significativa quella svoltasi domenica mattina nel capoluogo rivierasco in cui è ricorsa la “18^ Festa del donatore” organizzata dalle locali sezioni dell’Avid e Aido.
La manifestazione è cominciata attorno alle 10 con il ritrovo di tutti i partecipanti davanti alla scuola media “Dante Alighieri” di via De Gasperi. Alle 10.30 il corteo è partito con i labari delle “consorelle” al seguito, ovvero le altre delegazioni provinciali di Avis e Aido, assieme alle autorità e dirigendosi nella vicina piazza Aldo Moro per la deposizione di una corona di fiori davanti al monumento ai caduti. Alle 11.15 è stata celebrata dal parroco don Adriano Frigato la santa messa nella chiesa di San Martino vescovo.
Al termine della funzione religiosa tutti i partecipanti si sono trasferiti nella sede dell’Avis – Aido in via Ca’ Donà dove le autorità hanno portato il loro saluto. Alla cerimonia erano presenti il sindaco di San Martino Roberto Merlin, l’Assessore alla Cultura Ivo Contiero, la presidente della locale sezione Avis Monica Destro e dell’Aido Liliana Boarin, oltre al rappresentante provinciale dell’Avis di Rovigo Mattia De Poli e al rappresentante dell’Aido regionale Ruzza.
Successivamente si è passati alla premiazione dei 24 soci a cui è stata consegnata ad ognuno una medaglietta in argento, mentre ad alri due una in oro.
Al termine della consegna da parte dei presidenti, la manifestazione si è conclusa con un buffet offerto a tutti i partecipanti per congedarsi in modo conviviale e cordiale e chiudendo degnamente la giornata di festa che ha visto protagonisti i valori della donazione e dell’altruismo.

Fonte: La Voce di Rovigo del 30.09.2010 – Gabriele Casarin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: