Header image

anguillara-veneta-calcio-2012-2013-terza-categoriaANGUILLARA VENETA – Striscioni e proteste, fino a perdere la voce. La contestazione dell’Anguillara Usd, squalificata dai play off a causa di un ‘cavillo’ burocratico, si è spostata negli spalti del campo sportivo di Polesella, dove domenica Medio Polesine e Turchese hanno disputato la finale di campionato. Tifosi, giocatori e dirigenti hanno contestato con cori, slogan e cartelli l’intero mach. Il fatto di non aver potuto partecipare alle finali di qualificazione ha suscitato una polemica che va avanti ormai da intere settimane nei social network e nei vari blog dei giocatori. Pubblicati video e link per far conoscere a tutti la sorte toccata a una squadra che, nonostante tutto, in campo, ha sempre dato il meglio di sé. La storia risale a novembre 2012 quando all’Anguillara Usd vengono decurtati sei punti in seguito alla partecipazione di due giocatori di origine extracomunitaria non in regola con il tesseramento. Non erano stati inviati, infatti, i certificati di residenza dei due giocatori. «Ci siamo resi conto di aver commesso un grave errore –dice il presidente Arduino Dalò- dovuto soprattutto all’inesperienza dei nuovi dirigenti». Animati dal desiderio di spuntarla su questo provvedimento disciplinare, i giocatori hanno cominciato a inanellare una serie di vittorie. E, a cinque giornate dalla fine del campionato si sono trovati in piena zona play off. Il 15 marzo, però, ecco che arriva la seconda doccia fredda. «Il comitato regionale del Veneto ci ha informati del fatto che era stata inviata per competenza alla procura federale di Roma, una denuncia anonima, pervenuta alla delegazione provinciale di Rovigo –racconta il presidente-. Il motivo era sempre lo stesso, cioè l’utilizzo di due giocatori non regolarmente tesserati. Il 23 aprile, inoltre, siamo stati convocati presso la commissione disciplinare territoriale del Veneto per il deferimento dei giocatori, del dirigente e della società». Nonostante le questioni burocratiche, l’Anguillara Usd il 19 aprile è riuscita lo stesso a terminare la stagione, guadagnandosi il terzo posto a nove punti dalle due squadre che la precedevano. Grande, la gioia dei giocatori. Il 23 aprile, però, durante il dibattimento, la commissione disciplinare non ha accolto la proposta fatta dalla società di sanzionare la squadra nella prossima stagione calcistica. Quindi, niente play off e i giocatori hanno visto sfumare il loro sogno a causa di una questione burocratica. «La nostra squadra in tutto il campionato ha perso solo una partita. Non ci è stata concessa la soddisfazione di poter giocare la qualificazione –aggiunge l’allenatore, Mauro Bertipaglia-. Avremmo potuto perdere, ma almeno sarebbe successo sul campo e non in un’aula di tribunale a campionato finito. Non nascondiamo di avere le nostre colpe. La società ha una responsabilità oggettiva ed è giusto che paghi, anche con sanzioni amministrative, ma i giocatori con tutto questo, non centrano niente».

Fonte: Il Resto del Carlino – Valentina Magnarello

La partita sospesa domenica al 9′ minuto del secondo tempo dovrà essere ridisputata.
Pesanti le squalifiche per il portiere e il dirigente del Beverare

Renato Tiozzo - Preparatore dei portieri - Stagione 2011Il giudice sportivo ha deciso in merito agli episodi accaduti domenica 13 novembre 2011 durante la gara valida per il campionato di terza categoria tra le squadre di Beverare e Baricetta. La partita era stata sospesa al 9’ del secondo tempo regolamentare a seguito dell’espulsione per doppia ammonizione di Enrico Tiozzo del Beverare.
Subito dopo sono intervenuti tutti i giocatori della squadra locale per chiedere chiarimenti e successivamente il massaggiatore Sante Tiozzo è entrato in campo a protestare con foga spintonando il direttore di gare sul petto.
Nel comunicato federale viene ribadito che il fatto è grave, ma che episodi di questo tipo non possono portare alla sospensione della partita dato che l’arbitro non ha tentato di ripristinare una clima di tranquillità facendo uso dei poteri sanzionatori che gli competono.
Il giudice, confermando il fatto che la sospensione deve avvenire solo in presenza di un pericolo effettivo ha deliberato che la gara dovrà essere disputata in data da destinarsi e che il giocatore Tiozzo Enrico dovrà scontare una squalifica di 5 turni mentre Sante Tiozzo inibito fino al 15 gennaio 2012 per essere entrato in campo a seguito della decisione arbitrare e per averlo aggredito verbalmente e con spintoni.
L’augurio è che episodi di questo tipo non si verifichino più lasciano lo spazio allo sport e alla sana competitività agonistica.

Fonte: Il Gazzettino di Rovigo

San Martino di V. – Grignano 2 – 1
San Martino di Venezze: Gusella 7, Bonvento 6, Barbierato 6, Boaretto 7, Baldon 6 (8’st Neodo 6), Contiero 6 (36’st Crivellari 6), Giacomello 6.5 (43’st Lucchiari sv), Granziero 6 (28’st Babetto 6), Barchi 7, D’Angelo 6 (19’st Lazzarin 6.5), Buoso 6.5. A disp.: Bottin. All.: Pigato
Grignano:Mattiolo 6, Finotti 6.5, Roncagalli 6, Cittadin 6, Favaron 6, Tosini 6, Paltanin 6.5, Filippin 6 (39’st Rossi sv), Vignato 6.5, Mottaran 6, Caltarossa 6 (28’st Bregolin 6). A disp.: Cominato, Pralea, Bin, Callegari. All.: Agnoletto
Arbitro: Pozzati di Adria 5
Reti:8’pt Finotti (G), 30’st Boaretto (S), 46’st Barchi (S)
Ammoniti: Boaretto, Granziero, Barchi, Buoso (S), Paltanin (G)
Espulso: 36’st Favaron (G) per doppia ammonizione.
Note: Angoli: 6-5 per il San Martino.

Beverare – Baricetta
Sospesa all’8’st sullo 0 – 0
Beverare: Tiozzo, Quagliato, Pellegrin, Pavone, Catelan, Di Benedetto, Toffanin, Bacchin (27’pt Babetto), Salvan, Galuppo, Degan. A disp.: Garbin, Davin, Marangotto, Cazzadore. All.: Gobbato
Baricetta: Scaranello, Gnan, Ferrarese F., Grigolo S., Cobianchi, Ferrarese N., Sacchetto, Osti (1’st Paiola), Rizzo, Masiero, Pergega (1’st Ferrari). A disp.: Grigolo S., Cavicchio, Clemente, Marangoni, Caputo, Paiola, Ferrari. All.: Crepaldi
Arbitro: Tasinato di Este
Ammoniti:Catelan (Be), Pergega, Ferrarese N. (Ba).
Espulso: 8’st Tiozzo (Be) per doppia ammonizione.

Enrico Tiozzo - Portiere Beverare calcio a 11 - Stagione 2011Partita sospesa per rissa quella che ha visto in campo il Beverare guidato da Gobbato contro il Baricetta di Crepaldi. Il direttore di gara, Tasinato di Este, ha ritenuto opportuno sospendere il gioco all’8′ del secondo tempo perché non c’erano più le condizioni per proseguire la partita in serenità. L’episodio è nato dopo che l’arbitro ha ammonito l’estremo difensore dei locali, Tiozzo. L’ammonizione decretava l’espulsione del giocatore visto che durante il primo tempo era già stato ammonito. Il giocatore ha iniziato le proteste, ritenendo ingiusta la decisione arbitrale e subito dopo è intervenuto un dirigente del Beverare, il preparatore dei portieri Tiozzo, che ha dato una spinta al direttore di gara minacciando lo stesso. L’arbitro dopo quanto accaduto e dopo aver espulso i contestatori, ha così fermato i giochi e mandato tutti negli spogliatoi. Al momento della sospensione la partita era sullo 0-0. L’atteggiamento del dirigente del Beverare non è stato molto sportivo e l’arbitro si è poi chiuso negli spogliatoi per consultarsi con un commissario della federazione.
Tutt’altro esito la partita dell’altra squadra di terza categoria del comune rivierasco, il San Martino di Venezze, che è uscito vincitore nello scontro con il Grignano. La squadra ospite andata in vantaggio nei primi minuti del primo tempo, si vista prima recuperare e poi addirittura superare nel finale del secondo tempo. Premiata quindi la tenacia della squadra locale.

Seconda partita di fila per il San Martino di Venezze primo in classifica nel proprio girone di terza categoria che ospita il Ca’Emo a quota 2 punti. Subito pericolosa la squadra ospite che al 3′ su un’azione solitaria del capitano Mancini lascia partire una conclusione che va alta sulla traversa. Pochi minuti dopo tocca a Laenza concludere su una punizione dal limite con la palla che termina fuori dopo una deviazione tempestiva di Gusella. Al 7′ si fa vedere la squadra di casa con una bella azione corale sulla sinistra dove Giacomello serve in fascia Barchi che lancia in porta Contatto che non riesce a prendere lo specchio della porta.E’ il San Martino ora che attacca e Barchi si procura una punizione che Montecchio tenta di trasformare in rete, ma la conclusione trova la respinta della barriera. Pochi minuti dopo Barbierato apre sulla destra per Giacomello che perde il tempo per la conclusione e spreca una buona occasione. Al 29′ tiro rasoterra del capitano del Ca’Emo dalla destra, il portiere non blocca la palla e finisce in rete. Il Ca’Emo passa in vantaggio in un momento dove la squadra casalinga stava giocando bene. Ora è il Ca’Emo che spinge e al 38′ gran botta di Dal Re che viene respinta da Gusella con un tuffo notevole. Un primo tempo piacevole dal punto di vista dello spettacolo si conclude con la squadra ospite in vantaggio. Il San Martino di Venezze non ci sta a perdere di fronte al suo pubblico e al sesto minuto della ripresa trova una punizione dal limite trasformata da Granziero che viene respinta da Callegarin sopra la traversa. Nell’azione successiva Contatto trova un gran gol per il pareggio della squadra sanmartinese con un tiro dai 35 metri all’incrocio dei pali dove l’estremo difensore del Ca’Emo nulla può. Ora la partita ritorna in equilibrio e aumenta il ritmo di entrambe le formazioni che cercano di vincere la partita e non ci stanno a pareggiare. Al 15′ episodio che cambia gli equilibri della formazione calainga. Gusella per un’uscita scomposta sul capitano del Ca’Emo che era lanciato a rete viene espulso dal direttore di gara. Il San Martino è costretto a giocare con Granziero in porta visto dato che il secondo portiere non è a disposizione per infortunio. Ora il Ca’Emo in superiorità numerica trova più spazio per la manovra offensiva, ma la difesa casalinga è ben organizzata e non concede molto. Dopo 2 minuti di recupero il direttore di gara decide di mandare le squadre negli spogliatoi con il risultato finale di 1 a 1. Un’ottima gara dal punto di vista dello spettacolo, il Ca’Emo è riuscito a fermare con un pareggio la squadra capolista. Per il San Martino, che ha concesso un po’ troppo nel primo tempo, il risultato ottenuto è da considerarsi positivo vista la inferiorità numero di un tempo intero.

Tabellini:

San Martino di Venezze
1 Gusella
2 Bonvento
3 Barbierato
4 Babetto (1′ s.t. Contiero)
5 Marangotto
6 Sette (35′ s.t. Baldon)
7 Contatto (16′ s.t. D’Angelo)
8 Granziero
9 Barchi
10 Montecchio (36′ p.t. Crivellari)
11 Giacomello (29′ s.t. Polo)
13 Baldon
14 Crivellari
15 Contiero
16 D’Angelo
17 Neodo
18 Polo

All. Pigato

Ca’Emo
1 Callegarin
2 Mancini A.
3 Dal Re
4 Nita
5 Piva
6 Laenza
7 Mancini M.
8 Bergantin
9 Guarnieri (19′ p.t. Fabbris)
10 Belloni (26′ s.t. Barison)
11 Cassetta
12 Sarti
13 Marangon
14 Pavanato
15 Fabbris (41′ s.t. Formaggio)
16 Bellin
17 Formaggio
18 Barison

All. Zampieri

Arbitro: Mazzaro di Rovigo

Reti: Mancini M. (29′ p.t. C.) Contatto (7′ s.t. S.M.V.)
Amm: Fabbris (C), Cassetta (C), Barchi (S.M.V.), Piva (C), Dal Re (C.), Mancini M.(C), Nita (C)
Esp: Gusella (S.M.V.)

Fonte: Il Gazzettino

Successo per il noto dj veronese alla serata organizzata dal Gsd Beverare.
Circa un migliaio le persone che hanno ballato e saltato a ritmo di musica

BEVERARE (San Martino di Venezze) – Dj Yano ha lasciato il segno e Beverare lo testimonia. Giovedì sera negli impianti sportivi del “Giuseppe Callegaro”, sono state davvero numerose le persone, circa un migliaio, che hanno partecipato all’evento di musica afro denominato “Stargate sotto le stelle” con il celebre disk jokey veronese e il percussionista Kuma. La kermesse musicale, organizzata dal Gsd Beverare, con il supporto dell’associazione culturale “San Martino”, ha colto nel segno, richiamando nella frazione sanmartinese in riva all’Adige numerosi appassionati dei ritmi afro-tribali, sia dai dintorni che da altre zone della provincia di Rovigo, affollando lo spazio verde antistante il campo sportivo, ballando e danzando a ritmo di musica per tutta la serata.
Soddisfatto lo staff organizzativo, con il vicepresidente Simone Paioro: “Ringrazio tutti i giovani che ci hanno dato una mano e tutti quelli che hanno permesso la realizzazione di una serata fantastica, dando appuntamento al prossimo anno”. Evento pienamente riuscito per inaugurare nel migliore dei modi l’imminente stagione sportiva del Gsd Beverare, con la squadra di calcio a 11 di Terza categoria e di calcio a 5 che esordirà nella serie D in Figc.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

BEVERARE (San Martino di Venezze) – E’ una squadra completamente rinnovata il nuovo Gsd Beverare del presidente Narciso Bregolin e del nuovo vice Simone Paioro. La società biancazzurra della frazione sanmartinese, da quest’anno ha deciso di unire le forze e raggruppare sotto un unico nome la formazione di calcio a 11 che si appresta a disputare il campionato di Terza categoria e la compagine di calcio a 5 che proprio quest’anno esordirà nella Figc in serie D, creando un unico serbatoio di forze giovani. Molti i volti nuovi, a partire dal mister, ovvero Franco Gobbato, che ha guidato i biancazzurri nella stagione 2008-2009. Della passata stagione sono rimasti Andrea Di Benedetto, Simone Salvan, Alessio Pavone, Mattia Galuppo, Andrea Babetto, Andrea Zagato, Riccardo Bragante e Stefano Cesaretto. Per il resto, tutti volti nuovi e soprattutto giovani, ex juniores provenienti da squadre limitrofe, che porteranno nuova linfa alla società biancazzurra.
L’obiettivo è disputare un buon campionato, possibilmente meglio di quello passato, come ha dichiarato il ds Carlo Pavanini.
Questo l’organigramma societario e la rosa del Beverare 2011-2012. Presidente: Narciso Bregolin. Vicepresidente e delegato calcio a 5: Simone Paioro. Direttore sportivo e delegato calcio a 11: Carlo Pavanini. Consigliere: Giuliano Boscaro. Cassiere: Felice Cecchettin. Allenatore: Franco Gobbato. Preparatore dei portieri: Renato Tiozzo. Portieri: Enrico Tiozzo, Stefano Lazzarin, Andrea Zagato. Difensori: Andrea Cattelan, Andrea Di Bendetto, Andrea Longato, Giacomo Davin, Marco Quagliato, Matteo Pellegrin, Oscar Marangotto, Stefano Cesaretto. Centrocampisti: Alessio Pavone, Andrea Babetto, Andrea Garavello, Ivan Conforto, Luca Bacchin, Luca Toffanin, Mattia Galuppo, Simone Cazzadore, Matteo Degan (non presente in foto). Attaccanti: Simone Salvan, Riccardo Bragante, Enrico Borella, Alex Garbin. Guardalinee: Silvano Prevelato. Magazziniere: Tancredi Destro.
Giovedì 8 settembre, il Gsd Beverare organizzerà una serata all’insegna della musica con dj Yano, che sarà ospite al campo “Giuseppe Callegaro” della frazione sanmartinese per inaugurare con tifosi e simpatizzanti la nuova stagione sportiva.

Fonte: La Voce di Rovigo – Gabriele Casarin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: