Header image

SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) – Per fortuna sono illesi gli occupanti delle due vetture coinvolte nel sinistro lungo la provinciale, che collega il capoluogo a San Martino di Venezze.

All’incrocio di Ca’ Donà, lunedì 4 gennaio intorno alle 17 e 45, una Bmw X3 che proveniva da Rovigo, si è scontrata con una Alfa Romeo Giulietta. Sul posto sono prontamente interventi i Carabinieri e il personale del Suem 118. La ricostruzione dell’accaduto è al vaglio dei militari dell’Arma.

Purtroppo in quel punto non è la prima volta che avviene un sinistro, è un incrocio tristemente noto.

 

 

 

fonte: rovigo oggi

ROVIGO – Giovedì 13 agosto incidente sulla rotatoria davanti all’Ospedale di Rovigo intorno alle 10, coinvolta l’automatica che stava uscendo per un codice rosso in direzione San Martino di Venezze (Rovigo).

Un’auto, in viale Tre Martiri, non ha dato la precedenza al mezzo del Suem 118, per fortuna nello scontro non ci sono stati feriti, ma di fatto l’incidente ha ritardato di preziosi secondi il soccorso all’anziana.

L’Automedica, tra l’altro, ha dei dispostivi particolari che la normale ambulanza non ha in dotazione. Il medico ha abbondanto il mezzo salendo sull’ambulanza, limitando al massimo la perdita di tempo, lasciando l’operatore sul luogo dell’incidente, rilevato dalla Polizia locale.

 Per Paola Reato, 90enne, di San Martino di Venezze, vedova di Mario Dall’Ara, medico condotto del paese dal 1946 al 1981, colpita da un arresto cardiaco, purtroppo non c’è stato nulla da fare, nonostante i tempi imposti dal protocollo dell’Ulss 5 Polesana siano stati rispettati.

“In primo luogo, rivolgiamo un pensiero di cordoglio e condoglianze alla famiglia del paziente che, purtroppo, non ce l’ha fatta. Vogliamo rassicurare, però, che i tempi di intervento previsti dai protocolli, in caso di arresto cardiaco, sono stati ampiamente rispettati dal nostro personale, nonostante il fuoriprogramma rappresentato dall’incidente: in casi di questo tipo, si prevede che il soccorso debba essere portato entro 18 minuti dalla chiamata: bene, nonostante il tamponamento, medico e soccorritore erano a casa del paziente già 13 minuti dopo la richiesta di soccorso”.

Edgardo Contato, direttore sanitario dell’Ulss 5 Polesana, fa chiarezza sulla vicenda avvenuta verso le 10 di oggi, quando l’automedica, in uscita, assieme all’ambulanza, dall’ospedale, per soccorrere un anziano colpito da arresto cardiaco, in codice rosso ha avuto un piccolo incidente con un’altra vettura. “La priorità del nostro personale è sempre e comunque – prosegue Contato – quella di intervenire sui soccorsi. Il medico, quindi, senza perdere minimamente tempo, si è spostato sull’ambulanza, divenuta così una ambulanza medicalizzata, riprendendo subito il viaggio, senza ritardo”.

“Importante precisare – prosegue poi Contato – come il paziente fosse comunque già assistito a domicilio, dove era presente il medico di base. Una volta arrivato il nostro personale, sono state tentate tutte le manovre di rianimazione, ma invano”.

Le esequie si sono tenute ieri 14 agosto nella chiesa di San Martino, affollata per quanto permesso dalla normativa anti Covid, e la salma è stata tumulata a Rovigo.
La famiglia ha ringraziato i presenti ed i cittadini di San Martino per la simpatia, la stima e la cordialità da sempre dimostrata verso la signora Paola.
.

 

 

 

 

fonte: RovigoOggi

A San Martino in Via Saline, all’altezza del civico 800, alle 9,30 circa un maxitrattore con rimorchio proveniente da direzione Mardimago e diretto verso direzione Anguillara, senza nessuna causa apparente, in quanto dalla direzione opposta non proveniva alcun veicolo, ha rischiato di finire nel fosso che costeggia la strada.
Il rimorchio ha invaso il ciglio del fosso causando un ampio smottamento e dopo aver divelto il lampione della pubblica illuminazione è riuscito a ritornare in carreggiata.
L’autista dopo aver controllato la situazione dei danni ha ripreso la circolazione, al momento non sappiamo se ne abbia data informazione alle autorità competenti e data la rapidità dell’accaduto e la posizione particolare della strada non è stato posssibile rilevare il n. di targa.
Avvertiti dai cittadini, i tecnici comunali sono prontamente giunti sul posto.

 

IMG_20200619_093243 (1) PANO_20200619_093048 (1)

 

 

fonte: civicovenezze

Tragico incidente ieri 17 agosto, in tarda serata, a Tribano (Padova) in via Olmo. Una Opel Astra station wagon è uscita di strada da sola, senza coinvolgimento di alcun altro veicolo, rovesciandosi più volte. L’auto è rotolata a lungo nei campi. Il conducente, Loris Giavara, 36 anni, residente a San Martino di Venezze, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Monselice-Schiavonia, ma è deceduto poco dopo per le gravissime ferite riportate nella paurosa carambola.
Le cause della fuoruscita autonoma di strada sono in corso di accertamento.
Grande il cordoglio in paese per la scomparsa del giovane meccanico.

 

fonte: civicovenezze

 

 

 

 

SAN MARTINO DI VENEZZE (RO) – Terribile schianto sul muro per un 21enne che lavora per la Bartolini. E’ grave, ma non in pericolo di vita. Sul posto i Carabinieri, i Vigili del fuoco e il Suem. I Vigili del fuoco ci hanno messo un’ora per estrarlo dall’abitacolo del furgone, il 21enne che stava transitando a San Martino di Venezze intorno alle 17 e 30 di martedì 9 luglio, sulla strada che conduce a Pettorazza.
Ha fatto tutto da solo impattando con il furgone della Bartolini sul muro di una proprietà per ben due volte tra Cà Donà e Beverare.
Il giovane di Anguillara Veneta (Padova) è grave, ma per fortuna non sembra in pericolo di vita. Quando il personale del Suem, i Carabinieri e i Vigili del fuoco, intervenuti con due mezzi, sono arrivati, è stato anche allertato l’elisoccorso.
Grandi emozioni e reazioni ha suscitato l’accaduto sulla popolazione del luogo che si vedono impotenti di fronte ad accadimenti di questo genere e portata.

 

 

 

 

fonte: rovigo oggi

Un incidente spaventoso, nella dinamica, ma che per fortuna non ha prodotto traumi troppo gravi per una 52enne di San Martino di Venezze.
Nella mattinata di giovedì 11 gennaio, al volante della sua 500, per motivazioni ancora da chiarire, è volata giù dall’argine, finendo nella scarpata, mentre percorreva, verso le 11, la strada provinciale 1, nei pressi ponte Adige nel Comune di Barbona.
La donna, quindi, secondo le prime ipotesi di ricostruzione della dinamica, sarebbe uscita autonomamente di strada, ribaltandosi. E’ stata portata in ospedale in condizioni di media gravità.

http://rovigooggi.it/

 

 

fonte: rovigo oggi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: