Header image

Villadose ha azzerato i debiti

Articolo del 03.08.2013 - Scritto da civicovenezze in Eventi

ca' patella villadose sede del municipioVILLADOSE – Il Comune di Villadose è riuscito a mettere ordine nelle sue casse e liberarsi dei debiti fatti dalla precedente amministrazione. Una vittoria che il primo cittadino, Gino Alessio, ha potuto mettere a segno grazie al decreto del ‘Fare’ promosso dal Governo Letta. Il provvedimento, infatti, prevede lo sblocco dei pagamenti nei confronti di aziende e professionisti che hanno lavorato per il Comune. Il sindaco ha quindi colto al volo l’occasione che gli ha consentito di saldare il suo debito fino all’ultimo centesimo. La somma ammontava a circa due milioni e mezzo di euro e il Comune non era mai riuscito a far fronte a tale spesa. Le entrate annuali, infatti, fornivano una capacità di pagamento che si aggirava intorno al mezzo milione di euro. Tutto ciò, per effetto anche del patto di stabilità, aveva bloccato il Comune che, negli ultimi cinque anni non ha più potuto realizzare opere di pubblico interesse. Il patto di stabilità prevede infatti che nonostante presenza di disponibilità di risorse, siano limitati i pagamenti e i nuovi investimenti per concorrere al risanamento del debito nazionale. Di fatto, quindi, i soldi c’erano e ci sono sempre stati solo che il sindaco aveva le mani legate e non li poteva usare. Grazie alla virtuosità dimostrata e ai finanziamenti della Regione, il Comune di Villadose, nelle scorse settimane è riuscito a pagare gli ultimi 350mila euro ai professionisti senza incorrere in uno sgravio sugli obiettivi di ‘patto’ di quest’anno. Una mossa che ha quindi azzerato il debito una volta per tutte. «Lo sforzo di risanamento del debito del Comune è stato notevole –conferma il sindaco, Gino Alessio- ha richiesto al nostro paese un drastico rallentamento delle nuove realizzazioni. Tuttavia, uno dei punti cardine del nostro programma elettorale era proprio quello di ripristinare l’ordinario con logiche di programmazione». Ora il Comune può finalmente tirare un sospiro di sollievo e dar vita con serenità a nuovi progetti per il paese. Saranno infatti valutate le esigenze territoriali più urgenti e verranno prese delle decisioni in base ai casi. Entro settembre, intanto, partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo asilo nido in via della Pace e si darà il via anche alla sistemazione di via Matteotti, progetto finanziato già nel 2011.

Fonte: Il Resto del Carlino – Valentina Magnarello

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Lascia un Commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: