Header image
Enrico ContieroSAN MARTINO DI VENEZZE – Sono passati poco più di 150 giorni dall’elezione della nuova giunta guidata da Vinicio Piasentini e l’occasione è ideale per porre alcune domande generali e nell’ambito di competenza al consigliere delegato alla comunicazione e alla cultura, il giovane Enrico Contiero.
Consiegliere Contiero, a circa cinque mesi dall’insediamento a palazzo Mangilli, come valuta lo stato di salute del nostro Comune?
“Lo ‘stato di salute’ è sempre una definizione molto complessa da dare, che riassume molte sfaccettature”, esordisce il giovane amministratore. “Occorrerebbe affrontarle una ad una, ma quello che posso dire è che ci troviamo, come Comune, a dover far fronte ad una situazione molto delicata dal punto di vista economico per i continui tagli dei trasferimenti pubblici e la contestuale difficoltà generale degli operatori privati, il cui contributo in molti comuni di piccole dimensioni costituiscono la linfa vitale”. “Se ci fermassimo qui – prosegue Contiero – lo stato di salute non raggiungerebbe la sufficienza, in dipendenza dalle risorse disponibili, ma come nella persona malata la voglia di guarire è determinante per la sua ripresa, così credo che in questo Comune la dedizione degli amministratori e di molti cittadini che agiscono e si impegnano per la causa solidale possano essere buone basi per superare le difficoltà di contesto. Metaforicamente possiamo dire che affrontiamo l’epidemia generale con pochi medicinali forniti dall’esterno, ma con tanta forza interna che crediamo possa portarci a superare questo periodo di difficoltà”.
In questi cinque mesi, in qualità di consigliere delegato alla comunicazione e alla cultura, che cosa è stato fatto in merito a tale ambito?
“Grazie al sostegno di tutti i consiglieri di maggioranza, abbiamo organizzato diversi eventi largamente apprezzati dalla cittadinanza come, ad esempio, l’incontro con il giornalista Franco Di Mare, il moto raduno in piazza Aldo Moro e la rappresentazione teatrale, collaborando strettamente con le associazioni del territorio e questo ha portato a diverse occasioni di incontro ampiamente partecipate dalla cittadinanza”. Il giovane Contiero prosegue: “Abbiamo creato un punto di raccolta dei suggerimenti nell’ingresso di Palazzo Mangilli (“Penna alla cittadinanza”, ndr) e stiamo procedendo con l’ammodernamento della biblioteca. Confidiamo inoltre d’incontrare presto la cittadinanza in un’occasione che ci permetta di aggiornarla sullo stato d’avanzamento delle attività e di raccogliere suggerimenti”.
Quali sono i progetti e le iniziative a breve-medio termine in programma, per quel che riguarda l’ambito culturale?
“Presto partirà un ciclo di seminari dedicato ai giovani, per fornire gli strumenti necessari nell’attuale mercato del lavoro e le caratteristiche che lo contraddistinguono. Terrò personalmente gli incontri, portando l’esperienza di sei anni di lavoro in un’associazione non profit che ha come obiettivo l’avvicinamento del mondo studentesco a quello lavorativo. Ho già provveduto, senza alcuna spesa per il Comune, a stampare il materiale di supporto al ciclo d’incontri, che sarà distribuito in tutte le biblioteche della provincia. Stiamo inoltre provvedendo all’allestimento di una postazione multimediale in biblioteca che vorrei inaugurare prima della fine dell’anno e che potrà servire come punto di ricerca di opportunità per i giovani, attraverso la catalogazione di utili siti internet specificamente rivolti a loro. Pianificheremo a breve anche una serie di attività che possano far riscoprire i valori della nostra comunità e del nostro territorio, mantenendo uno sguardo alle tradizioni e una vocazione al continuo miglioramento”.

Fonte: La Voce di Rovigo di Gabriele Casarin

Enrico ContieroSAN MARTINO DI VENEZZE – “Penna alla cittadinanza”. Questo è il titolo dell’iniziativa lanciata dal consigliere delegato alla cultura e comunicazione Enrico Contiero. Nella sua presentazione il giovane amministratore afferma: “La comunicazione è uno degli obiettivi primari della nostra amministrazione, perché siamo convinti che le idee e le proposte dei cittadini siano una risorsa che ci permetterà di migliorare il nostro comune nella direzione delle reali necessità.”
L’iniziativa consta di una semplice urna posta all’ingresso di Palazzo Mangilli, dove sarà possibile inserire, con appositi moduli, segnalazioni e suggerimenti da rivolgere all’amministrazione. Nel modulo, si richiede il codice fiscale del segnalatore, e a tal proposito il consielgiere Contiero chiarisce: “La nostra concezione di comunicazione è bilaterale, ossia a due vie, ascoltiamo e rispondiamo. Personalmente ritengo che la qualità di ciò che viene suggerito aumenti con l’assunzione di responsabilità di chi fa la comunicazione, per questo, contando sulla serietà dei cittadini, ho chiesto che fosse inserito il codice fiscale, perché per migliorare occorre spendersi in prima persona, come sta facendo ogni componente di questa maggioranza, con onestà e maturità”.
E’ inoltre attivo anche un servizio on line per segnalazioni e suggerimenti (è necessario richiedere l’accesso presso gli uffici comunali), basato sulla stessa filosofia. Con la pubblicizzazione di queste iniziative l’amministrazione Piasentini si apre definitivamente al dialogo con la cittadinanza e la invita ad un’attiva partecipazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: