Header image

Daniele Barison Mercoledì 07 dicembre alle ore 21.00 nella Sala Civica del capoluogo si è riunita l’assemblea dei tesserati 2011 del Partito Democratico del circolo di San Martino di Venezze e Pettorazza Grimani.
L’Assemblea è stata aperta con l’intervento del coordinatore uscente Franco Bettinelli che ha presentato l’ordine del giorno davanti a circa 35 persone. L’obiettivo è quello di individuare tra i tesserati le persone che andranno a dirigere il circolo locale. L’ex coordinatore ha sottolineato l’operato politico ed amministrativo degli ultimi anni, ricordando inoltre la vittoria della lista Nuova Venezze guidata da Vinicio Piasentini e sostenuta dal Partito Democratico.
Proprio il sindaco Vinicio Piasentini era presente all’apertura del congresso il quale ha portato i saluti dell’Amministrazione Comunale.
Dopo l’intervento del Sindaco Piasentini ha preso la parola il segretario provinciale del Partito Democratico Diego Crivellari, che ha dichiarato di essere contento e soddisfatto della crescita degli iscritti e della presenza di numerosi giovani neo tesserati, ringraziando, per il buon operato del coordinatore uscente Franco Bettinelli e il giovane consigliere comunale di maggioranza Daniele Barison.
A seguire si è tenuto il dibattito con numerosi interventi da parte di tesserati e simpatizzanti presenti in sala. Durante la serata non sono mancate critiche da parte di alcuni ex tesserati che hanno contestato l’operato della campagna tesseramenti 2011. Le critiche sollevate sono state smorzate dai numeri interventi dei tesserati e sostenitori che hanno ribadito la necessità di chiudere definitivamente con i vecchi personalismi a iniziare con una nuova era politica e amministrativa.
L’unica candidatura proposta per il nuovo coordinatore locale è quella di Daniele Barison, ventunenne studente universitario e consigliere di maggioranza dell’Amministrazione Piasentini, che è stato eletto all’umanità dall’assemblea con 21 voti. Daniele Barison in qualità di neo coordinatore ha proposto una lista di otto membri del direttivo, votata anche questa all’unanimità. Ecco come è composto il nuovo direttivo del Partito Democricato: Giorgio Barchi, Gloria Cherubin, Cristiano Barison, Fabio Tarozzo, Igor Boarin , Franco Bettinelli , Elisa Sette e Benvenuto Boarin. Il neo coordinatore Barison si dichiara soddisfatto del lavoro svolto e contento della numera partecipazione ringrazia tutti per la fiducia che gli iscritti gli hanno posto. Prosegue Barison.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo

Ilenia FrancesconSAN MARTINO DI VENEZZE – Numerosa partecipazione di pubblico al primo consiglio comunale dell’era Piasentini, svoltosi mercoledì sera nella sala consiliare di Palazzo Mangilli. Sei i punti all’ordine del giorno. Il primo tema affrontato è stato l’esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità del sindaco e degli eletti alla carica di consigliere comunale. Il neo primo cittadino ha aperto i lavori facendo avere a tutti i consiglieri la lettera di dimissioni presentata dal membro di minoranza della lista “Democrazia per San Martino”, Renato Bettonte, giunta all’ufficio protocollo nella mattinata di mercoledì. Il consigliere Bonato della lista “Per San Martino Bonato Sindaco”, ringraziando pubblicamente tutto l’elettorato che lo ha votato e facendo le congratulazioni al nuovo sindaco, ha sollevato un quesito in merito a una presunta incompatibilità alla carica di sindaco di Piasentini, poiché il fratello dello stesso è presidente della Banca di credito cooperativo del Medio Polesine. Questione subito chiarita dal segretario comunale che, sentenze e norme legislative alla mano (art. 63, comma 1, punto 2 del Tuel 267/2000), ha spiegato come tale incompatibiltà non sussista. Dopo aver chiarito ciò, il consigliere Pierpalolo Barison di “Democrazia per San Martino” ha portato il suo saluto al nuovo consiglio, augurando buon lavoro e impegnandosi con la sua lista a contribuire alla logica ‘del fare’ per il paese. Si è passati quindi alla votazione da parte degli 11 consiglieri presenti, nonché alla surroga al neo consigliere di minoranza Giuseppe Beggiao di “Democrazia per San Martino” che ha preso il posto del dimissionario Bettonte, determinando ben cinque consiglieri under 30 seduti a Palazzo Mangilli.
Il secondo punto all’ordine del giorno, ha visto il giuramento da parte del sindaco Vincio Piasentini. “E’ un onore doppio per me poter essere il sindaco di San Martino, sia per la ricorrenza della festa della Repubblica, sia per l’anno del 150° anniversario dell’unità d’Italia. Ciò mi riempie di immensa felicità e i principi su cui ci poggeremo saranno quelli di lealtà dei padri della Costituzione, per il bene del nostro paese”, queste le prime parole dopo il giuramento del nuovo primo cittadino tra gli applausi del consiglio e del pubblico.
Il terzo punto ha riguardato la comunicazione del sindaco, relativa alla nomina del vicesindaco e degli assesori comunali. Ilenia Francescon 28 eene, fresca di nomina a vicesindaco: “Sono consapevole del ruolo di donna più giovane, ma ciò mi rende ancor più responsabile nell’affrontare questo impegno per i prossimi cinque anni con ‘intelligente paura’, sapendo di essere supportata da una squadra all’altezza”. Si sono susseguiti via via i ringraziamenti e i buoni auspici degli assessori Merlin, Barbierato e Contiero e dei consiglieri Crivellari, Bonato e Pierpaolo Barison.
L’unica osservazione sollevata dal consigliere Bonato ha rigurardato la nomina ad assessore esterno di Caludio Contiero, apparsa più una “cambiale politica” con il Pd che un accordo condiviso e trasparente. La risposta di Piasentini a Bonato ha chiarito che tale incarico è stato affidato a Contiero per rendere ancora più efficiente la ‘macchina amministrativa’ e la persona in questione ne ha tutte le capacità.
La presa d’atto dei capigruppo consiliari è stato il quarto punto trattato. Roberto Merlin di Nuova Venezze, Tiziano Bonato Per San Martino Bonato sindaco e Giuseppe Beggiao di Democrazia per San Martino sono stati nominati i rispettivi capigruppo.
Il quinto punto ha visto la nomina della commissione elettorale comunale: Luca Rosa, Daniele Barison e Cesarino Crivellari sono risultati i componenti di prima nomina, mentre Ivo Contiero, Diego Novo e Giuseppe Beggiao i componenti supplettivi.
L’ultimo punto riguardante l’approvazione degli indirizzi per la nomina, designazione e revoca dei rappresentanti del comune presso enti, aziende ed istituzioni è stata votata all’unanimità da tutti e 12 i consiglieri.

Fonte: La Voce di Rovigo del 03.06.2011 – Gabriele Casarin

Municipio di San Martino di Venezze - Palazzo Mangilli su Piazza Aldo MoroSAN MARTINO DI VENEZZE- E’ ufficiale! Vinicio Piasentini, fresco primo cittadino di San Martino, ha svelato i nomi che formeranno la squadra di governo che amministrerà i cittadini sanmartinesi fino al 2016. Due, sostanzialmente, le novità all’interno della nuova compagine: la nomina a vice sindaco della 28enne Ilenia Francescon, che ha ottenuto 63 preferenze, nonchè assessore all’ambiente e al turismo e la nomina di assessore esterno a Claudio Contiero (ex assessore della giunta Merlin), con delega al personale, all’ordinamento, all’organizzazione degli uffici, alla semplificazione amministrativa e ai rapporti con il consiglio. La nomina di Claudio Contiero (che non era presente nella lista di candidati consiglieri di Nuova Venezze), è stata dettata “per le competenze in fase di gestione e per un accordo condiviso da parte di tutti in fase di creazione della compagine”, oltre a rappresentare il Pd nella nuova amministrazione Piasentini, (in quanto i candidati Giorgio Barchi e Franco Bettinelli, esponenti del Pd nella lista civica Nuova Venezze, non avevano raggiunto i voti sufficenti per entrare in consiglio comunale).
Oltre alla carica di primo cittadino, Vinicio Piasentini rivestirà l’incarico al bilancio e alla finanza locale, alle risorse del territorio e alla politica locale. Luca Rosa (63 preferenze) ricoprirà il ruolo di consigliere delegato allo sviluppo economico. Roberto Merlin, sindaco uscente che ha raccolto 102 preferenze, è stato nominato assessore all’urbanistica, alla viabilità e al rapporto con gli Enti. Ivo Contiero ha ricevuto, invece, l’incarico come consigliere delegato alla manutenzione del territorio e ai lavori pubblici. Annamaria Barbierato, la candidata consigliere che ha riscosso il maggior numero di voti, ben 103, è stata nominata assessore alle politche sociali, all’istruzione, alle pari opportunità, alle politiche per la famiglia e per il lavoro, ai servizi demografici e alla protezione civile. Il giovane 21 enne Daniele Barison (91 preferenze), ha ricevuto la nomina di consigliere delegato alle politiche giovanili. Infine, Diego Novo (47 preferenze), è stato nominato consigliere delegato allo sport, all’informatizzazione delle procedure gestionali e all’associazionismo, mentre Enrico Contiero (anch’egli 47 preferenze) ha ricevuto l’incarico di consigliere delegato alla cultura e alla comunicazione.

Municipio di San Martino di Venezze - Palazzo Mangilli su Piazza Aldo MoroL’esito delle urne e la conseguente vittoria di Vinicio Piasentini hanno dato un impronta ben definita nella composizione del consiglio comunale. Dei dodici consiglieri eletti, otto appartengono alla lista “Nuova Venezze Piasentini sindaco”; due per ciascuno sono di “Democrazia per San Martino” e “Per San Martino Bonato sindaco”. Sette sono “volti” nuovi: Anna Maria Barbierato, Daniele Barison, Ilenia Francescon, Luca Rosa, Enrico Contiero, Diego Novo e Cesarino Crivellari mentre, i restanti da tempo conoscono le sale di palazzo Mangilli. La più gettonata (in riferimento ai consensi personali) è stata Anna Maria Barbierato che ha ottenuto 103 preferenze, seguita a ruota dall’ex sindaco Roberto Merlin che ha raggiunto quota 102. Nel visionare attentamente le tre liste vi erano in lizza nomi che, in un recente passato, hanno vissuto in prima persona la situazione politica sanmartinese.
Nonostante la loro presenza non sono riuscite a dare quell’impulso alla propria lista restando così al palo. Nemmeno gli ex assessori Giorgio Barchi e Franco Bettinelli, inseriti nella lista di Piasentini, non sono riusciti nell’intento. Il primo ha ottenuto 29 consensi personali mentre, il secondo si è fermato a 10. Chi invece ha stupito è stato Ivo Contiero. Dai più dato come escluso di lusso, l’ex assessore ha raccolto, in tutte quattro le sezioni, i voti necessari per la sua riconferma. Da sottolineare che il suo ingresso a palazzo Mangilli risale al 1988 (sindaco Nettuno Orfaci) poi, in successione è stato riconfermato nei due mandati di Pierpaolo Barison. Nel 2001, sindaco Tiziano Bonato, è subentrato a Gilberto Zamarco. Il resto è tutta storia recente considerato che con Roberto Merlin ha ricoperto la carica di assessore. Conti alla mano, è da oltre ventanni che il buon Ivo Contiero occupa una poltrona a palazzo Mangilli.
Scherzosamente qualcuno gli ha fatto notare che, pur restando in carica ancora, non riceverà mai nessun vitalizio. Per quanto riguarda la poltrona di primo cittadino, Vinicio Piasentini è il decimo sindaco dall’avvento della Repubblica. Il primo è stato Giovanni Mingotti poi, in successione, Luigino Menarello, Rino Gherardo, Anerzio Bacco, Antonio Volpe, Nettuno Orfaci, Pierpaolo Barison, Tiziano Bonato e per ultimo Roberto Merlin.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo del 19.05.2011 – Graziano Barbierato

Con una percentuale di oltre il 41%, Vinicio Piasentini, candidato a sindaco per la lista “Nuova Venezze – Piasentini sindaco”, è stato eletto primo cittadino. Ha distanziato di quasi il 7% Tiziano Bonato (sostenuto dalla lista “Per San Martino – Bonato sindaco”) e di oltre il 13% Pierpaolo Barison (alla guida di “Democrazia per San Martino”), suoi antagonisti in questa tornata elettorale. Sin dalle battute iniziali dello spoglio si è capito che l’ago della bilancia pendeva a favore del candidato di “Nuova Venezze”. Al suo secondo tentativo (si era presentato anche nel 2006 con la lista Aria Nuova), è riuscito nella scalata di palazzo Mangilli. Ha surclassato i suoi avversari in tre sezioni su quattro, lasciando al solo Bonato la leadership nella terza. Un successo che conferma la aspettative della campagna elettorale che lo vedeva tra i favoriti. Alla conferma del risultato finale, il neo sindaco è stato festeggiato, oltre dai suoi sostenitori, dai numerosi concittadini che hanno voluto congratularsi per il risultato conquistato. “E’ una vittoria che rappresenta una sensazione unica –ha esordito Piasentini- un bellissimo momento che corona quanto fatto dai componenti tutta la squadra. Mi sento comunque, al di là della gioia, di confermare che sarò il sindaco di tutti. Ringrazio i componenti della lista e mi dispiace per coloro che non c’è l’hanno fatta perché sono persone che hanno contribuito a questo nostro successo. Ringrazio i nostri sostenitori e coloro che ci hanno aiutato lavorando nell’ombra”.
Si aspettava questo successo?
“Sinceramente dico di si; anche sé ammetto, che alla vigilia, sarebbe stato difficile avendo come avversari persone sostenute da partiti come il Pdl e la Lega. Molto probabilmente è stato il nostro programma e le nostre idee a convincere l’elettorato”.
Ha già in mente la formazione della giunta?
“Pensiamo per adesso a questo momento. Per quanto riguarda la formazione della giunta non ho preso nessuna decisione. La stessa verrà concordata e discussa assieme a tutti gli altri e sicuramente cercheremo di formare una giunta di persone competenti in grado di dare un contributo importante all’amministrazione e al sostegno attivo del mio lavoro perché è fondamentale l’apporto e l’energia in questi momenti di difficoltà che stanno vivendo molte persone”.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo del 16.05.2011 – Graziano Barbierato

Festa davanti al seggio dopo lo spoglio a San Martino di VenezzeL’elettorato sanmartinese ha promosso Vinicio Piasentini mentre, Pierpaolo Barison e Tiziano Bonato sono stati clamorosamente “bocciati”. Una bocciatura, quella di questultimi, in un certo qualmodo voluta. Piuttosto di unire le forze, i due ex sindaci, si sono presentati ognuno con una propria lista e questo ha giocato a favore di Vinicio Piasentini che, nonostante i timori della vigilia, è andato sul velluto. Il candidato di “Nuova Venezze” (una lista civica nata da un mix di Aria Nuova, Governare Insieme per San Martino e una parte del Partito Democratico) ha piazzato la “botta” vincente surclassando i diretti e temuti avversari. Mentre da una parte si festeggiava (circa duecento persone tra simpatizzanti e sostenitori si sono intrattenute, nel dopo elezione, con il neosindaco Vinicio Piasentini), dall’altra ci si leccava le ferite. Pierpaolo Barison, candidato per Democrazia per San Martino, si aspettava un risultato migliore. “Purtroppo è uscito uno scontro tra il centrodestra e il centrosinistra –ha commentato l’ex sindaco- e noi siamo stati schiacciati in mezzo. Quando si perde non ci sono scusanti, l’unica cosa buona e che apprezzo è stata la grande mole di lavoro portata avanti dai giovani. Sono sincero, mi aspettavo un risultato migliore però, alla fine, si deve accettare anche questo genere di verdetto.
Abbiamo fatto un grosso errore di base: certi personalismi devono essere messi da parte e lasciare agli altri il compito di andare avanti. Al neo sindaco Piasentini, che già ho avuto modo di complimentarmi personalmente, un grosso in bocca al lupo e auguri di buon lavoro”. Tiziano Bonato, candidato a sindaco sostenuto dal Pdl e Lega, sostiene che quando si gioca, uno vince e l’altro…perde pertanto, onore ai vincitori. Senza dubbio non tutto ha girato per il verso giusto. “Stiamo ancora analizzando l’esito di questa consultazione elettorale –ha esordito Bonato- la nostra sconfitta è arrivata perché gli elettori hanno dovuto dividersi per sostenere il centro e il centrodestra. C’è stata una
suddivisione di voti che hanno, come era pensabile, favorito il centrosinistra. Per quanto riguarda il futuro ritengo ci sia da ricostruire una classe dirigente e politica nuova che rappresenti a pieno titolo questa area politica.
Con il sindaco Piasentini non mi sono ancora complimentato, lo farò il prima possibile”. Ed è stata un lunedì diverso quello vissuto a casa Piasentini. Contentissima mamma Olga e soddisfatti tutti i suoi familiari in
particolare la signora Laura. “E’ una soddisfazione enorme –ha detto Vinicio Piasentini- e devo dire grazie, oltre che agli elettori e a tutta la squadra che mi ha sostenuto, alla mia famiglia che ha condiviso questo impegno, che mi ha supportato quotidianamente con grande affetto e sostegno morale”.
Nella mattinata di martedì, il suo primo giorno da sindaco. “Lo sto vivendo in maniera serena –ha precisato- in quanto devo ancora entrare nei meccanismi del palazzo. Mi sento addosso la grande responsabilità che mi hanno
affidato i miei concittadini e farò di tutto per non deluderli”.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo del 16.05.2011 – Graziano Barbierato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: