Header image

Andrea Grande del Basket San Martino di VenezzeIl San Martino, dopo la sconfitta interna nel turno precedente contro l’Este, riprende subito la marcia aggiudicandosi in trasferta il match contro il Noventa.
La gara che si prospettava complicata per le assenze dei due Rossi e di Ferrari è invece stata fluida dopo un impaccio iniziale dovuto al nervosismo ed alla troppa foga messa in campo per la voglia di riscattarsi dalla bruttissima prestazione del venerdi precedente.
Si inizia subito con una grossa mole di gioco che però viene poco premiata dai troppi errori in fase conclusiva e con una difesa un po’ troppo larga, i bianconeri concedono un leggero vantaggio ai padroni di casa del Noventa che chiudono sul + 5  il parziale (18-13).
Battistini chiede una piu attenta gestione della palla ed una circolazione piu veloce contro la difesa a zona schierata dai patavini. Al terzo minuto di gioco del secondo quarto ecco che la squadra finalmente prende le giuste misure e con una difesa asfissiante e veloci contropiedi e transizioni infligge un parziale terribile di 24-0 in 6 minuti di gioco chiudendo di fatto la partita già prima della pausa di metà gara. Le squadre vanno al riposo infatti sul punteggio di 27-46 con il team polesano in controllo totale della gara.
Terzo periodo che viene amministrato nonostante qualche iniziale difficoltà contro la difesa ospite passata a uomo fino al 5′ minuto, momento in cui si rivede nuovamente la squadra bianconera riprendere le redini del gioco e portare la chiusura di quarto sul punteggio di 45-66 (parziale di 18-20) che permette di affrontare anche l’ultimo quarto senza preoccupazioni e con la possibilità di dare minuti di gioco a tutti i componenti del team.
L’ultimo quarto concede un piccolo rientro nel punteggio ai patavini che a cavallo di metà quarto mettono a segno un break di 6 punti che rimarrà tale sino alla sirena finale dando la vittoria comunque ai polesani che si aggiudicano i due punti con il 72-87 finale.
“Questa sera ho visto davvero i miei giocatori dare il massimo – dice coach Battistini – segno che volevano dimenticare la gara precedente in fretta. Tutti hanno giocato con alto minutaggio senza dare segni di cedimento e dimostrandomi che chiunque scendesse in campo il gioco non ne risentiva, segno che se viene dato il massimo e si rimane concentrati diventiamo una squadra temibile in tutti i punti del campo. Su tutti da segnalare la prova di Brigo che in 30 minuti mette a segno 29 punti, di Donà e Camilli che hanno dato la loro impronta in cabina di regia, e di Golinelli e Grande che con la loro velocità hanno messo in ginocchio gli avversari. In ogni caso tutti si son dimostrati combattivi e precisi come Colombo e Spiandorello che hanno sostituito nel ruolo la nostra ala Rossi che mancava per malattia e Zago, Salvà e Rigato che hanno dato la loro impronta fatta di esperienza ed intensità di gioco.”
La prossima gara vedrà i bianconeri tornare tra le mura amiche per affrontare il Vigodarzere con palla a due venerdi 11 alle ore 21,30.

NOVENTA PADOVANA – SAN MARTINO DI VENEZZE 72-87
(18-13, 9-33, 18-20, 27-21)

TABELLINI:
NOVENTA: Simoncini 8, Petrin, Gentili 7, Nazzari 4, Quareni 13, Scanferla, Pilotto 2, Saviolo 22, Cavara 14, Zampieri 2, Allenatore Loverro.
SAN MARTINO: Colombo 5, Cammilli 14,  Donà 20, Zago 6, Grande 4, Rigato 3, Brigo 29, Salvà, Spiandorello, Golinelli 6, Allenatore Battistini.
Tiri Liberi: Noventa  7/20, S. Martino 11/27
Usciti per 5 falli: Brigo (SM)
Arbitri: Berton di Este e Giacon di Maserà.

Fonte: La Voce di Rovigo del 08.02.2011

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: