Header image

Sala d’aspetto chiusa per furti in via Reato, nell’edificio di proprietà del Comune che è stato concesso in locazione a tre medici che proprio lì svolgono la loro attività di medicina di gruppo. Come in ogni ambulatorio la gente arrivava, si sedeva e attendeva pazientemente il proprio turno.
Ad un certo punto, però, si è a verificato qualche furtarello (carta igienica, detersivo) e questo ha portato i dottori a decidere di tenere chiusa la sala d’aspetto prima del loro arrivo ed i pazienti si sono trovati ad aspettare il proprio turno all’esterno.
La decisione non è stata molto gradita e la polemica, soprattutto adesso che il caldo sta avanzando inesorabilmente, sta montando, così come la rabbia. “E’ una situazione di grave disagio che stiamo vivendo – spiega un cittadino di San Martino di Venezze – se il medico prende servizio alle 16, la gente arriva un’ora prima per “prendersi il posto” e si è costretti a rimanere fuori all’ombra di qualche albero con 40 gradi e d’inverno al freddo o sotto la pioggia”.
L’utente pensa a come possono fare gli anziani che hanno bisogno di una ricetta o di essere visitate; “che sanità e che servizio è questo? Trovo degradante e sconvolgente che nell’indifferenza di tutti (Comune compreso), prosegua tutto ciò”. Secondo il cittadino, per colpa di qualche incivile tutti devono pagare lo scotto.
Il sindaco, Vinicio Piasentini, in merito alla questione, ammette di essere a conoscenza del disagio che si è venuto a creare, “ma purtroppo, come amministrazione, non possiamo fare nulla. Abbiamo parlato con i tre medici facendo capire le problematiche che provocavano con questa decisione ma sono stati irremovibili, forse per far capire che la gente deve andare lì quando aprono. Qui è prassi che la gente arrivi lì anche un’ora prima per prendere il posto”.

 

 

 

 

fonte: RovigoOggi

Nello splendido salotto del centro C.A.S.A. di Beverare Barbara Buoso, con l’ottima introduzione di Nicole De Leo, ha presentato il suo ultimo libro “E venni al mondo”.
Normalmente  segnaliamo e promuoviamo eventi che riguardano il nostro territorio e quasi mai ce ne rioccupiamo dopo la promozione.
Questa volta ci sentiamo di farlo, non tanto per parlarne usando le solite parole di circostanza, tipo: bella serata, begli gli interventi dell’assessore, del sindaco, del parroco, oltre che le toccanti parole di Nicole ed il dichiarato legame di Barbara per la propria terra.
Non per tutto questo, ma per le parole di chi vi ha partecipato ed ha riportato sensazioni da evidenziare a caratteri cubitali:
Serate belle, che non si dimenticano.
Avamposto di cultura, di umanità, di libertà.
Ecco, San Martino è anche questo!

fonte: civicovnezze

San Martino di Venezze (Ro) – Ha fatto da padrino, assieme alla moglie, al battesimo del figlio di una coppia di richiedenti asilo ospitati nelle ex scuole elementari della frazione. Il gesto è arrivato nel corso della cerimonia che ha visto il conferimento del sacramento a tre bimbi stranieri e uno italiano. Una scelta, quella del primo cittadino, che rispecchia chiaramente quelle che sono le sue idee sul fronte accoglienza. In questo senso, davvero, la posizione del primo cittadino di San Martino di Venezze non ha mai dato adito ad alcuna possibilità di equivoco.
E’ stato uno dei primi a schierarsi sin da subito a favore dell’accoglienza volontaria, mettendo a disposizione le ex scuole di Ca’Donà dove, appunto, trova ospitalità ora una decina di richiedenti asilo. Allo stesso modo, quando,l’estate scorsa, ci furono polemiche legate al possibile arrivo di richiedenti asilo a Taglio di Po, all’hotel Mancin, criticò duramente quanti, nell’ambito della discussione, avrebbe trasceso, paragonando i richiedenti asilo ad animali.

 

 

fonte: RovigoOggi

Nuovi asfalti sono in corso d’opera nel comune di San Martino di Venezze.
Tre le vie al momento interessate dagli interventi di asfaltatura e messa in sicurezza, “ed è solo una piccola parte” assicura il primo cittadino Vinicio Piasentini.
Si tratta infatti dei lavori di messa in sicurezza dell’incrocio di via Carducci, dopo il contributo arrivato dalla Regione Veneto di 68.446,07 mila euro, che ha dato un grosso aiuto all’amministrazione comunale per questo progetto che si aggira attorno ai 150mila euro e che vedrà la realizzazione di una rotatoria.
In questi giorni sono poi cominciati i lavori di messa in sicurezza della strada arginale di via Scolo Tron, oltre che la sistemazione delle fognature in via Ca’ Donà. 

 

 

 

 

fonte: RovigoOggi

Ieri, sabato 14 ottobre alle ore 11, è stato inaugurato il nuovo CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE “SANTA MARIA ASSUNTA” a Beverare presso le ex scuole elementari.
Oltre ad una buona partecipazione di cittadini, erano presenti: consiglieri di minoranza e maggioranza, il deputato Cavallari, il nuovo Maresciallo dei carabinieri (vice domandante di stazione), il parroco, i rappresentanti delle associazioni operanti sul territorio, il rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che ha contribuito a finanziare l’opera.
Il sindaco Piasentini e l’assessore Barbierato hanno illustrato le finalità dell’iniziativa, che va aldilà di un semplice ritrovo, ma che si propone come centro di aggregazione a 360 gradi, per tutta la comunità,  dove si possono incontrare adulti, giovani, bambini in spazi condivisi e/o indipendenti con iniziative che possono favorire questo incontro per riscoprire il valore prezioso dell’intergenerazionalità e della convivenza tra diverse età.
La Casa, che aprirà in novembre, attiva dal lunedì al venerdì dalle 15,30 alle 18,30 ed al sabato dalle 9,30 alle 11,30, offrirà una molteplicità di servizi rivolti a: bambini, adolescenti, adulti e famiglie. Sarà il volontariato a curarne gestione e servizi ed a tal proposito saranno ben accette proposte e suggerimenti da inoltrare alla segreteria del comune.
Sono quindi intervenuti il rappresentate della Fondazione, il quale ha sottolineato l’importanza dell’Istituto ad accompagnare iniziative nel territorio, e l’onorevole Cavallari che ha elogiato l’iniziativa volta al recupero di una aggregazione che sembrava dimenticata.
Dopo la benedizione del parroco Don Giuliano Zattarin si è proceduto alla scopertura delle targhe ed  al taglio del nastro, quindi,  è stato dato  libero accesso alla struttura da parte dei cittadini intervenuti ed alla fruizione del rinfresco predisposto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

fonte: civicovenezze

Musica, canto, poesia, danza: questi gli ingredienti della serata che il 29 giugno scorso ha visto impegnati gli allievi della scuola di musica di San Martino di Venezze in uno spettacolo applaudito dal numeroso pubblico presente in piazza.
Il progetto, presentato nel 2011 dall’ex sindaco Roberto Merlin e fatto nascere dall’Associazione Libera-Mente, ha avuto nel corso di questi anni il sostegno  dell’amministrazione comunale con il sindaco Vinicio Piasentini; ora si avvale della collaborazione con l’Associazione Primacorda e permette a un buon numero di bambini e ragazzi di coltivare la passione per la musica e il canto. I corsi hanno luogo presso la Biblioteca comunale tre giorni la settimana e a questi si aggiungono i Laboratori di Musica d’insieme (fiore all’occhiello della scuola) nei quali i ragazzi possono confrontarsi con gli studenti dei corsi di Rovigo e di Modena, attraverso le attività di gemellaggio e gli stage che Primacorda promuove.
Pianoforte, Composizione e Song Writing, Chitarra, Basso elettrico, Violino, Viola, Contrabbasso e Canto sono i corsi attivi nel paese, frequentati con entusiasmo da bambini, ragazzi e adulti e tenuti da insegnanti con ampia esperienza in campo della didattica musicale.
“Sono orgogliosa di sostenere attività fondamentali nel percorso di crescita – dice la vice sindaco di San Martino  Ilenia Francescon – e da quest’anno abbiamo arricchito l’offerta formativa per i nostri ragazzi e per la cittadinanza promuovendo una rassegna concertistica con musicisti di chiara fama, nell’ambito del tradizionale appuntamento San Martino sotto le stelle che avrà luogo nelle Corti del territorio comunale tra luglio e settembre”.

 

 

fonte: civicovenezze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: