Header image

Seconda gara per i bianconeri under19 del Trofeo Città di Padova, con l’inversione di campo chiesta dai Portotollesi e seconda vittoria piu sonante nel risultato ma meno efficace dal punto di vista tecnico rispetto a quella disputata la settimana prima contro la formazione Piovese. Si parte subito a razzo e la velocità di gioco abbinata ad una difesa forte dei ragazzi di Battistini-Cammilli segna subito un solco che diventerà importante per il prosieguo dell’incontro, con un parziale di 27-19 infatti la squadra di casa si presenta al via del secondo quarto già con 8 punti di vantaggio. Il secondo quarto è la copia del primo parziale con una difesa che addirittura migliora e recupera palloni da trasformare in ripartenze a ritmo sostenuto, portando il risultato a fine prima metà gara sul 48-32 ed un +16 che delinea in buona parte il comando del gioco. Alla ripresa dopo la pausa lunga Battistini, che continua a mandare sul parquet tutti i ragazzi a referto come già nei primi due quarti, chiede di continuare nel cercare soluzioni veloci e rotazioni sui raddoppi. Il pallino è sempre in mano bianconera ed il terzo parziale si chiude con un ulteriore +4 che porta il totale sul 65-45. Nell’ultimo quarto il San Martino da spazio a chi aveva meno minuti sulle gambe e anche tenendo 3/5 del quintetto base in panca riesce a tenere il filo del gioco pur allentando un po’ la morsa difensiva sui due unici veri pericoli avversari, Rossetti e Siviero, chiudendo con un +3 di parziale sulla sirena, nonostante i numerosi liberi assegnati agli ospiti, che segna il risultato finale di 88-65.
“Dobbiamo continuare a lavorare sulla fase difensiva – dice Battistini – che per me è fondamentale nel buon esito delle gare e nel gioco veloce che stiamo attuando perché si iniziano a vedere i risultati sul piano fisico, perché al 40esimo noi corriamo ancora mentre gli avversari non ne hanno piu”. Prossima gara, 4^ giornata, sarà sabato 12 con inizio alle ore 19,00 presso la palestra di Via Marconi, ancora tra le mura amiche, contro la Pall. Badia.

San Martino – Pall. Delta 88-65

San Martino: Campanari 7, Agostini 4, Davì 4, Marucco 4,  Brigo 4, Morello 7, Paneduro, Bellini 27, Destro, Rossini 10, Davin 16, Oliva 5. All. Battistini – Cammilli.
Porto Tolle: Candiracci, Siviero 14, Mantovan, Greguoldo 2, Fattorini 9, Ballan 3, Cattozzo 13, Rossetti 22. All. Cecchettin – Marangon.
Arbitro: Bellan di Porto Tolle
Parziali: 27-19, 21-13, 17-13, 23-20
Tiri liberi: San Martino 9/24, Porto Tolle 17/32
Usciti per 5 falli: Marucco e Brigo (SM), Siviero (PT)
Fallo Tecnico a Bellini (SM)

Prima gara per i bianconeri under19 nel Trofeo Città di Padova che raggruppa in gironi le squadre che non si erano classificate alla seconda fase e le deluse, in quanto eliminate, dei quarti di finale provinciali. Dal calendario scompare l’Aviatori Conselve che viene sostituito dalla Pall. Piovese, squadra che ha disputato il campionato elite anche se classificandosi ultima, e la differenza fisica all’ingresso in campo sembra a dir poco abissale, con l’aggiunta all’ultimo della notizia che Bellini non sarà della partita per altri improvvisi impegni. Dopo questa serie di premesse il team polesano si prepara alla palla a due con l’intento di dare il massimo e contenere il probabile divario nel punteggio. Ed invece i ragazzi di coach Battistini hanno una marcia in più, corrono e difendono e solo la poca precisione sotto canestro, anche per l’intimidazione dei difensori ospiti, impedisce di prendere il largo, con gli ospiti che passano a zona difensiva non riuscendo nella uomo a chiudere le porte ai padroni di casa. La difesa ospite sortisce i propri effetti e le difficoltà dei bianconeri portano a chiudere sul 16-15 il parziale davvero poco rispettoso del lavoro visto in campo. Nel secondo quarto la musica cambia di poco con i polesani che continuano a difendere alla grande sui lunghi ospiti ripartendo in veloci transizioni, ed ancora gli errori ai liberi condiziona il risultato che dal parziale di 12-8 manda le squadre alla pausa di metà gara con il tabellone che segna 28-23. Battistini chiede ancora lucidità e concentrazione e alla ripartenza i ragazzi giocano a sprazzi con buone soluzioni difensive e difficili letture in attacco chiudendo il terzo parziale sotto di 1 punto (15-16) ma ancora sopra di 4 (43-39) nel totale. Ultimi dieci minuti ed il controllo della palla spegne i sogni ospiti, che erano riusciti ad avvicinarsi sino al meno 1 a due minuti dal termine, trovando una vittoria che forse pochi si aspettavano.
“Oggi ho visto la squadra – dice Battistini –  che solo in qualche occasione avevo potuto applaudire in campionato, devo fare loro i complimenti perché hanno davvero messo tutto in campo e ora hanno forse capito per cosa sto insistendo da settembre su certi aspetti che vanno al di là anche della tecnica vera e propria. Complimenti a tutti davvero e a Davin che, credo di non dire una fesseria, è di altra categoria”. Prossima gara sarà ancora tra le mura amiche perché il Delta Porto Tolle ha chiesto l’inversione per problemi di palestra. La palla a due sarà quindi sabato 5 maggio  alle 18,00 presso la palestra di Via Marconi a San Martino di Venezze.

San Martino – Pall. Piovese  58 – 52

San Martino: Campanari 4, Agostini, Davì 2, Brigo 3, Morello 5, Paneduro, Marucco 6, Rossini 4, Davin 25, Oliva 9. All. Battistini.
Piovese: Meneghetti M.12, Zatta 4, Gambalonga 5, Lazzarin 8, Sartori 2, Boscolo 1, Bizzo 16, Meneghetti D. 4. All. Mezzalana.
Arbitro: Elhammouni
Parziali: 16-15, 12-8, 15-16, 15-13
Tiri liberi: San Martino 6-18, Piovese 14/22
Usciti per 5 falli: nessuno
Fallo Tecnico a Lazzarin (Pall.Piovese)

San Martino – Lendinara 44-60

Nell’ultima gara di recupero della prima giornata di ritorno della seconda fase, i giovani bianconeri cedono le armi ad un Lendinara fisicamente piu prestante. La partita si gioca per lunghi tratti in un totale equilibrio con la vivacità difensiva dei ragazzi di Lucchin che riescono a limitare i lunghi lendinaresi sino a quando il fiato non inizia a mancare lasciando via libera a qualche veloce azione ospite. Il primo quarto punto a punto sin da subito trova i batti e ribatti delle due compagini che si danno battaglia in campo aperto, come nel secondo parziale dove gli ospiti trovano un piccolo margine di vantaggio dovuto a qualche errore di troppo dei padroni di casa che danno qualche segno di timore nell’affrontare i difensori avversari fisicamente più prestanti. Al riposo lungo si va cosi con il Lendinara in vantaggio di 4 punti sul 24-28 e con coach Lucchin che accompagna i ragazzi nello spogliatoio per le indicazioni di rito. Alla ripresa dei giochi è pero il Lendinara che trova vie più agevoli per il canestro e nonostante l’impegno dei bianconeri rodigini la partita si incanala sui binari dell’inseguire il punteggio avversario. Ultimi dieci minuti con il tabellone indicante un 34-46 che penalizza più la fatica fisica dei rodigini e la scarsa vena di realizzazione in attacco che il gioco dei lendinaresi. Gli ospiti prendono il controllo del campo e del gioco e maturano la vittoria con un parziale ancora loro favorevole portando il risultato sulla sirena a 44-60.
“Qualche rammarico per aver perso in riscaldamento pre-partita Goldin e dopo 5 minuti di gioco  anche Avezzù – dice Lucchin – ma tutto sommato solo piccole cose da rimproverare ai miei ragazzi che sicuramente porteranno ad acquisire delle certezze in futuro. Ce la siamo giocata ed abbiamo messo in campo una buona prestazione difensiva, vista la notevole differenza fisica, mentre in attacco qualche volta siamo stati troppo “timidi” rallentando troppo il gioco e divenendo prevedibili, però dico bravi a tutti e mi aspetto continuità negli allenamenti per continuare sulla strada del miglioramento”. Ora si attende di sapere se il campionato finisce  qui o ci sarà un seguito con un trofeo per giungere sino a fine maggio.

San Martino: Maniezzo 4, Campione, Borgato 4, Tommasini, Reale, Puggina 6, Sprocatti 6, Grignolo 12, Favaro, Farinella 6, Cavallaro 6, Avezzù Pignatelli, allenatori: Battistini – Lucchin.
Arbitri: Brasola e Trevisan di Badia.

Qui Basket – Under 19 San Martino 62 – 49
(17-11, 10-6, 17-17, 18-15)

I giovani under19 escono di scena al primo turno della seconda fase in coincidenza dei quarti di finale di campionato. Anche nella gara di ritorno tornano sconfitti con una gara per certi versi simile a quella di andata, perdendo cosi la possibilità di portare gli avversari della Virtus Padova (Qui Basket) alla bella tra le mura amiche. La partita vede al via i bianconeri, privi sia di Marucco che di Menarello, molto volitivi nel cercare il canestro e la loro adrenalina è cattiva consigliera, tanto che si sommano gli errori anche su tiri facili da sotto canestro, dando cosi un enorme vantaggio ai padroni di casa che allungano portandosi in chiusura di quarto sul +6 con un 17-11. Si riparte subito serrando le fila difensive ma il problema è il continuo litigare con il tabellone avversario e cosi a ripetizione sbagliano un po’ tutti contenendo per fortuna gli attacchi avversari con un’ottima difesa. Alla pausa lunga di metà gara il tabellone indica un 27-17 che sarà praticamente il divario portato sino al termine. Alla ripresa dei giochi i ragazzi polesani sembrano aver capito come muovere la palla e si rifanno sotto a più riprese nel punteggio, ma in chiusura di parziale un paio di errori ridanno ai padroni di casa la forbice di metà gara, con il punteggio che a inizio ultimo quarto di gioco segna 44-34. Negli ultimi dieci minuti gli assalti bianconeri riportano ancora sotto la squadra polesana sino al -4 in più di una occasione, ma c’è sempre l’errorino di turno che rimette i patavini in vantaggio che va dai 7 ai 10 punti, sino a meno di trenta secondi dalla sirena finale che con due canestri sbagliati dai polesani e ai successivi contrattacchi subiti il punteggio diviene un perentorio 62-49.
“Oggi partivamo con l’handicap di non avere in campo Menarello e Marucco – dice Battistini – ma i ragazzi hanno dato tutto con una prova davvero coraggiosa e forse la sola troppa volontà di centrare l’obiettivo è stata controproducente portando numerosissime volte all’errore anche su canestri all’apparenza facilissimi. Non posso dire nulla ai ragazzi perché ci hanno provato in tutti i modi e hanno riaperto la gara molte volte arrivando appena sotto nel punteggio  ai virtussini, ma gli avversari hanno dimostrato di essere una squadra molto compatta e forte sia fisicamente che tecnicamente. Forse il punteggio finale delle due gare è troppo severo per noi, sia per quanto visto in partita sia per il vero valore dei nostri ragazzi che hanno affrontato un campionato lungo allenandosi sempre tra mille difficoltà. Nota di merito va a tutti quelli impiegati quest’anno perché da settembre ad oggi ho visto migliorare tutti in tutto e la dimostrazione è anche nel fatto che almeno 6 di loro sono stati e continueranno a essere impiegati nel campionato senior di promozione per far acquisire anche la necessaria esperienza di gioco.” Ora, in attesa dei tornei di fine anno, i ragazzi continueranno ad allenarsi sia con gli Under17 al palazzetto di Rovigo, che con la squadra di Promozione a San Martino di Venezze.

San Martino: Campanari (K) 11, Davì, Brigo, Morello, Paneduro, Rossini 6, Davin 12, Bellini 20, Oliva, allenatore: Battistini
Arbitro: Scandaletti di Padova
Tiri liberi: 14/22, uscito per 5 falli Brigo

 


Under 14 San Martino – Scuola Basket Padova  58 – 41
(14-9, 14-5, 8-18, 22-9)

Alla penultima gara di campionato della seconda fase (manca ancora il recupero della gara casalinga contro il Lendinara), gli Under14 bianconeri sfoderano la prestazione che mancava da tempo e fanno loro il risultato con un importante 58-41 contro gli avversari scesi da Padova. Partono subito bene i polesani trovando facilmente la via del canestro recuperando numerosi palloni in fase difensiva. Però giù a metà quarto le polveri si bagnano e gli ospiti ne approfittano riportandosi sotto sino al punteggio di chiusura quarto che recita 14-9. Ma è il secondo parziale di gioco che vede dilagare i padroni di casa che oltre ad allungare nel punteggio danno dimostrazione di una difesa solidissima quando tutti e cinque in campo danno il massimo anche sotto il profilo della concentrazione. In attacco, pur rallentando il gioco, si trovano sempre soluzioni da applausi del numeroso pubblico accorso in tribuna. La prima metà gara va in archivio con il tabellone che segna un 28-14 abbastanza significativo. All’avvio del terzo periodo però si inizia ad incrinare qualcosa nel gioco polesano e gli avversari piano piano recuperano sino a portarsi in chiusura di tempo sul -4, per un 36-32 che preoccupa e non poco il team bianconero. Gli occhi dei ragazzi al rientro per gli ultimi dieci minuti sembrano indicare sicurezza e difatti la paura dura nemmeno un giro di lancette, perché in campo domina la difesa di capitan Maniezzo & C. con trasformazioni in attacchi velocissimi tra contropiedi e transizioni che annichiliscono i patavini che nulla riescono a fare contro gli ormai scatenati “squaletti” bianconeri. La sirena finale declama il risultato di 58-41 per il festante pubblico di casa che applaude con vigore alla prestazione dei giovani cestisti polesani .

San Martino: Maniezzo 11, Campione, Borgato, Tommasini 4, Reale 4, Puggina 11, Sprocatti 18, Grignolo 2, Favaro, Farinella 8, Cavallaro, Avezzù Pignatelli, allenatore Barbierato, aiuto allenatore Lucchin.
Arbitri: Marostica di Este e Miglioranza di Badia.
Tiri liberi: 11/23, uscito per 5 falli Reale

Union Pool – Qui Basket  57-75
(8-15, 12-27, 19-12, 18-21)

Alla prima uscita della seconda fase, la squadra polesana incassa una sconfitta che mette in risalto i punti deboli dei ragazzi in questo momento della stagione. La partenza davvero inguardabile regala palloni agli ospiti che senza difficoltà trasformano in canestri realizzati e solo nel finale di quarto la squadra di casa riesce a contenere il divario portandosi sul -7 con un punteggio che segna 8-15. Ma è il secondo quarto che consegna la gara in mano agli ospiti che si aggiudicano con un parziale di 27-12 la metà gara mandando a segno a ripetizione i recuperi della loro zone press. I bianconeri dal canto loro sembrano in balia dei patavini, continuando a sbagliare tutto e con giocatori che rifiutano la palla o che si nascondono vanno al riposo lungo di metà gara a testa china e con uno svantaggio salito a 22 punti con il tabellone che recita 20-42. Durante la pausa la inevitabile ramanzina di coach Battistini e i consigli tecnici di coach Cammilli rimandano i bianconeri in campo per dimostrare di non essere inferiori ai virtussini. Inizio di terzo quarto e qualcosa sembra migliorare con un attacco ora più prolifico ed una difesa più attenta, cosi da chiudere in vantaggio il parziale sul 19-12. Ma ecco rispuntare nuovamente gli stessi errori difensivi, nell’ultimo quarto di gioco e con un Davin che esce per falli dopo aver giocato una manciata di minuti a centro area. Sembra esserci il buio con i lunghi ospiti che ricevono costantemente liberi trasformando in canestri tutti i palloni che arrivano nelle loro mani. Sulla sirena si chiude con il parziale di 18-21 per un risultato finale di 57-75 davvero bruciante e sicuramente non veritiero dei valori delle squadre ma risultante dalla pochezza messa in campo dai ragazzi polesani in questa partita.
“Possiamo fare molto di più ed è quello che mi attendo nella prossima gara – dice Battistini – anche solamente per una questione di orgoglio. Vedremo in settimana chi davvero ci tiene a giocarsi il ritorno, ora ci vogliono convinzione e cuore”. “Guardando a settembre scorso, al fatto di avere mezza squadra dello scorso anno, al fatto che ci si allena sempre in meno di dieci nonostante siano praticamente tutti presenti, all’aver cambiato totalmente tipologia di gioco, non si può essere comunque delusi del secondo posto di girone e se dovessimo uscire ora non ne farei un dramma anche se questo turno è alla nostra portata.” Prossimo impegno sarà domenica 1 aprile alle 18 a Padova per cercare il riscatto nella gara di ritorno e mandare la serie alla bella nella quale i polesani hanno il vantaggio del campo.

Union Pool Basket:  Campanari (K) 5, Marucco 2, Brigo 1, Agostini, Bellini 5, Morello  5, Rossini 8, Davin 7, Menarello 19, Oliva 5, Davi, Paneduro, Allenatori: Battistini-Cammilli

 

Roncaglia – Under 14 San Martino 94 – 52
(30-5, 22-12, 23-20, 19-15)

Ancora una sconfitta per i giovani dell’under14 bianconera che tornano da Roncaglia con un passivo  pesante, frutto della prima metà gara affrontata con troppi timori ed errori in fase di impostazione. Nel primo quarto i padroni di casa fanno un solo boccone dei polesani andando a mettere subito 25 punti di scarto con un risultato di 30-5 che preannuncia una batosta  forse ingenerosa ma rispondente a quanto visto in campo nel parziale. Il secondo quarto di gioco, grazie a qualche aggiustamento difensivo, è meno catastrofico del primo ma comunque permette ai patavini di allungare ancora di 10 punti andando cosi alla pausa lunga con il risultato di 52-17 che la dice lunga sulle difficoltà bianconere sia in fase difensiva che in fase realizzativa. Al rientro dagli spogliatoi perlomeno si vede un altro atteggiamento in campo e la maggiore concretezza agonistica dei polesani dà il via a una partita diversa da quella vista nella prima metà. Maggiore convinzione e orgoglio permettono di giocarsi alla pari gli ultimi due quarti di gioco che comunque vanno ad appannaggio dei padroni di casa che con un 23-20 ed un 19-15 chiudono sulla sirena sul punteggio di 94-52 per una sconfitta bianconera troppo pesante, ma che ha dato qualche segnale positivo nella seconda metà gara.
“I ragazzi hanno sempre un approccio troppo timoroso – dice coach Lucchin – e quando si rendono conto di potersela giocare alla pari mettendo in pratica ciò che solitamente negli allenamenti viene detto è quasi sempre troppo tardi, ma l’importante è continuare a lavorare per il futuro perché so di avere a disposizione dei giovani volenterosi e tecnicamente ad un buon livello.” Prossima gara domenica 1 aprile alle 11 tra le mura amiche della palestra di via Marconi contro l’Aviatori Conselve che potrebbe portare i primi due punti di questa seconda fase.

San Martino Under 14: Maniezzo 3, Campione, Borgato, Reale 2, Puggina 9, Sprocatti 1, Grignolo 2, Passarotto 2, Farinella 20, Cavallaro, Avezzù Pignatelli , Goldin 13, allenatori: Barbierato-Lucchin
Tiri liberi: 10/28
Arbitro: Hammadi di Padova

Dealers Tombolo – San Martino 69-60

Incredibile ultimo quarto che consegna su un piatto d’argento la vittoria ai padroni di casa che nemmeno loro forse si aspettavano più. Sembra la serata giusta per dare un segnale positivo a questo finale di stagione con il team polesano che parte subito forte in attacco ma che pecca ancora di pigrizia difensiva sotto i tabelloni dove il solo Brigo riesce ad arginare gli ospiti. Dieci minuti che comunque sono di stimolo alla squadra che chiude sul parziale di +3 con un 20-17 e una inerzia favorevole nel gioco. Secondo quarto ed ulteriori aggiustamenti nella propria area riescono ad imprimere nuova verve ai bianconeri che vengono però riacciuffati nel finale di tempo chiudendo il parziale  sul +1 e andando alla pausa lunga con un +4 a tabellone. Nel terzo periodo di gioco sembra di vedere il San Martino dei bei tempi che nonostante fisicamente sia molto inferiore agli avversari butta la grinta agonistica in campo aggiudicandosi di forza il quarto con il parziale di +8 dovuto a buona circolazione di palla dopo i recuperi difensivi che si moltiplicano nel tempo. Inizia l’ultimo quarto di gioco con il punteggio che recita 44-56 a favore dei bianconeri ed ecco la catastrofe. I padroni di casa ergono la zona difensiva e gli attacchi bianconeri vanno in panne, con tiri poco convinti ed errori grossolani nei passaggi che rilanciano in transizione i tombolani che non sbagliano piu nulla e segnano a raffica anche dalla lunga distanza. Si provano dei cambi nella squadra polesana ma poco cambia ed al 5 minuto già le squadre sono a contatto nel punteggio che rimane in bilico sino a due minuti dal termine quando l’ennesimo canestro facile dei padroni di casa chiude psicologicamente la partita dei ragazzi di Battistini –Cammilli che incassano in dieci minuti un parziale di 25-5 che portano al 69-60 della sirena.
“Errori? Direi condizione psicologica contro la zona – dice Battistini – e poca lucidità negli ultimi minuti anche per una mancanza di condizione che si sta comunque acquisendo piano piano. Dobbiamo fare qualche punto per tenere dietro la penultima e cosi arrivare ai playout dove sicuramente saremo pronti per giocarci i 40 minuti di una gara, e con la tenacia che è nel nostro dna avremo buone possibilità di rimanere in Promozione anche il prossimo anno.” La prossima gara sarà subito importantissima perché mette di fronte il Noventa che appaia in classifica i bianconeri e potrebbe essere la volta buona per il San Martino. Dunque venerdì 16 con inizio alle ore 21,30 i bianconeri saranno di scena tra le mura amiche.

Union Pool – Solesino 43-41

Vince e si aggiudica altri due punti per la seconda fase, il team bianconero al termine di una gara dai due volti che ha offerto uno spettacolo non indicato ai deboli di cuore. Parte velocissima la squadra polesana che recupera palloni in quantità ripartendo in contropiede e transizione mettendo alle corde un Solesino che pare sorpreso e non riesce ad arginare i ragazzi di Battistini-Cammilli. Già al 5 minuto il tabellone recita 12-2 e sembra che l’inerzia sia tutta nelle gambe e nelle mani dei bianconeri. Ma ci pensa coach Augusti mettendo in campo la zona difensiva che rallenta Campanari e soci, permettendo agli ospiti di recuperare piano piano il divario che a fine quarto diventa 18-11. Nel secondo quarto però, trovate le misure, i ragazzi polesani riprendono la corsa allungando nel punteggio e chiudendo con un parziale di 16-8 la prima metà gara sul 34-19 che pare dia un segnale chiaro su chi ha il controllo della partita. Al rientro dagli spogliatoi però ecco gli errori che non ti aspetti e la zone press avversaria mette in serissime difficoltà il controllo palla dei bianconeri che riescono con una ottima difesa a mantenere comunque un buon vantaggio nella forbice del punteggio chiudendo sul 38-26, ed un parziale di 4-7. Ultimi dieci minuti e qui succede di tutto con gli ospiti che rubano palloni maldestramente persi e infilano il canestro di casa a ripetizione portandosi sempre più vicini sino a passare in vantaggio a tre dal termine. Il team polesano non riesce a giocare come dettato dalla panchina e contiene l’avversario sempre grazie ad una buona difesa che recuperando due palloni manda a canestro Davin  due volte e Brigo con una bomba che rimette i padroni di casa davanti di 1 punto a 40 secondi dal termine. Solesino sbaglia l’attacco successivo ed i bianconeri vanno in attacco subendo fallo per fermare il tempo, ma per raggiungere il bonus Solesino deve sprecare tre falli in successione con il cronometro che indica 6 secondi alla sirena Morello va in lunetta infilando il primo e sbagliando il secondo, su indicazione della panchina, ma conquistando il rimbalzo che porta Rossini ad altri due tiri liberi con 3 secondi rimanenti. Rossini sbaglia entrambi i liberi e Solesino prova con il tiro da metà campo che sbatte su tabella e ferro ed esce di nulla per una vittoria soffertissima della squadra polesana.
“Troppi errori banali hanno condizionato almeno metà della nostra gara – dice Battistini – dopo un avvio davvero esaltante dei nostri ragazzi. Continuo a non capire perché qualcuno si ostini a fare tutt’altra cosa da quanto gli venga indicato dalla panca, però avremo tempo di parlarne prima della seconda fase che ci vedrà partire con 8 punti in classifica, alla fine ciò che conta era la vittoria e cosi è stato.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: