Header image

SAN MARTINO DI VENEZZE – Stavolta il San Martino 2011-2012 sembra fare sul serio. La società gialloblù del presidente Sattin ha già iniziato la preparazione in vista dell’imminente campionato di Terza categoria agli ordini del riconfermato mister Flavio Pigato. La squadra sanmartinese è stata inserita nel girone rodigino assieme ad altre 15 squadre, pronte a sfidarsi dall’11 settembre. Rispetto alla passata stagione la rosa gialloblù si è rinforzata notevolmente, con diversi innesti di spessore che andranno a completare lo zoccolo duro del collettivo. Oltre ai riconfermati Colombo, capitan Barbierato, Bonvento, Crivellari, Baldon, Lucchin, Giacomello, Sette, Contiero, Rizzato, Lazzarin, Granziero, D’Angelo e Tidon, si sono aggiunti i difensori Neodo e Polo, fermi lo scorso anno per infortunio, più i neo acquisti, a partire dal nuovo numero uno Federico Gusella, ex amatori Piacenza d’Adige e Lendinarese, i difensori Igor Marangotto, ex Stanghella e
Arre e Matteo Pavanello, ex Beverare. A centrocampo Luca Babetto e Federico Montecchio, entrambi provenienti dai cugini del Beverare e in attacco Davide Contato, ex Santa Sofia e Diego Barchi, ex Ca’ Emo. L’obiettivo stagionale, a partire da primo tifoso, ovvero il presidente Sattin e il tecnico gialloblù Pigato, è disputare un campionato di buon livello, puntando alla zona di alta classifica, entro le prime cinque posizioni, ma come ha professato il mister rivierasco: “L’obiettivo è quello, i nomi ci sono, starà poi ai giocatori dimostrare il loro valore in campo”. Sabato scorso la prima uscita stagionale per il San martino in casa contro l’Arre (Seconda categoria padovana), in cui i gialloblù hanno perso di misura 3-2. Altra amichevole in programma sabato prossimo contro il Baricetta.
Questo l’organigramma societario e la rosa del San Martino 2011-2012. Presidente: Ignazio Sattin. Dirigente: Graziano Barbierato. Allenatore: Flavio Pigato. Preparatore dei portieri: Alessandro Franceschi. Portieri: Federico Gusella, Alessandro Colombo. Difensori: Diego Barbierato (capitano), Alberto Bonvento, Igor Marangotto, Diego Neodo, Nicolò Polo, Gabriele Crivellari, Matteo Baldon, Matteo Pavanello. Centrocampisti: Federico Montecchio, Luca Babetto, Paolo Lucchin, Matteo Giacomello, Davide Sette, Enrico Contiero, Mirko Rizzato, Paolo Lazzarin. Attaccanti: Davide Contato, Diego Barchi, Matteo Granziero, Luca D’Angelo, Alberto Tidon. Magazziniere: Pietro Toso.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

Paolo Lucchin centrocampista Calcio a 11 San Martino di VenezzeVALLE SAN GIORGIO (Padova) – Pokerissimo liberatorio per il San Martino che nel recupero infrasettimanale dell’undicesima di andata di ieri sera, ritorna con tre punti preziosi dalla trasferta di Valle San Giorgio, nel padovano, battendo il Città del Castello con uno schiacciante 5-1.
Primo tempo dominato dai gialloblù di Pigato che sprecano numerose occasioni per portarsi in vantaggio, ma le punte sanmartinesi hanno le polveri bagnate. Finalmente al 20′ Granziero indovina il passaggio giusto per il compagno Lucchin che non ci pensa due volte a battere Tamiazzo per il momentaneo 1-0. Primi 45′ con il San Martino in vantaggio.
Secondo tempo fotocopia del primo. I padroni di casa sono poca cosa per portare dei pericoli a Colombo e alla sua retroguardia. Al 13′ Granziero viene atterrato in area e l’arbitro Nascimben di Este decreta la massima punizione. Dagli 11 metri si presenta lo stesso Granziero che calcia, il portiere respinge, ma il direttore di gara fa ripetere per un’irregolarità dei giocatori di casa. Sul dischetto va Bacchiega che trasforma il 2-0. Città del Castello che al 17′ accorcia sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con Bonvento che trova una sfortunata deviazione di testa nella propria porta: 1-2. Ma il San Martino non si perde d’animo e macina gioco e occasioni. Al 35′ Lazzarin mette la firma sul 3-1, seguito 2′ più tardi dal giovane D’Angelo che cala il poker, 4-1. A tempo scaduto è Rocca a far carambolare malauguratamente la sfera nella propria porta per il definitivo 5-1.
Successo salutare per i rivieraschi che tornano ai tre punti dopo un periodo di digiuno. Con la vittoria di ieri sera a Valle San Giorgio i gialloblù si portano a quota 27 in classifica scavalcando gli athestini del Redentore e attestandosi all’ottavo posto, con la zona play offoi lontana ora solo quattro lunghezze.
Domenica prossima per la sesta di ritorno, turno di riposo per i ragazzi di Pigato che ritorneranno in campo domenica 20 febbraio per il recupero della quindicesima di andata che si doveva disputare il 19 dicembre, rinviata per neve. Avversario di giornata sarà il Pernumia, quinta forza del girone D padovano, staccato dalla compagine polesana di solo quattro lunghezze.

Città del Castello – San Martino di Venezze 1 – 5

Città del Castello: Tamiazzo, Bressan (7’st Slanzi), Sturaro, Fanali, Rocca, Fetah, Calicchi, Ziron (20’st Turrin), Gallana, Temporin. A disp.: Gallo, Scarso.
San Martino di Venezze: Colombo, Bonvento, Baldon, Crivellari, Pigato A., Bacchiega, Lazzarin (42’st Pellegrin), Giacomello (34’st Rizzato), Lucchin (39’st Lelalrio), Granziero, D’Angelo. All.: Pigato F.
Arbitro: Nascimben di Este
Reti: 20’pt Lucchin (S), 13’st rig. Bacchiega (S), 17’st aut. Bonvento (S), 35’st Lazzarin (S), 37’st D’Angelo (S), 45’st aut. Rocca (C)
Ammoniti: Tamiazzo (C), Lazzarin (S)
Espulsi: 30’st Gallana (C) e Temporin (C) per proteste.

Fonte: La Voce di Rovigo del 10.02.2011 – Gabriele Casarin

Flavio Pigato Mister Calcio a 11 San Martino di VenezzeSAN MARTINO DI VENEZZE – Il 2010 è andato in archivio e il nuovo anno si apre con la speranza di poter fare ancora meglio per il San Martino del presidente Sattin, che milita nel girone D padovano di Terza categoria. I gialloblù guidati da Flavio Pigato hanno chiuso la prima parte del girone di andata (con ancora tre gare da recuperare) all’ottavo posto a quota 16 punti ottenuti in 11 partite. Sei i successi (contro Stanghella 4-0, Tribano 2-1, Redentore 1-0, Santelenese 2-1 e Beverare 2-1), un solo pari (contro l’Atletico Villa 0-0) e cinque sconfitte (contro Ca’ Emo 2-4, Casale di Scodosia 0-1, Bagnoli 0-2, Due Carrare 0-4 e Montagnana 0-1). Il reparto offensivo ha realizzato 13 reti, mentre la difesa è stata perforata in 15 occasioni.
Dopo una partenza positiva con le prime due gare vinte, il San Martino ha alternato sconfitte e vittorie in serie con un rendimento altalenante. Il gioco dei rivieraschi trasmesso da mister Pigato ha fatto emergere geometrie di gioco discrete, ma il tallone d’achille della formazione sanmartinese soprattutto nelle ultime partite si è rivelato l’attacco a dir poco sterile. Troppo pochi i gol realizzati dalle punte e talvolta le uniche palle gol avute non sono state sfruttate a dovere.
Nel complesso però i presupposti per disputare un girone di ritorno in modo più positivo ci sono tutti e il San Martino è una squadra giovane che potrà far valere le proprie qualità come la velocità e la freschezza dei suoi giocatori. Nessun obiettivo irraggiungibile per i gialloblù che non si sono prefissati play off o posizioni di vertice, ma partita dopo partita creare un gruppo consapevole dei propri mezzi.
Colombo 6.5: il portiere gialloblù nel complesso merita la piena sufficienza. In alcuni frangenti non ha brillato per tempismo negli interventi ma in altri casi si è rivelato decisivo nel sventare e salvare il risultato.
Bonvento 6.5: il terzino destro e all’occorrenza anche marcatore si è sempre dimostrato puntuale, dando sicurezza al reparto arretrato, anche se a volte pure lui ha risentito del momento no della squadra in certe partite non brillanti.
Barbierato 6: una sufficienza per il capitano del San Martino, anche se può fare molto di più nella fascia sinistra di sua competenza e sfruttare ancor meglio la sua velocità e il suo fisico per le incursioni e gli inserimenti a palla inattiva.
Contiero 6.5: il mediano di Pigato è migliorato sensibilmente rispetto a qualche tempo fa. L’impostazione di gioco non è nelle sue corde ma sicuramente sa interrompere le trame avversarie e dare un grosso aiuto a metà campo.
Pigato A. 6.5: i suoi centimetri in difesa si fanno sentire e il centrale del San Martino ha fisico da vendere. Manca qual pizzico di cattiveria agonistica in più che lo renderebbe un difensore di spessore.
Bacchiega 6.5: arrivato a San Martino a campionato già iniziato il libero gialloblù ha messo a disposizione della squadra la sua esperienza, rivelandosi provvidenziale nel guidare la retroguardia, anche se ultimamente ha dovuto rimanere fuori per noie muscolari.
Lazzarin 6.5: il pendolino destro ha indubbie qualità e talvolta ha messo la sua firma nel tabellino marcatori, ma in certi momenti il suo rendimento cala quando dovrebbe dare qualcosa in più. Manca di continuità ma avrà il tempo per dire la sua.
Giacomello 6: il giovane centrocampista arrivato in prestito dal Pettorazza ha piedi buoni, ma certe volte manca di malizia in un settore nevralgico del campo come la mediana. Nel complesso però il suo rendimento è sufficiente.
Lucchin 7: è il giocatore più positivo di questo San Martino. Ha iniziato da titolare per poi entrare spesso a partita in corso. Quando è subentrato però ha sempre messo la giusta grinta. Forse andrebbe sfruttato di più nella fascia, ma arriverà anche per lui il momento più opportuno.
Garzin 5: voto insufficiente per il numero 10 gialloblù. La sua esperienza dovrebbe farsi sentire per l’ex Arianese e Bottrighe ma troppe volte il giovane attaccante di Pigato non ha inciso come avrebbe dovuto fare. Qualche lampo ad inizio stagione ma poi più nulla. Troppo poco per uno come lui che potrebbe arrivare benissimo al gol in doppia cifra.
Granziero 7: in più di un’occasione ha segnato gol pesanti che hanno portato i suoi compagni alla vittoria. Buono nel complesso il rendimento del giovane attaccante anche se risente pure lui dei momenti no della squadra.
Crivellari 6: ritornato all’ovile dopo la parentesi a Ca’ Emo dello scorso anno il centrocampista esterno sanmartinese ha cercato di dare il suo contributo, ma potrebbe dare molto di più per un giocatore come lui.
De Gortes 5.5: dopo aver cominciato la preparazione a San Martino ed essere passato al Santa Sofia, il vecchio bomber di Sarzano è ritornato alla corte di Pigato a dicembre. Poche le partite giocate e non del tutto sufficiente il suo rendimento. E’ ancora presto per dire quanto potrà dare, ma da uno come lui ci si aspetta molto.
Baldon 6: il difensore gialloblù si è dato da fare quando è stato chiamato in causa. Nel complesso sufficiente il voto per l’ex Tribano.
D’Angelo 6: poche le partite effettivamente giocate per il giovane esterno offensivo. Grinta e velocità non gli mancano. Se impiegato maggiormente potrebbe dire la sua.
Sette sv: anche lui arrivato a dicembre in prestito dal Pettorazza. Piedi buoni che potranno diventare utili per il centrocampo del San Martino.
Sfriso sv: dopo la parentesi non troppo felice a Buso il talentuoso Sfriso è tornato a San Martino per riscattarsi. La sua esperienza potrà essere molto utile per mister Pigato.
La panchina 6: Franceschi, Rizzato, Pellegrin, Bazzan e Lelario sono stati impiegati poco nel corso del campionato, ma le riserve sanmartinesi si sono sempre fatte trovare pronte.
Pigato F. 6.5: la vecchia bandiera gialloblù ha messo assieme questo gruppo di ragazzi cercando di dare loro una fisionomia di gioco e un carattere, ma soprattutto puntando alla compattezza del gruppo. I presupposti per disputare un buon girone di ritorno ci sono tutti.

Fonte: La Voce di Rovigo del 04.01.2011 – Gabriele Casarin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: