Header image

Municipio di San Martino di Venezze - Palazzo Mangilli su Piazza Aldo MoroMercoledì 30 Novembre alle ore 21.00 si è svolto il Consiglio Comunale a Palazzo Mangilli dell’Amministrazione guidata da Vinicio Piasentini. Otto i punti all’ordine del giorno discussi nella sala consigliare. Dopo l’esame dei verbali della seduta precedente letti dal Sindaco, si è passati subito alle variazioni di assestamento generale del bilancio. Il Sindaco ha sottolineato che ci sono stati degli ingressi straordinari dovuto alla vendita di aree per l’edilizia privata e di loculi del cimitero grazie ai quali verranno completati i lavori della Piazza Aldo Moro e verranno effettuati lavori di asfaltatura di alucne strade comunali. Piasentini ha poi descritto le variazioni contabili del documento spiegando i vari punti a tutta l’assemblea. Si sono susseguiti poi gli interventi dei consiglieri di minoranza Beggiao e Bonato, i quali hanno polemizzato sull’operato dell’Amministrazione Piasentini facendo presente che nel documento vi sono variazioni in diminuzione per il sostegno alla scuola, al sociale e non sono mancate polemiche sui lavori di Piazza Aldo Moro e sull’aumento dell’indennità del sindaco. Dopo gli interventi della minoranza ha preso la parola l’Assessore Merlin che ha spiegato che il documento altro non è che un documento contabile di fine anno e tutti i segni meno altro non sono che frutto di una gestione oculata della cosa pubblica. Infine, prima di passare al voto del punto, Piasentini ha ribadito il fatto che l’aumento della propria indennità è dovuta al fatto che lui come libero professionista percepisce una indennità lorda, a differenza del sindaco precedente che era un dipendente e percepiva una indennità al netto delle imposte. Inoltre si è soffermato sul fatto che nessun taglio ai servizi è stato fatto e che tutti gli amministratori di maggioranza si sono fatti un taglio del 10% delle indennità a favore del sociale. La votazione di questo punto ha visto 9 voti favoreli, 2 contrari (Lista Bonato Sindaco) e 2 astenuti (Democrazione per San Martino). Il punto successivo prevedeva una modifica al regolamento comunale per l’aumento dell’addizionale IRPEF dove i voti sono stati sempre uguali alla votazione del punto precedente. Il quarto punto all’ordine del giorno, approvato con la stessa votazione dei punti precedenti, ha visto aumentare l’aliquota dal 0,5 al 0,8 ed è stato contestato dalle minoranze con un intervento del consigliere Bonato che ha chiesto un passo indietro e di mantenere l’aliquota attuale, mentre il consigliere Beggiao si è augurato che i soldi in più che saranno incamerati vengano utilizzati con responsabilità. Il sindaco ha replicato in figura di responsabile del Bilancio dando delucidazioni in merito all’aumento, spiegando come i tagli dei trasferimenti dello stato hanno portato questa Amministrazione a questa scelta obbligata e nel caso non fosse più necessaria si tornerà all’aliquota precedente. I punti successivi sono stati tutti approvati all’unanimità e prevedevano la modifica al regolamento comunale di contabilità, l’attuazione del “Piano Casa”, l’intitolazione di una strada comunale. Per la nomina dei componenti della commissione comunale per la famiglia sono stati nominati Barison Cristiano, Cavallaro Nicoletta e Giavara Giancarlo.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo

Municipio di San Martino di Venezze - Palazzo Mangilli su Piazza Aldo MoroNella seduta consigliare di giovedì 10 febbraio 2011 che vedeva come punti all’ordine del giorno la presa d’atto dei verbali della precedente seduta, la ricognizione delle partecipazioni del comune in società finalizzata al loro mantenimento o cessione, l’incompatibilità del ruolo di consigliere all’interno del consiglio comunale e la comunicazione del prelievo dal fondo di riserva.
Gli assenti del consiglio per la trattazione degli argomenti da discutere erano Irene Tiozzo e Renato Bettonte. Tutti i punti sono stati approvati dalla sola maggioranza ad eccezione del secondo punto sulla causa di incompatibilità del consigliere Bettonte che è stato votato dall’intera maggioranza più dai Consiglieri di minoranza di Aria Nuova Giavara Giancarlo e Vinicio Piasentini, astenuti gli altri incluso Tobaldo Luciano.
L’incompatibilità sollevata al consigliere Bettonte è inerente alla realizzazione di un parcheggio e di una zona di sosta per l’autobus, su un area di proprietà di Bettonte ma già servita da opere pubbliche. Il Comune tramite gli uffici di competenza ha attivato la procedura di esproprio come previsto dalla legge per la realizzazione dell’opera, mentre il Dott. Bettonte Renato ha ricorso al T.A.R.
Renato BettonteL’Art. 63 D.LGS. del 18 Agosto 200 n. 267 prevede che un consigliere in causa con l’Amministrazione Comunale non possa ricoprire cariche pubbliche all’interno del medesimo comune. Per poter continuare a ricoprire tale carica, il consigliere Bettonte dovrà chiedere la rimozione del contenzioso nei confronti del Comune di San Martino di Venezze, pena le dimissioni per legge e l’esclusione da qualsiasi lista per le future elezioni amministrative di maggio.
Per quanto riguarda le società partecipate dal Comune, risulta una piccola quota di partecipazione di capitali alla società Attiva SpA (ex Cosecon), la San Martino Green SpA che è in liquidazione e Polesine Acque SpA, società con capitale interamente pubblico. La comunicazione del prelievo dal fondo di riserva è dovuto al fatto che nel periodo invernale sono serviti dei soldi per interventi straordinari per la manutenzione stradale causa nevicate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: