Header image

Ultimo saluto a “Santo” Oselin

Articolo del 15.03.2019 - Scritto da civicovenezze in cultura | Eventi | Notizie

Questa mattina, giovedì 14 marzo 2019, Giovanni (Santo) Oselin ha ricevuto l’estremo saluto nella chiesa parrocchiale di San Martino.
Con Santo se ne va una una figura caratteristica della vita paesana degli anni cinquanta e sessanta del secolo scorso, il tenutario di un “chiosco”.
Il “chiosco” era una casetta di legno all’interno della quale si vendeva un po’ di tutto, frutta verdura dolciumi ecc., una forma di “ambulante” stanziale, un po’ di più delle bancarelle che in quegli anni si potevano trovare davanti alla chiesa all’uscita da messa.
Quello di Santo è ancora viva nella memoria di chi era bimbo in quegli anni per le “cremine” e per i “ciuci” ed il suo chiosco era dapprima posizionato strategicamente vicino al “campeto del prete”, poi c’è chi lo ricorda anche all’incrocio con Via Marconi e alla piazzetta del Borgo.
Santo era un uomo semplice che aveva un sorriso per tutti, i giovani di allora lo ricordano anche per la sua passione per i fumetti, ai quali lasciava dare qualche sbirciatina e  sui quali, magari, si intavolava anche qualche discussione.
Il suo sorriso lo dispensava anche ultimamente quando lo si incontrava durante le passeggiate sull’argine dell’Adige.
Buona passeggiata Santo.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: